LE PIETRE MAGICHE - RAYMOND BARD



PIETRE MAGICHE


Nei tempi più antichi le pietre, e in modo particolare le gemme, hanno sempre affascinato l'uomo, che ha attribuito ai diversi minerali, virtù e significati occulti.


Nell'antico Egitto, oltre che ornamentali, le gemme venivano ritenute necessarie.
Gli Egiziani apprezzarono le pietre per le loro proprietà mistiche o mana e i gioielli erano considerati mezzi per ottenere il successo, la fama, la fortuna ecc. Gli Egiziani per dipingersi le palpebre usavano la malachite, col duplice scopo di difendersi dal sole grazie alla protezione offerta dal colore verde e per disinfettare gli occhi, grazie alla presenza del carbonato di rame nella pietra. Consideriamo ora i poteri attribuiti alle pietre dalla tradizione.


ACQUA MARINA - Considerata la pietra dei marinai e dei viaggiatori, simboleggia la speranza e ha una funzione protettiva nelle gengiviti, nel mal di gola e di denti. Protegge dai tradimenti. Papa Giulio II era solito portarla sempre addosso per il suo benefico potere.


AGATA - Allontana l'invidia e la malignità, rende simpatici e aiuta nella carriera. Preserva dalle punture dei ragni e degli scorpioni e tenuta in casa protegge dai fulmini. Se messa in bocca calma la sete.
I timidi acquistano forza e coraggio, se stringono nella mano destra un pezzo di agata.


AMBRA - Anticamente veniva usata in magia per difendersi dagli incantesirni delle streghe. Per le sue proprietà elettriche (in greco è chiamata elektron) protegge dalle malvagità e dalle influenze nefaste altrui. Una collana d'ambra protegge i bambini dalle pericolose convulsioni.


AMETISTA - Protegge dal veleno e dalle tentazioni dell'alcool, soprattutto se sulla pietra vengono incise le immagini del sole e della luna. Nei tempi antichi, per prevenire l'ubriachezza, si era soliti bere in coppe di ametista. Considerata negativa per il suo colore viola, lo è per chi è preda dell'egoismo, delle passioni violente, delle meschinità; protegge e aiuta, invece, nel processo di elevazione spirituale, chi già possiede maturità e saggezza.


AZZURRITE - E' un potente talismano, propizia la fortuna e allontana la malinconia.


BERILLO - Favorisce il successo nel campo delle lettere. I marinai, per essere coraggiosi durante le tempeste, erano soliti portarla con loro durante la navigazione. Dona serenità e obiettività di giudizio.


CALAMITA - Ha il potere di "attirare" l'amore e di favorire le nascite.


CALCIDONIO - Allontana i dispiaceri, distende i nervi e ristabilisce I'equilibrio soprattutto in campo affettivo. E' di protezione negli incidenti o nelle disgrazie improvvise; aiuta, quindi, tutti coloro che per la loro professione debbono affrontare rischi e pericoli. Rende costanti e infonde fiducia e forza.


CAMMEO - Porta fortuna, si dice, solo per sette anni, poi il suo potere è nullo e la pietra va cambiata.


CARBONCHIO - Protegge i bambini dal pericolo di annegamento. Se portata nelle ore notturne è efficace contro I'insonnia.


CRISOLITO - Preserva dalla follia. Facilita la carriera e assicura la ricchezza.


CORALLO - Possiede tutte le proprietà magiche. In Oriente, viene sfruttato moltissimo perchè dona sicurezza, fiducia e allegria. Nei tempi passati preservava dalle epidemie; la tradizione vuole che il corallo impallidisca quando muore una persona amata.


CORNIOLA - Preserva dai tradimenti.


CRISTALLO - Infonde calma ed equilibrio interiore. Favorisce la pioggia ed è simbolo di vittoria.


DIAMANTE - Difende dai demoni e dagli spiriti del male. Dona la pace e la serenità e infonde coraggio e invincibilità. Ai timidi da forza. Simbolo di fedeltà, favorisce l'amore e il matrimonio. Trasforma le sue proprietà benefiche in armi malefiche soltanto quando in possesso di persone indegne.


DIASPRO - Simboleggia la gioia. Nei tempi antichi veniva usato contro la febbre. La polvere di diaspro veniva sfruttata da Galeno, il famoso greco, come cicatrizzante delle ferite. Sebbene siano di origine animale, il corallo e la perla vengono comunemente considerati pietre.


GIADA - E' efficace nella cura delle malattie renali, nelle coliche e nelle affezioni oculari. Dona integrità e rettitudine.


LAPISLAZZULO - Veniva ritenuta dagli Egiziani portatrice d'amore. Dona occulatezza di pensiero e promette successo e felicità.


ONICE - Allontana gli incubi e le malinconie.


OPALE - E' da sempre ritenuta pietra infausta, ma è propizia ai nati in ottobre: dà loro intuito e chiarezza di vedute. Gli Indiani affermano che, posta sugli occhi per qualche istante, rende acuta la memoria.


OSSIDO DI FERRO - Protegge dal malocchio e dalle decisioni affrettate.


PERLA - Simboleggia l'amore, ma anche le lacrime. Non andrebbe mai regalato un anello di fidanzamento con la perla, perchè porterebbe dolore derivante da una rottura. La collana, invece, infonde energia, purchè le perle, ovviamente naturali, siano in numero dispari.


PIRITE - Nei tempi andati, era credenza che evitasse le cadute da cavallo.


QUARZO - Concilia sonni tranquilli, tenendo lontani gli incubi notturni.


RUBINO - Simbolo di forza e di passione, rende audace e temerario chi lo indossa. Allontana la tristezza e i dispiaceri amorosi. Pare che cambi leggermente colore quando il suo proprietario è minacciato da qualche male.


SELENITE - Ridotta in polvere, pare che sia un potente afrodisiaco.


SMERALDO - Procura benessere, ricchezza e amore. Guarisce i disturbi visivi e arresta le emorragie. Favorisce lo sviluppo della memoria e dell'intuizione, stimola l'intelligenza. Simbolo della castità, si rompe se colui che lo porta diventa adultero.


TOPAZIO - Simboleggia l'ardore ed è efficace contro l'odio e la vendetta. Concede il favore altrui e aiuta in campo economico e finanziario.


TURCHESE - Protegge dal malocchio e difende dai pericoli di viaggio e dagli avvelenamenti. Dona fortuna e felicità al suo possessore.


ZAFFIRO - Simboleggia la fermezza d'animo e infonde allegria, fiducia e lealtà. Allontana le preoccupazioni e protegge le persone innamorate.




Dal Ratnaparitza di Buddhasawatta, scritto nel VI secolo a.C., ricaviamo uno specchietto indicante la simbologia e le proprieta delle pietre, secondo la tradizione orientale.
PIETRA SIMBOLO PROPRIETA'
Acquamarina


salute-giovinezza


garantisce la felicità
Agata


longevità, benessere


favorisce la salute
Ametista


fortuna, felicità


infonde coraggio e preserva dall'ebrezza
Corniola


pace, gioia


allontana i pensieri cattivi e le idee funeste
Diamante


amore


infonde fedeltà e lealtà
Diaspro


saggezza, coraggio


rende costantie fedeli nell'unione coniugale
Granata


lealtà, franchezza


predispone alla sincerità
Olivina


piaceri innocenti


dona semplicità e modestia
Opale


amore terreno


aumenta la fedeltà
Peridoto


amore improvviso


garantisce la unioni
Smeraldo


amore fedele


svela il futuro


Topazio


amore ardente


allontana i sogni cattivi
Turchese


coraggio, speranza


favorisce la riuscita in amore


Dal Ratnaparitza di Buddhasawatta, scritto nel VI secolo a.C., ricaviamo uno specchietto indicante la simbologia e le proprieta delle pietre, secondo la tradizione orientale.

LE PIANTE MAGICHE - di raymond bard

AMARANTO - Posto sotto il dominio del Sole, si ritiene che il fiore, conservato in un sacchettino e portato al collo, in tasca o comunque a diretto contatto del corpo, favorisca l'equilibrio fisico; preserva il soggetto dalle malattie e tiene lontana la principale nemica dell'uomo: la vecchiaia.


Questa pianta possiede la capacità di non appassire, infatti anche secche, le sue foglie conservano il colore originale senza sbiadire e, se vengono poste nell'acqua, tornano fresche d'aspetto.


Anticamente si pensava che questo fiore donasse l'immortalità per cui pare rientrasse nei componenti base dell'elisir di lunga vita, in cui era racchiuso il segreto dell'eterna giovinezza. Sempre nell'antichità l'amaranto veniva usato nell'allestimento delle tombe dei personaggi potenti, o nei funerali di personalità influenti.


E' una pianta erbacea annuale, con le infiorescenze raggruppate in spighe o pannocchie ascellari o terminali, erette o pendenti. Coltivata per ornamento e facilmente reperibile in Italia. La sua fioritura avviene da agosto alla fine dell'autunno.
Per quanto riguarda l'uso da farsi delle piante citate, a meno che non sia consigliato un altro modo specifico, basta tenerne un fiore o quache foglia o un pezzetto di radice sempre con sè nel portafoglio in tasca.






ORTICA - Considerata una pianta sacra a Venere, sembra che predisponga alla lussuria. Un'antica ricetta di Petronio suggerisce, per favorire i rapporti sessuali languenti, di porre sotto il materasso, per un mese, un sacchettino contenente foglie secche di ortica. Secondo Alberto il Grande, l'ortica tenuta in mano con del millefoglie allontana la paura dei fantasmi. Anticamente veniva usata per combattere le paralisi, i reumatismi articolari e l'impotenza, anche se con risultati di modesta entità.

VIVERE BENE FINO A 150 ANNI - raymond bard coach del benessere





VIVERE BENE FINO A 150 ANNI


Gli Hunza: abitano una vallata dell’ Himalaya e vivono anche 140 anni. Non sono affetti da malattie degenerative e si spengono serenamente. Il loro segreto? Vita semplice, alimentazione semplice che segue i ritmi della natura, nessun inquinamento, nessuna tecnologia, e bevono un ‘acqua speciale…


Gli eredi di Alessandro il grande


Al confine nord del Pakistan all’ interno di una sperduta valle sulla catena Himalayana, vive la popolazione in assoluto più longeva della terra. Le leggende raccontano che queste persone, di origine europea, siano i successori di Alessandro il Grande. Ora dopo millenni, vengono chiamati Hunza.


La straordinaria salute e longevità: 130 anni in forma !


La nostra scienza medica si vanta di riuscire a mantenere in vita i nostri anziani sino a 90 anni e oltre. Ebbene, gli Hunza, senza ricorrere ai nostri prodigi della scienza mendica, alla veneranda età di cento anni, non sono solo ancora vive, ma incredibilmente attive e non rappresentano un peso per la loro società. A cent’anni lavorano ancora nei campi e curano i loro figli. Si dice che le donne Hunza siano ancora prolifiche anche a novant’anni. Personalmente non ho visto foto di tali “signore” ma immagino che per riuscire a concepire a tale età il loro fisico sia ancora piuttosto giovanile e non abbia nulla a che vedere con le nostre novantenni…


Il segreto? O meglio, i segreti degli Hunza ?


Uno dei misteri più intriganti del secolo scorso da parte di tutta la comunità scientifica, fu proprio la volontà di comprendere il segreto di tale inspiegabile longevità e buona salute.


Ad onor del vero, se analizziamo lo stile di vita di questo fiero popolo che rifiuta ogni contatto e miscuglio etnico con le popolazioni limitrofe, e mette al bando ogni forma di sussidio tecnologico, E’ abbastanza facile per chiunque azzardare ipotesi piuttosto veritiere.:


Gli Hunza vivono dei frutti della natura, delle stagioni, e soffrono anche un lungo periodi di carestia nei mesi invernali. Adottando forzatamente quello che i naturopata definiscono “digiuno terapeutico”. Avete presente l’ alimentazione secondo le stagioni? Gli Hunza Seguono i ritmi di vita dettati dalla natura e si nutrono dei soli frutti della loro terra. Sono prevalentemente vegetariani, utilizzano latte e formaggio di capra locale con moderazione.


Non hanno inquinamento di nessun tipo, ne atmosferico, ne ambientale, ne elettromagnetico. Non devono subire la sindrome da sovrappopolazione, lo stress tipico della nostra civiltà “ evoluta”. E certamente non si rimbecilliscono davanti alla televisione, ed i loro piccoli non vengono cresciuti a Nintendo e Xbox.


Gli studi della comunità scientifica internazionale


Ma per la comunità scientifica questo stile di vita non bastava da solo a giustificare tale longevità. Questa propalazione non solo vive in media 130-140 anni ma non conosce neppure le nostre tanto temute patologie degenerative come il cancro. Non stupitevi, accettare serenamente che uno stile di vita semplice e sano possa essere ben più efficace di farmaci, ospedali e industrie multimilionari non è certo facile !


La scoperta dell’ Acqua degli Hunza


La comunità scientifica non si arrese e, dopo svariati decenni di studio, finalmente, trovò qualche elemento che potesse giustificare l’ eccezionale fibra e lunga vita degli Hunza: la composizione dell’ acqua.


Il Dr. Coanda fu il primo ad analizzare, negli anni ‘50, le proprietà fisiche dell’acqua degli Hunza. Il dr. Coanda scoprì che quest’acqua possedeva viscosità, tensione superficiale e indice di rifrazione differenti rispetto all’acqua della città. Negli anni successivi cercò di capire quali benefici quest’acqua determinasse esattamente sul corpo umano. Il Dr. Patrick Flanagan, inseguito, continuò la ricerca constatando che l’acqua degli Hunza possedeva elevato pH, notevole potere antiossidante (ORP negativo) ed elevato contenuto di minerali colloidali. Dopo il 1950, le ricerche ripresero in Giappone, dove gli scienziati studiarono un modo per ricreare, attraverso l’elettrolisi, un’acqua con le stesse caratteristiche.


Le ricerche si svolsero presso diverse università giapponesi, con risultati estremamente soddisfacenti; furono così costruiti grandi ionizzatori, in collaborazione con il Governo giapponese. Il primo ionizzatore venne costruito negli anni ’60; e l’acqua alcalina ionizzata fu subito utilizzata negli ospedali, tanto che, nel 1966, il Ministero della Sanità giapponese l’approvò come terapia medica. Più tardi, lo ionizzatore venne riconosciuto anche dal Governo della Korea del sud, come dispositivo medico.

MAPPE DI RIFLESSOLOGIA PLANTARE DI RAYMOND BARD NATUROPATA E PERSONAL TRAINER IN FITNESS E ALIMENTAZIONE

RIFLESSOLOGIA PLANTARE STUDIO INTEGRALE

LA STRUTTURA DEL PIEDE

Ogni piede è formato da 26 OSSA, collegati alle ossa ci sono 19 MUSCOLI, e 107 LEGAMENTI, ogni piede possiede 14 FALANGI, che sono le ossa delle dita, ogni dito tranne l’alluce che ne ha 2 è formato da 3 ossa. A partire dalle dita verso il CALCAGNO si trovano 5 OSSA METATARSALI, ognuna delle quali è collegata ad un dito, le restanti ossa del piede sono le OSSA TARSALI, formate da 3 OSSA CUNEIFORMI, 1 OSSO CUBIFORME, 1 OSSO NAVICOLARE, l’ASTRAGALO, e l’OSSO del CALCAGNO.

Nel piede esistono 7200 terminazioni nervose che attraverso la spina dorsale ed il cervello sono collegate con tutte le parti del corpo.Per chi ancora non la conosce, la riflessologia plantare è una metodica che può rivelarsi di grande utilità nella prevenzione e nella terapia.
La riflessologia plantare fa parte delle medicine naturali che vanno sotto la denominazione di medicina alternativa o altra medicina.
La riflessologia può essere definita una scienza dei riflessi, intesi come zone corrispondenti e riflesse di determinati organi del corpo umano collocati altrove.
Tutto il corpo umano è sede di punti riflessi sui quali è possibile agire per alleviare dolori e tensioni; esistono però zone in cui le concentrazioni nervose sono più massicce, queste zone sono collocate nelle parti più periferiche del corpo: la testa, le mani e i piedi che costituiscono i terminali di quel meraviglioso computer che è il nostro organismo.

Un piede sano è determinante per avere una bella andatura, un atteggiamento disinvolto, una colonna vertebrale diritta. 

Il mal di piedi induce infatti a modificare il modo di camminare e la postura di un individuo.
ESAMINIAMO IL PIEDE
Dal punto di vista clinico, sono riportati esempi tratti dall’ esperienza stessa degli operatori di riflessologia plantare:

- l’ unghia incarnita dal lato della scarpa segnala la tendenza a sofferenza della milza e dello stomaco;

- l’ unghia incarnita dalla parte opposta indica tendenza a malattie di fegato;

- l’ inspessimento delle unghie corrisponde a una scarsa funzionalità renale e, nel carattere indica una persona paurosa con sonni agitati;

- la presenza di callosità sotto il secondo e terzo dito del piede rivela catarro broncopolmonare e catarro provocato da sinusite;

- verruche o funghi (prodotti da sudore acido) indicano che la dieta è troppo ricca.

DEPOSITI DI CRISTALLI, sono dei depositi di calcio simili a sabbia che si possono avvertire mentre si trattano alcune zone del piede, in genere sono dei depositi di calcio che il trattamento aiuta a frantumare e ad espellere attraverso il flusso sanguigno

GONFIORE ALLA CAVIGLIA, disturbi circolatori e problemi ai reni e al cuore, lo stesso dicasi per la presenza di piccoli cuscinetti alla base delle dita sulla parte anteriore del piede sinistro

PELLE SECCA, disturbi ormonali
Secondo i riflessologi generalmente sono necessarie 6-8 sedute per trattare una determinata malattia, ma esistono casi estremi nei quali la cura può avere effetto quasi immediato (2-3 sedute)


PIEDI FREDDI, sinonimo di cattiva circolazione

PIEDI CHE SUDANO MOLTO squilibri ghiandolari

COLORE DELLA PELLE BLUE o ROSSA, disturbi di circolazione

EPIDERMIDE SECCA, squilibrio ghiandolare
le zone che presentano VENE VARICOSE, non vanno tratte

Le zone che presentano CICATRICI, vanno massaggiate dolcemente

Un GONFIORE all’interno della CAVIGLIA, è sinonimo di disturbi interni.

Piedi TESI, indicano tensione generale

Piedi poveri di TESSUTO MUSCOLARE, indicano fiacchezza generale



CAMBIAMENTI della STRUTTURA OSSEA dei piedi, indicano disturbi del flusso di energia agli organi corrispondenti a quel punto.

DITA a MARTELLO, indicano disturbi nella zona del capo, dei seni paranasali, e dei denti

Un’ UNGHIA INCARNITA, può essere collegata a mal di testa o emicranie

Una INFIAMMAZIONE DELL’ALLUCE, può indicare un problema a livello del collo, cervicale o tiroideo

I PIEDI PIATTI, privi dell’arco plantare sono da collegare ad un problema della spina dorsale, i bambini hanno i piedi piatti, l’arco plantare si sviluppa nei primi 6 ani di vita, se si riscontra negli adulti, significa indebolimento dei muscoli e dei tendini che sostengono le ossa che costituiscono gli archi dei piedi

Le OSSA CUNEIFORMI APPIATTITE, indicano possibile problema a livello dell’intetsino tenue

ALLUCE VALGO, è una vescica infiammata e contenente liquido, posta sopra la protuberanza ossea situata all’estremità esterna della giuntura, alla base dell’alluce. Questo disturbo tende a verificarsi in chi ha le giunture deboli delle dita dei piedi, oppure in chi porta scarpe strette o inadatte, con tacco e punta stretta. Questa infimmazione della base dell’osso dell’alluce deforma il dito che si sposta verso l’interno del piede e si accavalla alle altre dita

GELONI, sono una infiammazione dovuta al freddo, danno prurito, gonfiore ed ulcerazioni

PIEDE CAVO, arco plantare anomalo, dovuto a squilibrio muscolare o conseguenza di una poliomelite

PIEDE D’ATLETA, è provocato da un FUNGO, che si sviluppa sotto o tra le dita tra il 4 e il 5, la pelle si sfalda e da prurito, se vengono compite le unghie queste diventano gialle, spesse e si sfaldano

PIEDE DEFORMATO DA TALISMO, piede distorto e la persona poggia sul TALLONE, condizione congenita per posizione del feto nell’utero materno

SINDROME DEL CANALE DEL TARSO, si ha un dolore intermittente e intenso dovuto ai nervi che sono intrappolati nella caviglia, il problema peggiora stando in piedi o camminando

ESSENZIALE, indossare calzature comode , di misura giusta e con la punta arrotondata , camminare a piedi nudi per lasciar fluire l’energia , tagliare regolarmente le unghie per non avere unghie incarnite, andare da un callista per i calli e i duroni perché questi ispessimenti producono effetti negativi sulle zone riflesse, le unghie tagliate male possono indurre cefalee

PRIMA DEL TRATTAMENTO

Cospargere i piedi con un velo di TALCO, per asciugare l’eventuale sudore e permettere alle mani di scivolare meglio, non usare olii perché rendono la cute troppo unta e scivolosa..

DURATA DEL TRATTAMENTO

Il massaggio non deve durare più di 45 minuti equamente suddivisi in entrambi i piedi, fanno eccezione i casi in cui :la persona sia molto nervosa o abbia avuto reazioni eccessive dopo la prima seduta in questo caso si farà un trattamento più dolce, più breve e più ravvicinato, invece di 45 minuti due volte la settimana, fare 15 minuti a giorni alterni.
FREQUENZA DEL TRATTAMENTO
Cadenza bisettimanale, nelle prime due settimane, ed in seguito una volta la settimana per 6 settimane
Se non ci sono casi particolari in genere 10 sedute sono sufficienti per riequilibrare
Gli stati acuti sono i più veloci da risolvere, mentre le affezioni cronicizzate richiedo più tempo e pazienza ed una stimolazione più energica.
Spesso i primi evidenti miglioramenti si hanno dopo 3 sedute
Se si è in presenza di disturbi alla schiena saranno necessari due trattamenti la settimana.
Ma in genere si consiglia un solo trattamento alla settimana per dare

DIMENSIONI DEI PIEDI
Le dimensioni dei piedi variano da persona a persona, la taglia del piede corrisponde alla lunghezza ed alla larghezza, e’ in genere proporzionale alla taglia dell’intero corpo, esistono delle differenze dovute a differenze costituzionali

PIEDI più GRANDI, indicano che gli organi della regione mediana del corpo, FEGATO, VESCICOLA BILIARE, MILZA, PANCREAS, STOMACO, RENI, sono sani ed attivi, chi ha i piedi più grandi e’ più portato alla attività mentale, possiede una buona comprensione intellettuale ed estetica

PIEDI più PICCOLI, segnalano che gli organi posti nelle regioni superiore ed inferiore del corpo sono piu forti e più attivi di quelli della regione mediana, chi ha i piedi piccoli ha una migliore vitalità fisica e capacità di tolleranza
PARTE DORSALE DEL PIEDE PIU’ ALTA del normale, rispetto al terreno, indica una natura maggiormente fisica, dovuta al consumo di proteine e di sali minerali relativamente piu’ alto del consumo di cereali e verdura. In genere il piede più alto è anche più stretto

PARTE DORSALE DEL PIEDE PIU’ BASSA, e APPIATTITA, indica una natura più attiva mentalmente dovuta ad un più alto consumo di carboidrati e di liquidi, in genere il piede più basso è anche più largo.
LARGHEZZA DEL PIEDE
LARGHEZZA MINORE Se la larghezza del piede nel suo punto piu’ ampio è MINORE rispetto alla norma, la causa risiede nel consumo di cibi yin di origine animale o vegetale e nella scarsità di alimenti liquidi e’ indice di una natura attiva fisicamente ed acuta mentalmente
LARGHEZZA MAGGIORE La larghezza più estesa indica che si stanno mangiando più cibi di derivazione vegetale e di cibi yin , liquidi ed insalate, c’e’ una minore tendenza alla attività fisica ed una comprensione più profonda dei problemi estetici e metafisici
COLORE DEL PIEDE
COLORE SANO, chiaro, limpido
COLORE ANORMALE nell’area sottostante la caviglia VERDE, nella parte interna del piede, se si colora di VERDE, e’ proabile che nella MILZA e nel sistema LINFATICO si stia sviluppando il cancro

PIEDI COLORE ROSSO, in genere si manifesta lungo la zona periferica del piede, dita, bordo inferiore e tallone, in genere è dovuto ad una espansione dei capillari, causata da un consumo esagerato di liquidi ed altri cibi YIN come lo zucchero, i dolciumi, la frutta ed i succhi di frutta, bibite e bevande dolcificate, sostanze chimiche, medicine, e droghe. Sono il sintomo che il CUORE ed il SISTEMA CIRCOLATORIO sono iperattivi, le pulsazioni sono rapide , la respirazione ed il sistema circolatorio sono veloci ed anche i RENI e le funzioni ESCRETORIE sono troppo attivi, l’urinazione è frequente, non si riesce a pensare con chiarezza e abbiamo affaticamento mentale.
PIEDI COLORE VIOLETTO, di solito appare nelle regioni periferiche del piede, e’ causato dal consumo di cibi molto yin come lo zucchero, i dolciumi, la frutta, i succhi di frutta, sostanze chimiche, additivi, coloranti, medicine e droghe in modo eccessivamente abbondante, le funzioni degli organi più importanti sono disordinate in particolare quelle del sistema CIRCOLATORIO, ESCRETORE, e RIPRODUTTORE.
PIEDI COLORE GIALLO, indicano disordini del FEGATO, e della VESCICOLA BILIARE, causati da un consumo esagerato di carne, pollame uova grassi amimali e o vegetali
PIEDI COLORE SCURO RENI e funzioni ESCRETORIE sono poco attivi, e questo è dovuto al consumo eccessivo di cibi di derivazione animale, di sale, di farinacei, pane, biscotti, cibi troppo cotti ed altri aòimenti yang.
PIEDI COLORE VERDE, indicano che la MILZA, le funzioni LINFATICHE, la CIRCOLAZIONE del sangue non funzionano a dovere, a causa del consumo eccessivo di cibi che provocano accumulo di grassi e di muco nell’organismo, come la carne grassa, i salumi, le uova, i formaggi, i latticini, lo zucchero, le farine ed i cereali raffinati, indica anche la formazione di cisti e tumori e di cancro.
COLORE VERDE
COLORE VERDE DALLA CAVIGLIA parte esterna, fino al POLLICE, parte esterna, cancro alla milza, pancreas, linfonodi, morbo di Hodgkin
COLORE VERDE nella parte centrale del DORSO del PIEDE, cancro allo STOMACO
COLORE VERDE dalla CAVIGLIA parte INTERNA subito sotto cancro della VESCICOLA BILIARE
COLORE VERDE parte laterale INTERNA DI FIANCO ALLA CAVIGLIA LUNGO LA PERIFERIA DEL PIEDE, cancro della vescica, utero, ovaie e prostata
COLORE VERDE al QUINTO DITO, e nella zona fin sotto ed intorno alla parte esterna della caviglia cancro dell’utero, prostata, ovaie
COLORE VERDE nella parte interna sul quarto DITO, e sull’area circostante fino al di sotto della caviglia lato esterno, indica possibile cancro del fegato e della vescicola biliare
PIEDI COLORE BIANCO, il CUORE e le funzioni CIRCOLATORIE, gli INTESTINI e le funzioni DIGESTIVE hanno una bassa attività perche’ il cuore, i vasi sanguigni i capillari sono contratti, questo stato è provocato dal consumo esagerato di grassi animali, sale e sali minerali ed altri cibi e bevande yang, indica anche uno stato di ANEMIA, ANEMIA INTESTINALE.
PIANTA DEL PIEDE

Tutta la pianta del piede corrisponde all’intero organismo, ciascuna regione del piede corrisponde ad una determinata parte del corpo, il massaggio dei piedi, la moxa, la riflessologia, si servono di questa corrispondenza per rimuovere le stagnazioni presenti negli organi o sistemi di organi. Quando alcune zone della pianta sono INDURITE, o tese o doloranti, se premute, indicano che le funzioni degli organi corrispondenti sono disturbate, in genere questi disordini sono dovuti ad un ristagno di energia e sangue a causa del consumo esagerato di cibi di derivazione animale, di cibi ricchi di grasso animali e vegetali, di zucchero e frutta o di liquidi, Se i sintomi degli indurimenti e del dolore aumentano, significa che i disordini stanno progredendo verso una degenerazione

se la pianta del piede e’ SOFFOCE, si rivela elastica alla pressione, il metabolismo delle funzioni fisiche e mentali è armonioso

PIANTA DEL PIEDE ZONA CENTRALE dove scorre il meridiano del RENE

Il meridiano del rene comincia in un punto posto al centro della pianta del piede, questo punto RENE 1 e’ chiamato sorgente traboccante, o sorgente zampillante, se la regione e’ SANA, ben sviluppata, spessa e morbida e calda, la persona avrà una vita lunga e godrà di buona salute, toccando questo punto, si sentirà una profonda sorgente di energia, il massaggio in questo punto aiuta a rafforzare i reni, in quanto i reni sono fonte di energia primaria per il corpo e lo spirito., il meridiano continua lungo tutto l’arco plantare, forma una specie di cappio nel tallone e risale la gamba lateralmente fino al centro del corpo all’interno della clavicola

PIANTA DEL PIEDE E DITA

Se si massaggiano i punti dei piedi, si scoprira’ che sono molto più sensibili di altre pari del corpo

Sulla pianta dell’ALLUCE, c’è il punto della MILZA.

Tra il secondo ed il terzo dito, nel punto in cui le dita si congiungono alla pianta del piede ci sono dei punti che corrispondono alla MILZA ed al CUORE

Sotto al quarto dito nel punto di congiunzione con il piede, c’e’ un punto che corrisponde ai POLMONI

Sotto al dito MIGNOLO, alla sua base c’e’ un punto che corrisponde ai POLMONI
COME SONO RIVOLTI I PIEDI

PIEDI DIRITTI quando si cammina, indicano uno stato di buona salute e di una alimentazione sana ed equilibrata, gli uomini dovrebbero avere i piedi dritti o leggermente rivolti verso l’esterno, le donne dovrebbero averli dritti o leggermente rivolti verso l’interno,

PIEDI RIVOLTI ALL’ESTERNO quando si CAMMINA indicano una costrizione alla BASE della SPINA DORSALE, causata dal consumo eccessivo di cibi di derivazione animale, segnalano un carattere aggressivo, progressivo, estroverso sia fisicamente che mentalmente, nelle donne puo’ indicare UTERO RETROVERSO,, sono piu’ comuni nelle popolazioni occidentali, sono anche più comuni nei giovani

PIEDI RIVOLTI ALL’INTERNO quando si CAMMINA, indicano che la base della SPINA DORSALE è piu’ aperta a causa del consumo più abbondante di cibi vegetali, indica anche carattere gentile, conservatore, introspettivo sia fisicamente che mentalmente

ARCO DEL PIEDE, sono più comuni nelle popolazioni orientali, sono anche più comuni negli anziani

ARCO DEL PIEDE

Un arco del piede piu’ INCURVATO e di conseguenza più alto e’ dovuto a muscoli più contratti, questo stato è causato da un assorbimento relativamente limitato di liquidi, frutta e succhi di frutta e di altri cibi yin, l’arcata alta è essenziale per gli altleti, gli sportivi, i ballerini ed altri professionisti del movimento fisico

Un arco del piede più PIATTO e’ dovuta a muscoli e tessuti più molli e rilassati ed indica la tendenza ad essere meno attivi fisicamente, ma più portati all’attività mentale, specie estetica, artistica, e religiosa. Indica un abbondante consumo di cibi yin, arco plantare più piatto e’ comune tra i pensatori, gli scrittori, i musicisti, gli artisti ed i religiosi

FLESSIBILITA’ delle ARTICOLAZIONI Le articolazioni delle caviglie e delle dita dovrebbero essere flessibili e capaci di movimento in tutte le direzioni, POCA FLESSIBILITA’ oggi le persone stanno perdendo questa agilità a causa dell’indurimento delle ARTERIE, dei MUSCOLI e delle GIUNTURE, questo è dovuto ad un consumo eccessivo di cibi che contengono un’alta percentuale di colesterolo e di grassi saturi, di sale e prodotti animali, quando non c’e’ flessibilità il nostro stile di vita diventa più rigido e meno adattabile all’ambiente naturale che eè in costante movimento FLESSIBILITA’ dei PIEDI e delle DITA dei PIEDI, indica leggerezza e mobilità fisiche , adattabilità mentale, ed adattabilità mentale

ANOMALIE DEI PIEDI

Piedi INDURIMENTI ALLA PUNTA DELLE DITA

Indicano che gli organi e le funzioni corrispondenti sono stagnanti, probabilmente a causa di troppo cibo e troppe bevande, o di squilibrio tra le quantità di minerali, proteine, grassi e carboidrati.

Piedi, CALLOSITA’, indicano la eliminazione di grassi e muco, causati da una alimentazione sbagliata e squilibrata questa eliminazione avviene lungo il meridiano energetico a partire dall’organo in cattivo stato

CALLOSITA’ alla PIANTA del PIEDE, nella ZONA CENTRALE, della articolazione del metatarso e causa DOLORE nel CAMMINARE indica una eliminazione dai RENI, lungo il loro meridiano, indica consumo abbondante di farinacei, grassi, olii, zucchero, dolciumi, cibo di derivazione animale e vegetale

PIEDI CHE SPELLANO o piede d’atleta

Il piede d’atleta, è spesso accompagnato dallo spellarsi della pelle sulle dita e tra le dita, o anche da PELLE che si SPACCA tra alcune dita dei piedi , e questo rende il camminare doloroso e difficoltoso, il piede d’atleta, presenta anche una notevole attivitaà batterica, in genere la causa sta in un esagerato assorbimento di liquidi, compresi tutte le bevande, la frutta, i succhi di frutta, lo zucchero e dolciumi, prodotti chimici, medicine, e cibi di tipo YIN, questi alimenti producono una condizione di grande umidità nella regione delle dita, che porta alla rottura della pelle ed incoraggia la attività batterica

LUNGHEZZA DELLE DITA DEI PIEDI

Piedi, SECONO e TERZO dito PIU’ LUNGHI dell’ALLUCE, debolezza di STOMACO, la causa e’ data da abitudini alimentari materne e’ probalile che lo stomaco sia cronicamente in disordine con GASTRITI, ULCERE, CANCRO ed altre malattie

UNGHIE DEI PIEDI

Unghie dei piedi CONDIZIONE NORMALE, dovrebbero essere più dure delle unghie delle mani, il COLORE NORMALE delle unghie dei piedi dovrebbe essere ROSA, la superficie dell’unghia dovrebbe essere liscia ed omogenea, indicando che si ha una alimentazione sana ed equilibrata

Unghie dei piedi colore SCURO tra il BLU ed il VIOLA, indica una alimentazione squilibrata, dovuta al consumo di troppi cibi YANG, animale, oppure di cibi molto YIN come la frutta, lo zucchero o cibi estremi di entrambe le qualità.

Unghie dei piedi COLORE BIANCO e superficie scabrosa, , si nota spesso tra il QUARTO ed il QUINTO DITO, la causa risiede nel consumo esagerato di liquidi e grassi, bibite, bevande, frutta, succhi di frutta, derivati del latte, grassi di origine animale e vegetale, con possibili disordini al FEGATO e alla vescicola BILIARE

DITA DEI PIEDI

Le dita dei piedi sono formate dai meridiani energetici, e quindi ciascun DITO o AREA del piede rappresentano alcuni organi e le loro funzioni.

Piede, ALLUCE, tutto il dito unghia compresa fino alla prima parte esterna del piede e tra alluce e medio, corrisponde alla MILZA, PANCREAS e al FEGATO

Piede, INDICE e MEDIO, secondo e terzo dito, corrispondono allo STOMACO

Piede, ANULARE, quarto dito, corrisponde alla VESCICOLA BILIARE, se sul quarto dito si forma un callo, significa che si sono problemi alla vescicola biliare, per un eccesso di grassi, cibi animali, o vegetali

Piede MIGNOLO quinto dito, e parte laterale fino al prime 1/3 del piede,corrisponde alla VESCICA

DITA INCURVATE CHE SI SOVRAPPONGONO SUGLI ALTRI

Indicano che l’organo che è rappresentato dal dito che si frappone e’ più forte dell’organo rappresentato dal dito che rimane sotto

Piede ALLUCE incurvato all’INTERNO , verso il SECONDO dito, indica che la MILZA e le funzioni LINFATICHE, sono molto attive, mentre le funzioni del FEGATO sono rallentate e pigre a causa del consumo di troppi grassi ed olii di derivazione animale e vegetale, ed in genere di una alimentazione troppo YIN

Alluce accavallato al secondo dito, indica che il meridiano dello stomaco e’ piu’ debole di quello del fegato, chi ha questa condizione dovrà evitare ogni sorta di stimolanti, zucchero raffinato, cibi acidi, le spezie piccanti, che danneggiano lo stomaco e’ probabile che queste persone soffrano di disturbi gastrici e che perciò siano prudenti nelle scelte alimentari. Il cibo va masticato bene Va ridotta l’energia del fegato e rafforzata quella dello stomaco

Piede dito ANULARE, quarto dito, qui troviamo il meridiano della CISTIFELLEA, un grosso CALLO su questo dito, indica problemi alla cistifellea, si mangiano troppi alimenti grassi o unti che provocano un accumulo di colesterolo nel fegato e nella cistifellea Se il callo e’ di colore scuro, indica che ci sono formazioni di CALCOLI BILIARI, ed un temperamento violento, calli al quarto dito indicano una persona soggetta ad esplosioni emotive, scatti improvvisi di rabbia e calma improvvisa., il percorso del MERIDIANO della CISTIFELLEA, scorre sulla parte esterna della gamba, supera il collo del piede fino ad arrivare alla punta del quarto dito

Piede MIGNOLO, o quinto dito, incurvato all’INTERNO verso il quarto dito o anulare,

indica eccesso della attività RENALE o della VESCICA, funzioni ESCRETORIE ABBONDANTI, la causa sta nel consumo esagerato di cibi e bevande YIN come le bibite, la frutta, i succhi di frutta, lo zucchero e tutti gli alimenti dolci.

Piedi, dita INCURVATE VERSO L’ALTO indicano una persona attiva dal carattere aggressivo ed irascibile

Piedi, dita incurvate verso il BASSO, dita a martelo, indicano una persona tesa e nervosa

DITA DEI PIEDI e corrispondenza con gli ORGANI

ALLUCE – FEGATO e MILZA, l’ALLUCE, e sua UNGHIA, corrisponde alla MILZA e PANCREAS e alle loro funzioni, specialmente nel lato opposto alle altre dita, corrispondono anche al fegato e alle sue funzioni, in particolare nel lato rivolto verso le altre dita cone funziona il MEDRIDIANO del FEGATO e della MILA, il meridiano del FEGATO, inizia in cima all’ALLUCE, nel punto di congiunzione dell’unghia con la cuticola, risale pa parte interna della gamba, lungo il polpaccio e la coscia, fino all’inguine, da qui attraversa trasversalmente il lato della regione dello stomaco, arriva in un punto a fianco della cassa toracica e risale fino ad un altro punto appena sotto il capezzolo, L’altro piede percorre lo stesso meridiano specularmente, Il MERIDIANO della MILZA, parte all’interno dell’alluce, percorre la parte interna del piede, sale sulla parte interna della tibia, supera ginocchio e coscia, risale l’inguine, la parte esterna dello stomaco fino all’ascella ed infine curvando ad uncino, sotto l’ascella termina in un punto posto più indietro, CALLI nella PARTE LATERARE del PIEDE, comunemente detto CIPOLLA, spesso e’ ROSSO ed INFIAMATO, e presenta come una massa ossea,, indica una MILZA lenta ed affaticata a causa del consumo eccessivo di dolci, e dall’insufficiente apporto di minerali, chi ha questo disturbo, spesso soffre di ARTRITE

In genere questo disturbo compare perché la MILZA sta cercando di espellere energia in eccesso ed i rifiuti, l’energia è bloccata nella milza, e tende quindi a risalire il meridiano, causando la dilatazione dei capilari ed una massa ossea sul lato del piede, se il disturbo si protrae l’energia in eccesso tende ad accumularsi, si calcifica e forma una protuberanza di grosse dimensioni. In genere un disturbo di questo tipo fa pensare ad una persona molto OSTINATA. ALLUCE GONFIO ed all’insu’, indica persona dall’appetito robusto, violenta ed irascibile

INDICE del piede o secondo dito STOMACO. Se il SECONDO DITO e’ piu LUNGO dell’ALLUCE, lo STOMACO e’ debole costituzionalmente, Nel secondo dito del piede troviamo il MERIDIANO dello STOMACO, che scende lungo il volto, percorre la parte anteriore del corpo, scende lungo la pare esterna del polpaccio e termina sul secondo dito del piede, in genere questo dito è indicativo delle abitudini alimentari della persona e del suo tratto digerente, se il secondo dito del piede e’ GONFIO, significa che lo stomaco e’ appesantito, che si sta cervcando di eliminare l’energia in eccesso che si è accumulata e bloccata sia a livello dell’organo che del merdidiano, se il secondo dito e’ PIU’ LUNGO degli altri, il meridiano dello STOMACO e il suo organo sono molto FORTI, la persona ha un appetito robusto e tenderà a mangiare troppo, ingrassando facilemente ed alla fine potrebbe essere colpito da GOTTA o da ARTRITE, chi ha uno stomaco robusto, in genere pensa di poter mangiare impunemente qualsiasi cosa.
In genere sono persone che si compiacciono di avere uno stomaco di ferro, ma non hanno però un fegato di ferro, e quindi accumulano nello stomaco alimenti che il fegato non riesce ad elaborare, se si abusa progressivamente del proprio feagto, si diventa più ostili ed irosi verso gli altri, con esplosioni emotive difficilmente controllabili Chi ha questi sintomi dovrebbe ridurre drasticamente il consumo di alimenti e bevande elaborati e pesanti, specie di grassi ed alcool.
MEDIO del piede o terzo dito, nessun organo
ANULARE del piede o quarto dito- VESCICOLA BILIARE
MIGNOLO del piede o quinto dito, RENI Il MIGNOLO del PIEDE STORTO, e PIEGATO, con un’UNGHIA MOLTO PICCOLA e’ indizio di DISTURBI ai RENI
Sul mignolo scorre il MERDIANO della VESCICA, il cui percorso va dalla schiena, sui glutei, lungo la parte posteriore della gamba fino al tallone, sulla schiena si divive in due percorsi paralleli che si ricongiungono dietro il ginocchio, poi il meridiano scende lungo il polpaccio, percorre la parte esterna del piede fino al dito mignolo Un dito mignolo flessibile e ben sviluppato indica che i disturbi nella zona lombare sono meno probabili ed na donna con i mignoli flessibili avrà un parto senza problemi.

PROBLEMI AI PIEDI

Se le UNGHIE dei piedi sono SPEZZATE o SCREPOLATE, indicano che sono state prese MEDICINE molto forti o delle DROGHE.
CALLOSITA’, alla pelle del piede indicano un CONSUMO ECCESSIVO di PROTEINE, specie animali.
I piedi screpolati sono indice di disturbi alla MILZA e al PANCREAS,
un dolore o una scarica in un dito indicano un disturbo all’organo corrispondente
Se il SECONDO DITO e’ piu LUNGO dell’ALLUCE, lo STOMACO e’ debole costituzionalmente,

PIEDI e CONDIZIONI DELL’ORGANISMO

Anche i PIEDI indicano la condizione di tutto l’organismo, poichè il corpo ed i piedi sono impegnati nel rapporto verticale-orizzontale dell’equilibrio di tutta la struttura, ogni zona dei piedi si collega ad una qualche parte del corpo, di conseguenza stati particolari, apparenti in una qualche parte dei piedi corrisponde a condizioni e funzioni degli organi o parti del corpo ad essa correlati.
PIEDI- DITA e correlazione con gli organi interni
Le DITA e le UNGHIE dei piedi rappresentano gli organi e le funzioni collocati nella zona mediana del corpo, e cioe’ alla milza, al pancreas, al fegato, allo stomaco, alla vescica biliare e alla vescica urinaria
TRA ALLUCE e MEDIO, FEGATO
INDICE e MEDIO del PIEDE e le loro UNGHIE, rappresentano lo STOMACO e le sue funzioni, il secondo dito il MEDIO, rappresenta lo stomaco con la sua funzione, mentre il TERZO dito il MEDIO, indica con maggiore accuratezza le funzioni dello sfintere dello stomaco e del duodeno
ANULARE, QUARTO DITO, e la sua UNGHIA, corrispondono alla VESCICOLA BILIARE, CISTIFELLEA e alle sue funzioni
MIGNOLO- QUINTO PIEDE, e la sua UNGHIA, corrispondono alla VESCICA urinaria e alla sua funzione
PARTE ALTA DEL PIEDE a metà corrisponde ai RENI
PIEDE aree alla base delle DITA dei PIEDI
AREA SOTTO IL DITO INDICE, SECONDO dito, funzioni del cuore e della circolazione
AREA SOTTO il DITO MEDIO, TERZO, funzioni della ilza e della circolazione linfatica
AREA SOTTO IL DITO ANULARE, QUARTO, funzioni dei polmoni e della respirazione
AREA SOTTO IL DITO MIGNOLO, QUINTO, funzioni renali e del sistema escretore
PIEDI CALLOSITA’.
NOTA: I grassi saturi solidi, vengono spesso eliminati sotto forma di calli sulle piante dei piedi e delle dita dei piedi, sono in genere causati dal consumo eccessivo di cibi animali come uova, pollo, formaggio, carne e prodotti caseari, abbiamo visto come ad ogni dito del piede corrisponda un organo interno, le dita dei piedi e delle mani sono estensioni dei meridiani energetici che caricano ciascun organo, quando si sviluppano delle callosità significa che nell’organo corrispondente si stanno accumulando grasso e muco in eccesso Normalmente l’energia fluisce fuori e dentro le dita e le piante dei piedi, ma quando ci sono delle callosita’ questo flusso e’ bloccato e si ha una minore vitalità Una dieta adeguata fa diminuire ed ammorbidire queste callosità.
Video auto massaggio del piede


La riflessologia è presente non solo nel piede ma in tutto il corpo...
cioè "è tutto collegato"



Ogni tua cellula comunica con altre cellule come tu (insieme di cellule) comunichi con gli altri esseri di questo pianeta...






Sai cosa vuol dire Benessere totale ?

clicca il link
http://www.raymondbard.com/p/perche-benessere-totale.html





Forse sei interessato anche a questi articoli ?

http://www.raymondbard.com/search/label/NATUROPATIA

http://www.raymondbard.com/search/label/RIMEDI%20NATURALI

FACEBOOK di RAYMOND MANDA L'AMICIZIA

NATUROPATIA MEDICINA ALTERNATIVA - GRUPPO FACEBOOK

http://www.raymondbard.com/p/gruppi-facebook.html


http://www.raymondbard.com/2013/03/forse-sei-un-prodigio-e-non-lo-sai.html




@@@@@@@@@@  CONSULENZA  @@@@@@@@@@@
@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

CONSULENZA TELEFONICA GRATUITA SOLO IL SABATO DALLE 14,00 ALLE 15,00 
AI SOLI ISCRITTI A QUESTO SITO.
(Non tempestatemi di mail, se siete veramente interessati scrivete sotto nei commenti, le risposte che vi darò possono essere utili anche agli altri)



@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@


COME RISPARMIARE 100 EURO DI CONSULENZA

INCONTRO  CON CONSULENZA GRATUITA PRESSO L'ASSOCIAZIONE NAMASTE INTERNATIONAL COMMUNITY

BASTA TESSERARSI ED ESSERE SOCI ATTIVI PER IL BENESSERE COLLETTIVO.
(leggere il regolamento e lo statuto)

APPUNTAMENTI PRESSO L'ASSOCIAZIONE DI SABATO E DOMENICA 

clicca quì soto
http://namastecommunity.it/

======================================

TI PIACE IMPARARE TANTE COSE?
SEI UNA PERSONA POSITIVA E ALTRUISTA?
TI PIACEREBBE MUOVERE IL TUO PRIMO PASSO PER MIGLIORARE QUESTO MONDO PARTENDO DALLA MENTALITA' DI CHI TI STA INTORNO?

ECCO COME FARE GIA' DA ADESSO...


Anahera ti paga la tua formazione da angelo risvegliatore ....
Tu devi studiare con amore e impegno per svegliare gli altri....e gli altri faranno lo stesso fin quando tutti saranno più coscienti e consapevoli ....
Iscriviti adesso e comincia oggi a studiare e divulgare ciò che hai imparato.

Anahera.info/raymondbard











Clicca su post più vecchi

Clicca          su       post più vecchi

Dona a chi impiega il suo tempo per gli altri con amore e altruismo. dona per alimentare il bene.

ATTENZIONE A TUTTI I SITI INTERNET

COMPRESO QUESTO...
ATTENZIONE Le informazioni contenute in questo sito(anche se selezionate con attenzione) come in tantissimi altri siti internet,sono di carattere informativo e generico, pertanto devono solamente essere usate a scopo didattico e NON per diagnosi su se stessi o su terzi, NON per scopi terapeutici, NON per automedicazione. In NESSUN CASO le informazioni presenti in questo sito si sostituiscono al parere di un medico. Pertanto si esortano i visitatori a rivolgersi IN OGNI CASO al proprio medico per avere dei pareri seri e professionali sul proprio stato di salute e sulle eventuali terapie da adottare. I gestori del sito non si assumono responsabilità per danni, di qualsiasi natura, che l'utente, attingendo le informazioni da questo sito, potrebbe causare a se stesso a o terzi, derivanti da uso improprio o illecito delle informazioni riportate in questo sito, o da errori e imprecisioni relativi al loro contenuto, o da libere interpretazioni, o da qualsiasi azione che l'utente del sito possa intraprendere autonomamente e disgiuntamente dalle indicazioni del proprio medico curante.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.