Come aumentare le visite al tuo sito blog portale...

E' la domanda focale sul web. Vediamo allora cosa consigliano nella grande rete! Una piccola e, certamente, non esaustiva guida per farsi ''conoscere'' nel fantastico mondo di internet! Per il buon "zio Traffyk" non devi fare altro che scrivere un articolo intitolato ''Come aumentare le visite al tuo sito, blog, portale''... e ripetere la stessa frase all’interno del post, magari un pochino in tutte le sue varianti di keywords. "Una volta pubblicato l’articolo tutti cercheranno come aumentare visite, e sicuramente qualche visita su google la otterrai sempre, se poi il giochetto ti funziona e qualcuno magari ti linka per la bravata allora probabilmente salirai anche di posizione nelle ricerche". Parola di zio Traffyk... il quale, poi, cordialmente ci invita a linkarlo! Una via un po' più SEO è invece quella indicata da Emanuele Tolomei su espertoseo.com Si articola in poche precise mosse (10 per la precisione, che per non essere irriverente non chiamerò i 10 comandamenti del Seo...) spero piuttosto efficaci. 1. Title tag - Ogni pagina del vostro sito dovrà avere un Titolo distinto dal resto del sito, in modo tale che venga riconosciuta da Google come un elemento diverso dalla Home-page, e per questo posizionato in relazione al suo contenuto. Nel titolo, che non dovrà superare gli 80 caratteri, vanno inserite le principali Keywords alle quali mirate. 2. Contenuto - I contenuti (Keyphrases) devono essere di qualità, e dove è possibile vanno supportati da immagini, video, testi e il maggior numero di contenuti multimediali. Le parole chiave devono susseguirsi in ordine logico nel testo senza far perdere la fluidità nella lettura. 3. Qualità Links - L'autorità dei BackLink che puntano al vostro sito è sempre più determinante, fino al punto che si può ottenere un PR (page rank) più alto con un minor numero di Link di ritorno rispetto a qualche tempo fa. Inoltre i link di ritorno favoriscono una maggiore frequenza di scanzione del vostro sito, che sarà passato al setaccio dagli spider, ogni volta che essi troveranno un vostro link da qualche parte. 4. Quantità Links - I link di qualità sono molto difficili da ottenere specialmente all'inizio e quindi è bene ricorrere alle comuni directory, sempre più in aumento. Quelle più attendibili continuano a essere DMOZ e Yahoo Directory oppure Technorati se si tratta di un blog, l'importante è fare una scelta accurata della sezione nella quale andrete a collocarvi. 5. URL - L'importanza del URL è spesso discussa, ma una cosa rimane sempre indiscutibile. Ai motori di ricerca non piacciono troppi parametri nell'URL (facile confondere le spider con '&' e '?') e la gente, inoltre, non è in grado di leggere certi tipi di URL ne tanto meno decifrarne il significato a colpo d'occhio. Questo aspetto è molto importante perchè inserire parte del titolo in questo campo consente, invece, di trovare a chi sta per cliccare a quell'indirizzo proprio quello che stava cercando. 6. Spider Food - Gli Spider mangiano HTML, molto meno contenuti in Flash. Mangiano testo, non le immagini. Rendere felici gli spider, quindi, con HTML (di buona qualità, cioè ben scritto e formattato) con enormi quantità di testo da mangiare. 7. Architettura del sito - C'è un sacco di cose da considerare qui, ma l'obiettivo è la creazione di un sito facilmente accessibile agli spider, un sito che dice loro dove andare e cosa indicizzare. Le sitemaps sono di vitale importanza per questo scopo, come lo è l'uso corretto del file Robots.txt. 8. Aggiornare frequentemente i contenuti - Si potrebbe creare un sito e lanciarlo nel web senza problemi, e magari vederlo anche ben posizionato nelle SERP all'inizio, ma gli altri non staranno a guardare e creeranno dei contenuti che schiacceranno i vostri in pochissimo tempo, è quindi necessario aggiornare il sito periodicamente. Attualmente direi che siamo a un punto in cui almeno una cosetta alla settimana va fatta. Per i blog direi almeno ogni due-tre giorni. 9. Inizia un blog - Un ottimo metodo per ottenere popolarità in breve tempo è quello di aprire un Blog, magari anche esterno al sito, che tratti di argomenti pertinenti e rimandi a contenuti del sito stesso. L'autorità ottenuta dal Blog (vedi su Technorati) aiuterà il posizionamento del vostro sito principale. Vale anche il viceversa, ovvero un sito ''esca'' verso il blog... 10. Non dimenticare il fattore umano - Questo è l'aspetto più importante, probabilmente dovrebbe essere più in alto nella lista. C'è un arte per la progettazione di un sito che è amico di entrambi i crawler di Google e in ultima analisi, le persone che vogliono convertire. Quindi crea prima un sito a misura d'uomo e poi pensa agli spider dei motori di ricerca. L'usabilità è un aspetto fondamentale non tanto per ottenere visite, ma per fidelizzare il visitatore. Spero di avervi fatto cosa gradita con questa piccola raccolta di consigli trovati ''online''.

Nessun commento:

Posta un commento

Questo post ti ha dato informazioni utili ?
Un tuo commento mi aiuta a migliorare e nel proseguire la mia Mission.
Ti ringrazio inoltre se vorrai iscriverti nel mio blog e condividere questo articolo nei tuoi social.

Clicca su post più vecchi

Clicca          su       post più vecchi

Dona a chi impiega il suo tempo per gli altri con amore e altruismo. dona per alimentare il bene.

I + CLICCATI DELLA SETTIMANA SU RAYMONDBARD.COM

ATTENZIONE A TUTTI I SITI INTERNET

COMPRESO QUESTO...
ATTENZIONE Le informazioni contenute in questo sito(anche se selezionate con attenzione) come in tantissimi altri siti internet,sono di carattere informativo e generico, pertanto devono solamente essere usate a scopo didattico e NON per diagnosi su se stessi o su terzi, NON per scopi terapeutici, NON per automedicazione. In NESSUN CASO le informazioni presenti in questo sito si sostituiscono al parere di un medico. Pertanto si esortano i visitatori a rivolgersi IN OGNI CASO al proprio medico per avere dei pareri seri e professionali sul proprio stato di salute e sulle eventuali terapie da adottare. I gestori del sito non si assumono responsabilità per danni, di qualsiasi natura, che l'utente, attingendo le informazioni da questo sito, potrebbe causare a se stesso a o terzi, derivanti da uso improprio o illecito delle informazioni riportate in questo sito, o da errori e imprecisioni relativi al loro contenuto, o da libere interpretazioni, o da qualsiasi azione che l'utente del sito possa intraprendere autonomamente e disgiuntamente dalle indicazioni del proprio medico curante.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.