LA DIFFERENZA TRA UOMINI E DONNE

LA DIFFERENZA TRA UOMINI E DONNE

Da quando l’uomo e la donna si sono scoperti anatomicamente diversi tra loro, hanno sempre cercato di motivare questa differenza anche a livello psicologico o, altre volte, di renderla solo e unicamente fisica.
Se n’è parlato, fiumi di parole sono state scritte sull’argomento, ma mai si è giunti ad una conclusione definitiva.
Si parla di gentil sesso e sesso forte e l’attimo dopo di parità dei sessi, si accoglie questa possibile differenza con felicità o con indignazione: insomma le opinioni sono contrastanti, impossibili da conciliare.
E mentre dibattete e scegliete quale corrente di pensiero su questo argomento si avvicina di più alla vostra filosofia io vi propongo uno degli ultimi studi, effettuato da Louann Brizendine, sul cervello femminile. Ha pubblicato anche un libro sui suoi studi,“The female mind” (“il cervello femminile”), perfettamente riassunto in una citazione tratta proprio da questo: “Se le donne hanno una marcia in più rispetto agli uomini è merito del loro cervello. Le donne si emozionano e ricordano tutto, gli uomini parlano poco e pensano al sesso”.
Il dato più sconcertante o interessante, a seconda dei punti dei vista, è quello riguardante l’aspetto neurolinguistico: lei parla fino a tre volte più di lui, ma comunque l’uomo non l’ascolta.
Infatti secondo i dati riportati dal libro della psichiatra e neurobiologa dell’Università di Berkley in California, le donne pronunciano 20.000 parole al giorno e gli uomini solo 7.000.
Questa studiosa non fa che avvalorare la tesi secondo cui le donne siano più logorroiche, interessate dalle lunghe chiacchierate e divertite dai pettegolezzi, e aggiunge che l’uomo non solo non ascolta, ma ha realmente il chiodo fisso del sesso: infatti la mente dell’uomo evocherebbe pensieri a sfondo sessuali circa una volta al minuto, mentre il cervello femminile si limiterebbe ad una volta al giorno, perché la quantità di testosterone che raggiungerebbe il cervello della donna è dalle dieci alle cento volte inferiore.
Anche un abbraccio viene interpretato in maniera diversa da entrambi: in una donna una stretta di circa venti secondi stimola la produzione di ossitocina (“l’ormone dell’attaccamento”).


Secondo la dottoressa Brizendine la differenza è prevalentemente biologica, infatti i due cervelli sarebbero differenti sia dal punto di vista delle dimensioni (quello dell’uomo è più grande) che della densità (quello della donna ha una densità più elevata).
“Attraverso la risonanza magnetica - sostiene la Brizendine - si scopre che le donne hanno "autostrade a otto corsie" per elaborare le emozioni, mentre gli uomini solo strade di campagna».
La spiegazione è semplice: "La percentuale di neuroni nell'area cervello associata alle emozioni e alla memoria è infatti maggiore per le donne: l'11% in più”. Per questo le donne hanno maggior capacità nel ricordare e nel percepire e comprendere le emozioni! È anche vero che l’uomo è più predisposto all’autocontrollo mentre la donna alle crisi d’ansia: così che mentre il primo riesce a razionalizzare meglio le situazioni, la donna fa di piccoli inconvenienti drammi.
Il mondo scientifico non è di certo rimasto indifferente alla tesi della studiosa e le reazioni di sdegno non sono poi così poche.
La psicologa Janet Hyde (Università del Wisconsis a Madison) è convinta del fatto che gli innumerevoli studi sulle diversità tra il cervello maschile e quello femminile hanno portato all’unica conclusione che le differenze tra i due “sono statisticamente vicine allo zero”.
Si pronuncia anche la psichiatra Nancy Andreasen (Università dell’Iowa) che viene considerata un’autorità nell’ambito di questo argomento: tali differenze “sono usate solo per opprimere e soprrimere le donne”, sono prive di fondamento scientifico.
La Brizendine non si lascia intimorire e continua a sostenere la sua tesi affermando che i suoi studi come direttrice del Women’s Hormone Clinic l’hanno portata a formulare una spiegazione che, attraverso la chimica cerebrale, spiega una vasta gamma di comportamenti.

Nessun commento:

Posta un commento

Spero che l’articolo che ho scritto ti abbia dato delle informazioni utili.
Ti sei iscritto a questo blog?
Mi farebbe molto piacere ricevere un tuo commento. Mi aiuta nel proseguire il mio lavoro di diffusione di nuovi modi per stare bene e vivere serenamente.
Ti ringrazio inoltre se vorrai iscriverti nel mio blog e condividere questo articolo sui social.
Translate in Italian language.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Clicca su post più vecchi

Clicca          su       post più vecchi

Dona a chi impiega il suo tempo per gli altri con amore e altruismo. dona per alimentare il bene.

ATTENZIONE A TUTTI I SITI INTERNET

COMPRESO QUESTO...
ATTENZIONE Le informazioni contenute in questo sito(anche se selezionate con attenzione) come in tantissimi altri siti internet,sono di carattere informativo e generico, pertanto devono solamente essere usate a scopo didattico e NON per diagnosi su se stessi o su terzi, NON per scopi terapeutici, NON per automedicazione. In NESSUN CASO le informazioni presenti in questo sito si sostituiscono al parere di un medico. Pertanto si esortano i visitatori a rivolgersi IN OGNI CASO al proprio medico per avere dei pareri seri e professionali sul proprio stato di salute e sulle eventuali terapie da adottare. I gestori del sito non si assumono responsabilità per danni, di qualsiasi natura, che l'utente, attingendo le informazioni da questo sito, potrebbe causare a se stesso a o terzi, derivanti da uso improprio o illecito delle informazioni riportate in questo sito, o da errori e imprecisioni relativi al loro contenuto, o da libere interpretazioni, o da qualsiasi azione che l'utente del sito possa intraprendere autonomamente e disgiuntamente dalle indicazioni del proprio medico curante.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.