IL MORBO DI PARKINSON E DI ALZHEIMER - news

IL  MORBO  DI  PARKINSON  E  DI  ALZHEIMER
E  IL  PROLUNGARSI  DELLA  VITA

Dott. Marco CASINI

11 marzo 2005
      Queste due malattie colpiscono il sistema nervoso, prevalentemente gli individui anziani e purtroppo entrambe sono molto invalidanti: √® praticamente impossibile pensare di gestirle senza la condivisione con altre persone e proprio per questo assumono una valenza di grande impatto sociale.


IL  MORBO  DI  PARKINSON
      Questa malattia fu descritta per la prima volta da James Parkinson nel 1817, nel suo “saggio sulla paralisi agitante”. Essa si manifesta di solito nella seconda met√† della vita, l’et√† media d’inizio infatti √® a 55 anni, colpisce un po’ di pi√Ļ gli uomini rispetto alle donne. Non √® ancora stata identificata una causa certa, per√≤ √® stata riscontrata una predisposizione ereditaria anche se limitata ad un 10% dei casi.
      Uno degli aspetti caratteristici di questa malattia sono le sedi anatomiche dove essa esplica i suoi danni definitivi: tra queste desidero ricordare il “locus niger”. √ą una zona triangolare di colore nero che va costantemente incontro ad una degenerazione, evidente allo studio istologico sin dal lontano 1919. C’√® da precisare che sono almeno una decina le sedi di possibili lesioni e questo fa si che vi sia una certa eterogeneit√† dei quadri clinici, data dai diversi deficit biochimici che si instaurano nei singoli pazienti.
      Generalmente si instaura una deficienza di dopamina che svolge un ruolo fondamentale nel movimento, in agonismo con l’acetilcolina: questa sbilancia l’equilibrio a suo favore e ci√≤ fa si che le normali azioni che compiamo siano disarmoniche.
      L’esordio del Parkinson √® insidioso: dolori sparsi, una certa affaticabilit√† ed una riduzione dell’attivit√† possono indurre a sbagliare la diagnosi. Poi l’insorgenza del tremore chiarifica molto. √ą un tremore che compare “a riposo”, scompare durante il sonno; le emozioni, la fatica lo facilitano. Si tratta di un tremore regolare al ritmo di 4 \ 8 cicli al secondo e forse il pi√Ļ caratteristico √® quello che mima il contar denaro (oppure fare pillole) compiuto dal pollice ed indice di una sola mano.
      Un altro segno indicativo di questa malattia √® l’acinesia. Essa consiste nella progressiva rarefazione e lentezza dei movimenti: il malato √® obbligato a volere ed a pensare ognuno dei suoi gesti; inoltre scompaiono tutta quella serie di atti che accompagnano il nostro moto, il parlare, il pensare. Il volto diviene una maschera inespressiva, fissa, amimica.
      Il terzo segno contraddistinguente il Parkinson √® l’ipertonia: per colpa di quello sbilanciamento biochimico prima descritto, nei muscoli si crea una vera e propria rigidit√†, una costante resistenza al movimento passivo: si usa chiamarla rigidit√† a tubo di piombo per descrivere la sensazione di malleabilit√† che essa evoca.
      Spesso a questi sintomi si possono associare disturbi vegetativi quali l’ipersecrezione sebacea e soprattutto ipersalivazione: rimarr√† nei nostri cuori quanto questo segno abbia segnato le apparizioni del Santo Padre Giovanni Paolo II.
      Le cure sono in continua evoluzione: quasi tutte tendono a riequilibrare quella bilancia dopamina\acetilcolina che √® alla base del recupero di una normalit√†. Purtroppo gli effetti benefici di questi nuovi farmaci hanno dei limiti temporali variabili da caso a caso e questo spinge la ricerca verso nuove frontiere, si spera pi√Ļ risolutive.


LA  DEMENZA  DI  ALZHEIMER
      Si deve ad Alois Alzheimer nel 1907, la prima descrizione organizzata di questa forma di demenza senile, sebbene gi√† un secolo prima Fisher avesse riscontrato sul tavolo autoptico quelle alterazioni del cervello (placche senili) che caratterizzano questa malattia.
      Non esistono dati univoci che descrivano la sua esatta eziologia, pertanto si preferisce parlare di fattori di rischio pi√Ļ che di vere e proprie cause scatenanti: l’invecchiamento √® il solo fattore di rischio incontestabile e manifesto finora identificato. Tuttavia √® altrettanto vero che non basta essere anziani per andare incontro alla demenza: √® indiscutibile che vi sia un impoverimento delle cellule neuronali e che il disagio dovuto alle obiettive difficolt√† del corpo che invecchia sia un aggravante, ma non √® tutto scontato!
      Vi sono alcune ipotesi che potrebbero spiegare l’instaurarsi della malattia, segnalo quella genetica (modello autosomico dominante?), quella tossica (alluminio\silicio?\abuso di analgesici\ fumo?), quella virale (herpes virus?), quella dei radicali liberi (capaci di portare a morte il neurone).
      Di fatto alla fine di tutto c’√® un danno biochimico all’interno della cellula nervosa, anzi questo non avviene contemporaneamente in tutto il cervello: inizialmente sono coinvolte la corteccia parietale, la temporale posteriore e la occipitale anteriore; in maniera pi√Ļ globale successivamente saranno interessate tutte le zone rimanenti.
      Il danno biochimico colpisce sicuramente i neuroni che trasmettono i segnali tramite acetilcolina e glutammato e che presiedono i processi della memoria, probabilmente c’√® un deficit anche della serotonina a determinarne la compromissione cognitiva. Tutto ci√≤ √® importante da un punto di vista terapeutico: molte sono le medicine testate in questi anni per correggere questi deficit; di fatto non √® stato ancora trovato un farmaco risolutivo.
      Da un punto di vista clinico vanno distinte tre fasi di evoluzione: la fase prodromica insorge dopo i 45 anni ed √® lenta, caratterizzata da sintomi vaghi che fanno di solito dire al paziente “che mi sta succedendo? … – Mi sento strano, come se qualcosa fosse cambiato…”. La vita √® quasi normale per il tentativo del paziente di compensare le iniziali anomalie della sfera mnesico\cognitiva, di solito si parla di depressione per spiegare il cambiamento.
      Fase neuropsiachiatrica: √® in questo tempo (3 – 6 anni) che di solito il malato giunge alla attenzione di un medico, pi√Ļ facilmente, portato dai conviventi per il comportamento anomalo ingravescente. Progressivamente le tracce pi√Ļ consolidate della memoria svaniscono, fino alla completa perdita del patrimonio mnesico. Inoltre compaiono quelle anomalie psichiche (aggressivit√† – paranoia – fughe notturne etc.) che rendono ancor pi√Ļ tragico sia il vivere che il convivere.
      Fase neurologica: √® la fase terminale ed √® caratterizzata dall’insorgere di quadri neurologici quali crisi epilettiformi e\o paralisi. La deambulazione √® compromessa ed alla fine non si alimenta pi√Ļ quasi come se si volesse lasciar morire.
      √ą impossibile, a mio avviso, lasciare che la gestione quotidiana di questa malattia ricada sulle spalle del solo coniuge convivente, anche se in perfetto stato fisico: √® una situazione complessa che implica la condivisione della famiglia, dello stato e laddove possibile, anche di volontariato laico e parrocchiale. Mi √® difficile descrivere a parole lo strazio che questo stato comporti, ma chi ha vissuto in prima persona questa esperienza comprende di cosa stia scrivendo; purtroppo al momento non vi √® neanche il conforto di una terapia valida con benefici protratti nel tempo.
(INSERIMENTO  DI  MATERIALE  PROIETTATO  CON  BREVE  COMMENTO)
      La comprensione della vita - fenomeno al quale secondo Monod (1910-1976) hanno contribuito sia il caso sia la necessit√† - e in particolar modo lo studio del fenomeno dell'autocoscienza √® possibile solo se ci si avvale dell'interezza degli strumenti cognitivi dell'uomo, nei quali logica e fantasia s'intrecciano in modo da permettergli di creare scienza e arte. Non credo, quindi, che sia possibile una comprensione dell'uomo e pi√Ļ in generale della realt√† che non utilizzi sia l'arte sia la scienza.
      La ricerca sulla demenza tipo Alzheimer si √® focalizzata su due proteine: la proteina tau che √® essenziale per la struttura e per la funzione neuronale, e la proteina beta-amiloide, presente in tutte le cellule e la cui funzione non √® ancora stata chiarita. Vi √®, infatti, un dato sorprendente: animali geneticamente modificati che non sintetizzano la proteina beta-amiloide non presentano alterazioni strutturali o funzionali apprezzabili, per cui ci si chiede quale sia la funzione di una proteina sintetizzata pressoch√© da tutte le cellule della quale per√≤ sembra che l'organismo possa farne a meno.
      Questo dato, a mio avviso, √® uno dei molti esempi che illustrano come lo studio della biologia assomigli all'aprire scatole cinesi, ognuna delle quali ha complessit√† maggiore di quella che la contiene.
      Ritornando al problema della neuropatologia della demenza tipo Alzheimer, si √® imputata la neurodegenerazione alla sintesi abnorme di queste due proteine, poich√© la loro struttura modificata fa s√¨ che esse si aggreghino in ammassi denominati «intrecci neurofibrillari» e «placche senili». I primi si accumulano all'interno dei neuroni, le seconde all'esterno. Gli intrecci neurofibrillari hanno effetti lesivi sulla funzione neuronale, mentre le placche senili hanno prevalentemente effetti neurotossici. Un possibile meccanismo patogenetico √® quello illustrato in figura 15.
Figura 15

      Su tale base si sono individuati sia potenziali fattori di rischio e fattori protettivi (figura 16) sia alcuni approcci terapeutici ancora in fase sperimentale (figura 17).
Figura 16


Figura 17

      Vi invito per√≤ a diffidare dell'assunzione di troppi farmaci, e a curare invece una sorta di serenit√† interiore, direi di eudemonia.
      Per quanto riguarda gli interventi terapeutici, piuttosto che limitare con antiossidanti gli effetti dannosi dei radicali liberi consiglierei di ridurne la produzione con diete bilanciate e con l'assunzione di acido folico (approccio n. 6 in figura) visto che, come anche il nostro gruppo ha dimostrato, i livelli di omocisteina e quindi di radicali liberi aumentano sopra la soglia di tollerabilit√† nei soggetti affetti da morbo di Parkinson e in soggetti colpiti da Alzheimer.
      La relazione fra la causa (placche senili) e l'effetto (demenza di Alzheimer) non √® da considerare del tutto provata, in ogni condizione clinica. Bisogna infatti ricordare che alcuni soggetti anziani che avevano una sfera cognitiva integra presentavano egualmente questi aggregati proteici, seppure con minor densit√† di quella che si riscontra in soggetti dementi.
      Si ha quindi una ulteriore riprova che relazioni biunivoche fra lesioni cerebrali e funzione dei circuiti nervosi non √® sempre possibile: talvolta √® possibile che vi siano deficit in assenza di lesioni rilevabili istologicamente, come anche √® possibile che vi siano lesioni anche imponenti senza deficit apparenti.
      Di fronte a queste incertezze devo sottolineare che il cervello √® ancora un continente misterioso del quale abbiamo sinora iniziato a esplorare solo le coste. A riprova di questo assunto riporto una poesia scritta da una giovane donna che aveva subito tre interventi al cervello con lesioni e asportazioni di parenchima in entrambi gli emisferi:

Ascoltami ti prego, ho bisogno di parlare
Concedimi pochi istanti soltanto
Accetta ciò che vivo, ciò che provo
Senza reticenze, senza giudicare.
Ascoltami ti prego, ho bisogno di parlare
Non interrompermi e non cercare di analizzare
Non cercare di violare il mio mondo nascosto
So bene ciò che voglio e fino a dove posso spingermi.

      Mi chiedo se queste parole descrivano un'ultima difesa dell'io, che cerca di salvare la sede recondita ove sopravvive, o il desiderio di quella comunione con l'amato che si basa sul silenzio e l'interpretazione irrazionale dell'altro, interpretazione simile a quella che si fa del messaggio racchiuso in un brano musicale che impone di ascoltare, non per violare un mondo nascosto che comunque non ci appartiene ma per annullare i rigidi confini che sigillano il nostro.
      Vi √® ancora da considerare quella condizione che √® stata definita «senescenza coronata da successo» o «senescenza ottimale», alla quale tutti aspiriamo. I dati epidemiologici sono molto convincenti: l'uomo potenzialmente pu√≤ superare il secolo di vita in buona salute (figura 18); anzi, i soggetti che godono di senescenza ottimale hanno uno stato mentale e fisico migliore di quello di un gruppo di soggetti estratti a caso da una popolazione di settantenni.
Figura 18

      Questi dati impongono una revisione delle politiche socio-sanitarie e devono stimolare la ricerca scientifica.
      Sociologi americani hanno anche paventato che il dilatarsi del numero degli anziani con senescenza ottimale possa fare affiorare problemi latenti nella successione dei patrimoni, poich√© i figli, talvolta, non sono disposti ad attendere pazientemente la scomparsa dei genitori. Potremmo cos√¨ avere situazioni che per certi versi richiamano quella di Sofocle che, ormai ottantenne, fu chiamato in giudizio dal figlio che voleva amministrare il suo patrimonio sostenendo l'incapacit√† d'intendere del padre. Sofocle si difese leggendo L'Edipo a Colono, via di uscita che ovviamente non √® percorribile da tutti, e visse e amministr√≤ il suo ingente patrimonio per ben altri dodici anni.


Considerazioni conclusive
      Il compito che attende ogni uomo √® l'accettazione del suo destino biologico. Quale premessa a queste considerazioni conclusive pongo il pensiero di Marco Aurelio (II secolo d C) che si pu√≤ intendere sia come principio informatore della bioetica sia come fonte di riflessioni consolatorie: La Natura conduce colui che accetta i suoi dettami, trascina il riottoso (Marco Aurelio, A me stesso).
      Questa affermazione non nasconde che √® arduo per l'uomo accettare il suo destino biologico, ma ho la ferma convinzione che nuovamente arte e scienza possono aiutarlo ad affrontare il compito.
      A tal fine, riesaminer√≤ alcuni dei temi salienti che ho svolto. La filosofia ha meditato sul problema del tempo e sul nostro essere nel tempo, in particolare sulla chiusura del nostro tempo personale: la morte. Su questi due aspetti riporto in forma succinta il pensiero di S. Agostino e di Heidegger.
      S. Agostino (Le Confessioni) ha posto il problema del tempo in relazione con la memoria cogliendone una caratteristica fondamentale: la memoria √® custode e creatrice della cognizione del tempo che abbiamo. S. Agostino parla infatti del tempo come distensio animi e afferma che il passato √®, attraverso la memoria, presente del passato e il futuro √®, attraverso l'attesa, presente del futuro. √ą interessante notare che questa concezione della memoria √® in accordo con i dati della ricerca in psicofisiologia, in quanto si √® dimostrato che per le elaborazioni della coscienza il tempo non √® un continuum, ma il nostro cervello lo elabora come una serie di atti unitari di coscienza ciascuno della durata di circa 30 millisecondi (E. P√∂ppel, Time Perception - Handbook of Sensory Physiology VIII, Springer, Berlin, 1978). √ą la memoria che salda i singoli atti di coscienza fra di loro facendo s√¨ che formino un tutto unico.
      Heidegger (1889-1976) (Sein und Zeit) ha configurato l'essere, e quindi anche la nostra realt√† individuale, nel tempo. Osserva quindi che la vita quotidiana √® una fuga di fronte alla morte per cercare di dimenticarla, mentre solo riconoscendone il suo carattere incondizionato e insormontabile l'uomo ritrova il suo essere autentico.
      L'uomo, nel momento in cui non si nasconde la realt√† della sua morte, deve anche trovare una posizione di equilibrio fra due visioni estreme che, nella nostra cultura, sono rappresentate da un lato dal trionfo della morte e dall'altro lato dall'appassionato pensiero di Leopardi che vede amore e morte come le due sole vie per evadere dall'angusta prigione dell'essere, perch√© obbligano a darsi totalmente e irrevocabilmente. Al proposito si ricordino gli straordinari versi de I Canti con questa toccante immagine della morte:

Bellissima fanciulla,
dolce a veder, non quale
la si dipinge la codarda gente.


      Inoltre, come osserva Borges, la morte dovrebbe arricchire la nostra interazione con le persone che ci sono care. L'autore argentino scrive: La morte (o la sua allusione) rende preziosi e patetici gli uomini. Questi commuovono per la loro condizione di fantasmi; ogni atto che compiono pu√≤ esser l'ultimo; non c'√® volto che non sia sul punto di cancellarsi come il volto di un sogno. I lutti che non si cancellano sono perci√≤ una ricchezza interiore, perch√© quei volti, quelle persone ancora ci parlano, e le loro parole ci accompagneranno nei giorni a venire.
      La filosofia ha affrontato il problema del tempo e ha anche pi√Ļ volte tentato di esorcizzare l'angoscia della morte richiamandosi alla ragione (come nel caso degli Stoici) o al sovrannaturale. Vi √®, a questo proposito, un passo di Ceronetti (L'occhiale melanconico) nel quale √® descritta la solitudine del passaggio da questo mondo al «paese dal quale», come dice Amleto «nessun viaggiatore ha mai fatto ritorno»; Ceronetti avverte il nostro bisogno di affidarci a qualcosa o a qualcuno che ci accompagni: “...se c'√® un momento in cui il manifestarsi [degli angeli] √® assolutamente necessario, √® quello che ci risucchia altrove, extra flammantia moenia mundi...No, in verit√† un po' prima...Morire sorridendo...ma non voglio psicofarmaci, voglio «pi√Ļ luce».
      Vi √®, per√≤, un altro problema che la filosofia non ha trattato, un problema forse ancor pi√Ļ concreto di quello della morte, perch√© si deve affrontare giorno per giorno per un tempo che ormai si estende per due o tre decadi della nostra vita: il problema dell'invecchiamento, specie di quello cerebrale. A mio avviso esso ha implicazioni filosofiche assai rilevanti per l'uomo e mi chiedo come mai la filosofia non lo abbia ancora debitamente affrontato.
      Questo √® un caso, direbbe la psicoanalisi, di «rimozione». Come affrontare razionalmente il problema dell'accettazione del ramo discendente del proprio corso vitale? Forse nulla di meglio che trarre insegnamento da quanto diceva a se stesso il grande Erasmo di fronte al fuggire del tempo, al bilancio sempre amaro che ognuno fa del modo in cui ha impiegato gli anni di vita che gli sono stati concessi e allo smarrimento che pu√≤ cogliere nel dover affrontare l'ultima parte del corso della propria vita:

... Ma gli anni, gli anni svaniti
come li ho persi? E dove?
Oh, lascia perdere, Erasmo!
Non aprire la strada ai rimpianti.
E quanto al tempo che resta,
chi lo può sapere?
Sia poco, sia molto, tu afferralo.
Non ti curare del resto.

      Dobbiamo anche noi procedere senza rimpianti, non dobbiamo angosciarci con previsioni sul tempo che ci sar√† ancora concesso ma, quale che sia la durata di questo, dobbiamo viverlo compiutamente o, per citare Heidegger, dobbiamo realizzare anni di «vita autentica». 

Tratto da: http://digilander.libero.it/sanmattiaapostolo/conferenze/2004_2005/testosintesi/testoconferenza13.htm

Interazioni fra tossicità e organismo

  Interazioni fra tossicit√† e organismo
Tossicita in “Universo del Corpo” – Treccani

Lavoro - Lavorare con turni a rotazione può causare disturbi gastrointestinali.

Lavorare con turni a rotazione può causare disturbi gastrointestinali.


jobNon solo ansia e nervosismo: la causa della sindrome del colon irritabile potrebbe risiedere nell’orario di lavoro. √ą quanto sostiene uno studio guidato da Sandra Hoogerwerf dell’University of Michigan Medical School e pubblicato online sull’American Journal of Gastroenterology, secondo cui i lavori organizzati secondo turni interrompono il ciclo biologico, favorendo l’insorgere di dolori addominali, stipsi e diarrea.

“Le persone che svolgono lavori con turni a rotazione spesso lamentano sintomi gastrointestinali come dolori addominali, stipsi e diarrea – spiega Hoogerwerf -. Questi sono gli stessi sintomi della sindrome da colon irritabile”.


Lo studio √® stato condotto su 339 infermiere: i ricercatori hanno messo in evidenza che coloro che svolgono lavori basati sulla rotazione dei turni hanno significativamente pi√Ļ probabilit√† di sviluppare l’irritabilit√† del colon e dolori addominali di varia natura rispetto ai lavoratori che hanno orari ‘standard’.

“Sappiamo che il colon ha un suo orologio biologico che generalmente fa s√¨ che il primo movimento intestinale si abbia nelle prime sei ore del giorno – spiega Hoogerwerf -. Il lavoro basato sulla rotazione dei turni pu√≤ creare sconvolgimenti anche cronici, con una conseguente irregolarit√† intestinale, dando vita a diarrea, gonfiore, stitichezza e dolori addominali”.

Anche i disturbi del sonno, spiegano i ricercatori, potrebbero avere una correlazione con la sindrome del colon irritabile. Ulteriori studi, però, sono necessari per accertarne il legame.

  Marina Morelli | Categorie: Studi e Ricerche 
 http://takecareblog.iljournal.it/2010/lavorare-con-turni-a-rotazione-puo-causare-disturbi-gastrointestinali/32659

Video - Manipolazioni genetiche sull'uomo fatte da altre forme di vita - Alieni

Manipolazioni genetiche sull'uomo fatte da altre forme di vita - Alieni.
 video 9 minuti..... da non perdere

Il nostro DNA stà cambiando influendo sul nostro corpo

Forse molti di noi non sono veramente ammalati!! √ą il nuovo DNA la causa

By Edoardo Capuano - Posted on 17 agosto 2010
DNA
NUOVO DNA
In questo articolo di Patricia Resch, la dottoressa Berrenda Fox ci mette in evidenza i cambi cellulari e del DNA. Fox è una facilitrice olistica del centro Avalon Wellness in Mount Shasta, California. La clinica Avalon rappresenta la re-emergenza dell'ideale di guarigione come si praticava nell'originale isola di Avalon. La dottoressa ha dato prove, attraverso analisi del sangue, che in realtà hanno sviluppato nuove catene di DNA.
PR: Parliamo un poco del suo curriculum
BF:ho un dottorato in fisiologia ed in naturopatia; durante il mio periodo di studio in Europa, sono stata coinvolta dai massmedia, e questo continua con il cinema. Sto lavorando con la televisione FOX in un programma sugli extraterrestri e sul loro ruolo in ciò che sta succedendo al genere umano in questo tempo.
PR: Quali sono i cambi che stanno avvenendo nel pianeta ora e come influiscono sul nostro corpo?
BF: Ci sono cambi maggiori, mutazioni, che secondo i genetisti hanno iniziato da quando siamo usciti dall'acqua. Qualche anno fa, a Città del Messico, ci fu una conferenza di genetisti di tutto il mondo, con tema principale: il cambio del DNA. Stiamo vivendo un cambio rivoluzionario, tuttavia non sappiamo verso cosa stiamo cambiando.
PR: Com'è il nostro cambio di DNA?
BF: Ognuno di noi ha una doppia elica di dna: quello che stiamo vedendo √® che si stanno formando altre eliche. Nella doppia elica ci sono 2 catene o filamenti avvolti dentro una spirale: quello che comprendo √® che ci si svilupperanno 12 eliche. Questo processo sembra essere iniziato 5-10 anni fa: noi stiamo mutando. Questa √® la spiegazione scientifica. √Č una mutazione della specie verso qualcosa che ancora √® sconosciuto. I cambi non sono resi pubblici ancora, perch√© la comunit√† scientifica sente che questo allerterebbe la popolazione. Ugualmente noi stiamo cambiando le nostre cellule. In questo momento sto lavorando con tre bambini che hanno 3 eliche di dna. Gi√† molte religioni hanno parlato di questo cambio e si sa che arriver√† in qualche forma. Sappiamo che √® una mutazione positiva, sia fisica-mentale che emozionalmente e pu√≤ essere malintesa e preoccupare.
PR: Questi bambini mostrano caratteristiche che li differenzino da altri?
BF: Sono bimbi che possono muovere oggetti nella casa solo concentrandosi in essi, o prendere un bicchiere d'acqua col solo guardarlo. sono esseri telepatici. Guardandoli puoi pensare che sono superumani o metà angelici, ma non è così. secondo me sono quello che saremo anche noi nelle prossime decadi.
PR: Pensa che questo succederà a tutti noi?
BF: Sembra che la maggioranza della gente nata prima del 1940 non √® stata capace di realizzare questo cambio, per√≤ hanno iniziato qualcosa nella generazione successiva che gli d√† la capacit√† di formare un'altra elica nel corso della vita. I nostri sistemi immunologico ed endocrino presentano la maggior evidenza di questi cambi. Questo √® uno dei motivi per cui lavoro nella ricerca con prove e terapia immunologica. Alcuni adulti che ho testato, hanno un'altra elica in formazione;alcuni gi√† hanno la terza. Queste persone stanno vivendo una gran quantit√† di cambi nel corpo fisico e nella coscienza, dovuto al fatto che tutto √® uno. √Č mia opinione che la terra ed i suoi abitanti stanno elevando la loro vibrazione. Molti degli ultimi nati hanno corpi magneticamente luminosi. Quelli tra noi gi√† pi√Ļ vecchi che scelgono di cambiare, devono passare attraverso molti cambi fisici.
PR: Qual è la causa del cambio nei corpi nati con la normale doppia elica?
BF: La forma pi√Ļ facile di mutare il dna √® attraverso un virus; di conseguenza i virus non sono sempre un male. I virus solo vivono sopra un tessuto vivo:i virus DNA come il “Epstein barr” e l' “herpes 6” cambiano la struttura cellulare. Il retrovirus HIV non √® un virus DNA: invece di mutare il corpo lo distrugge. Quasi tutte le persone che vivono questo processo e sono ancora vive o hanno una nuova professione, o una nuova forma di pensare o cominciano una nuova forma di vita. Anche se loro possono sentirsi malati o disperati, questo √® un regalo: gli √® stata data l'opportunit√† di cambiare la struttura del dna e il loro corpo con uno pi√Ļ luminoso, pi√Ļ sano, che potr√† vivere nella prossima generazione. Anche gli angeli che si stanno vedendo sono segnali che stiamo cambiando. Secondo la mia comprensione questo processo verr√† completato prima del 2012.
PR: Che cambi ci dobbiamo aspettare?
BF: Non ci saranno malattie, non sarà necessario morire; saremo capaci di apprendere le nostre lezioni non per mezzo del dolore ma attraverso l'allegria e l'amore. Il vecchio sistema deve crollare se si vuole vedere nascere quello nuovo: ora solo guerre, i governi non funzionano, i sistemi di cura nemmeno... Molti vecchi paradigmi non potranno esistere, anche se stanno lottando per mantenersi, è evidente che stanno cambiando comunque. Quelli come noi che hanno scelto di vivere in questo momento, sono i precursori di una nuova specie. Siamo nel tempo della manifestazione del cielo in terra. Stiamo ricevendo aiuti da quelli che chiamiamo maestri, extraterrestri, esseri angelici e imparando ad andare dentro di noi. In molti siamo capaci di ascoltare questa vocina silenziosa, in molti siamo in sintonia con i cambi che stanno avvenendo.
PR: Quali sono alcuni effetti secondari del cambio?
BF: Con un cambio cellulare la persona a volte si sente come se non fosse qui; si pu√≤ sentire esausto, perch√© letteralmente stiamo cambiando le cellule e convertendoci in nuovi esseri. Come bambini appena nati la gente pu√≤ aver bisogno di riposare tanto; pu√≤ succedere confusione mentale o che non riusciamo a concentrarci in lavoretti quotidiani, come se fossimo programmati per qualcosa di ben pi√Ļ grande. Sono comuni i dolori ed i malesseri per tutto il corpo, senza causa specifica. Molta gente si sente come molto “strana”; se queste persone vanno da un medico ortodosso facilmente gli prescrive prozac, perch√© non capisce cosa sta succedendo. √ą un momento difficile per la professione medica, perch√© non sono abituati a trattare con i corpi energetici. Le donne stanno vivendo cambi ormonali, visto che i chakra sono relazionati col nostro sistema endocrino: si pu√≤ piangere senza un perch√©, gi√† che il pianto libera ormoni; molte donne vanno in menopausa prima del normale, dovuto al fatto che stiamo accelerando. Gli uomini possono sentirsi frustrati dalla stanchezza perch√© sono abituati ad essere attivi:possono sentire che il loro lato femminile si sta manifestando, nel senso intuitivo pi√Ļ sviluppato. la terapia emozionale che √® apparsa negli ultimi 30 anni ha sviluppato nuove tecniche in relazione a questi cambi. in realt√† stiamo facendo un gran lavoro emozionale in un tempo breve!
PR: Come tratta le persone che stanno attraversando questo cambio?
BF: Mi avvicino a loro esseri individuali, non sto trattando con una malattia. Dottore in latino significa "educatore": l'unico servizio effetivo, che come vero guaritore si pu√≤ offrire, √® quello di fortificare gli individui, dandogli gli strumenti necessari e tranquillizzandoli su quello che sta succedendo; spiegare che possono curarsi ed essere liberi da sintomi “negativi” mentre dura il processo di cambiamento. Per prima cosa richiedo prove immunologiche, cosa che non si fa normalmente. esattamente una prova di laboratorio specialista in questa ricerca. Dopodich√© spiego tutto alle persone, le informo. nel senso che rid√≤ ad essi stessi il potere di curarsi: io non sono la guaritrice, ma solo lo strumento del loro processo individuale di guarigione. C'√® un potere nella gente che vede i suoi esami del sangue, vede cosa sta succedendo e questo provoca qualcosa nel subcosciente. La vera chiave sta nel fatto che la persona si prenda la responsabilit√† e compia il lavoro per s√© stessa. Utilizzo organoterapia, una terapia europea per costruire il sistema ormonale e per accettare i cambi del dna; uso anche omeopatia, erbe, vitamine, laser. dipende dalle necessit√†.
PR: Come vede lo sviluppo del suo lavoro?
BF: Lo vedo come un ponte, una transizione: è scientifico ed artistico insieme: la guarigione è un'arte ed una scienza. Non credo sarò una guaritrice tutta la vita perché le malattie saranno eliminate:noi, come persone consapevoli, elimineremo le malattie e la sofferenza.
DNA E CAMBI NEL CORPO: RIMEDI
stiamo fisicamente cambiando da esseri basati nel carbonio con 2 strutture del DNA ad esseri cristallini con 1024 strutture del DNA, questo perché le strutture cristalline possono esistere unicamente a livelli dimensionali superiori. Di fatto stiamo fondendo i nostri corpi con strutture di dna suriane, e siccome questo formato è abbastanza vicino alla nostra struttura, siamo in grado d'integrarci con effetti collaterali relativamente bassi. Non solamente noi umani stiamo cambiando, tutte le forme di vita sulla terra si stanno convertendo in esseri cristallini:pesci, fiori, alberi, cani, gatti, tutto sta cambiando. Niente morirà né sarà distrutto perché ci stiamo muovendo insieme verso un nuovo stato dell'essere.
Questo nuovo stato richiede che noi fisica-mentale- emozionalmente lasciamo indietro concetti della terza dimensione. Così come con la morte, questo lasciar andare è una parte importante del processo di cambio, perché uno non può portare vecchi valori e modi di essere nella prossima vita che sarà completamente nuova e diversa. Così che la progressione dei cambi ci porta a lasciare indietro relazioni, impieghi, case, possessi, e così via, tutto ciò che è incapace di sopportare la nuova forma di essere.
√Č quindi meraviglioso che ci sia tanta ansiet√† e paura per questi cambi, significa che gi√† sono in corso, anche se non tutti ne sono coscienti. Ci sono vari sintomi che appaiono nel nostro corpo, come conseguenza, e sono:
- sintomi di raffreddore, febbre, dolore alle ossa e articolazioni, che non rispondono agli antibiotici;
- mal di testa che non passano con calmanti;
- diarrea occasionale;
- starnuti ripetuti e muco nasale che non sono né raffreddore né febbre da fieno;
- vertigini;
- fastidio alle orecchie;
- palpitazioni del cuore;
- sensazioni di vibrazioni in tutto il corpo, specie la notte quando è rilassato;
- spasmi muscolari intensi, uniti a dolori alla schiena;
- formicolio;
- perdita di forza muscolare nelle mani, dovuto al cambio nel sistema circolatorio;
- difficoltà nella respirazione;
- cambi nel sistema immunitario;
- cambi del sistema linfatico;
- sensazione di stanchezza al minimo sforzo;
- bisogno di dormire pi√Ļ del solito;
- crescita di unghie e capelli pi√Ļ rapida;
- attacchi di depressione senza motivo apparente;
- tensione, ansia, stress, dovuto al fatto che uno sente qualcosa di nuovo ma non sa cos'è.
Moltissime persone accusano questi sintomi; molti vanno in panico dal medico o erborista e gli viene detto che non c'è niente di particolarmente strano: ed è la verità. Tutti questi sintomi sono passeggeri ed indicano semplicemente che stanno succedendo cambi psicologici.
Alcuni dei rimedi raccomandati per i sintomi sopra menzionati:
- segui la corrente, invece di lottare contro di lei;
- se ti senti stanco, riposa e dormi a sufficienza;
- bevi parecchia acqua ed aiuti la disintossicazione;
- usa valeriana per calmare la tensione emozionale;
- il fieno greco aiuta il sistema linfatico e la disintossicazione;
- per calmare gli spasmi puoi usare valeriana o bagni caldi con sale marino;
- riconosci che se senti tachicardia o difficoltà a respirare è perché il chakra del cuore e quello della gola si stanno sbloccando e che i sintomi sono passeggeri: non stai morendo, stai solo cambiando! comunque, se ti senti insicuro, chiedi parere al medico. Se non sai come trovare valeriana o fieno greco è sufficiente ripetere mentalmente il suo nome, o a voce alta: le energie di guarigione si trasmettono allo stesso modo, fisicamente o per mezzo del suono: provalo. Chiedi alle tue guide angeliche che ti aiutino quando ti senti male: loro non aspettano altro che tu chieda aiuto!
La maggior parte di questi sintomi al massimo durano un paio di settimane e spariscono; possono anche ripresentarsi. Una piccola percentuale di adulti ha già completato il cambio totale del DNA e possiedono 1024 filamenti: una signora è cresciuta 3 pollici in altezza ed è aumentata la misura dei suoi piedi.
Tutti i minori di 7 anni hanno completato il cambio, o lo stanno terminando; i bebè che nascono ora sono completi. Alcune persone stanno appena iniziando ad attraversare questo cambio. Questo processo ha vari nomi, è conosciuto come il Risveglio (awakening), come processo di ascensione, come realizzazione della mercaba.
In ogni caso abbiamo bisogno di andare oltre i nostri timori ed apprendere sull'amore, l'amore vero, che inizia con noi stessi. Fino a quando non possiamo amarci ed avere fiducia in noi stessi, non potremo amare e aver fiducia in nessun altro.
Dr. Claudio Capozza Holistic Medicine,Homeopathy,Homotoxicology,
Kinesiology, Naturopathy,Orthomolecular Medicine
omeonet.info
tinyurl.com/iurn
Fonte: wtvaustralia.com / Segnalato dall'amico André

fonte: http://lagrandeopera.blogspot.it/2012/12/vaccini-contaminati-da-dna-ricombinante.html

Vaccini contaminati da DNA Ricombinante - Vaccini anti-HPV Gardasil risultato contaminato da DNA ricombinante che persiste nel sangue umano

Vaccini contaminati da DNA Ricombinante

Dopo anni in cui disperatamente si è denunciata l'ambiguita' dei vaccini , assistiamo in questi mesi ad una denuncia dietro l'altra riguardo la tossicita' dei vaccini , sia a livello di virus " disattivati" sia per la presenza di altamente tossici coadiuvanti.
 
Vaccini anti-HPV Gardasil risultato contaminato da DNA ricombinante che persiste nel sangue umano
Alcune ragazze adolescenti sono state affette da danni devastanti alla salute dopo essere stato iniettate con i vaccini HPV, SANE Vax, Inc.e  fiale di Gardasil che cosi sono state testate in un laboratorio. 
 L√¨, hanno trovato pi√Ļ di una dozzina di flaconcini di vaccino Gardasil che risultano contaminati da DNA ricombinante di papillomavirus umano (HPV). Le fiale sono stati acquistati negli Stati Uniti, Australia, Nuova Zelanda, Spagna, Polonia e Francia, che indica la contaminazione Gardasil √® un fenomeno globale !
Il 100% dei campioni √® risultato positivo per la presenza di HPV DNA ricombinante, geneticamente modificato!
Ciò significa che gli adolescenti che vengono iniettati con queste fiale sono stati contaminati da un rischio biologico - l'rDNA di HPV. Nella conduzione delle prove, il Dr. Sin Hang Lee trovato rDNA da entrambi i virus HPV-11 e HPV-18, che sono stati descritti come "ben fissata al coadiuvante di alluminio."
Che l'alluminio si trova anche nei vaccini dovrebbero essere spaventosi da sola, dato che l'alluminio non deve mai essere iniettato nel corpo umano (√® tossica quando ingeriti, e specificamente danneggia il sistema nervoso). Con la scoperta ha aggiunto che il coadiuvante di alluminio svolge anche frammenti di rDNA di due diversi ceppi di Papillomavirus Umano, questo raggiunge ora il livello di rischio biologico pericoloso - qualcosa di pi√Ļ simile arma biologica piuttosto che medicina qualcosa di simile.  
Qui  una piccola inchiesta sull'argomento:

DNA ricombinante contro DNA naturale

Secondo molti scienziati, “HPV DNA naturale non rimane nel sangue per molto tempo. Tuttavia, il DNA di HPV del Gardasil  non √® un DNA naturale”.
Si tratta di un HPV DNA ricombinato (rDNA)  geneticamente, inserito nelle cellule di lievito per la VLP (virus-like-particelle, ovvero particelle virus simili) produzione di proteine. rDNA √® noto per comportarsi in modo diverso dal DNA naturale. Pu√≤ entrare in una cellula umana, specialmente in una lesione infiammatoria causata dagli effetti dell’adiuvante alluminio, attraverso meccanismi poco conosciuti e molto subdoli.
Una volta che un segmento di DNA ricombinante viene inserito in una cellula umana, le conseguenze sono difficili da prevedere. Pu√≤ entare nella cellula temporaneamente o rimanere l√¨ per sempre, con o senza causare una mutazione. Ci√≤ che √® certo √® che la cellula ospite contiene DNA umano e DNA virale geneticamente modificato.

Che cosa è un virus a DNA ricombinante?

DNA ricombinante (rDNA) si riferisce a molecole di DNA progettate unendo segmenti di DNA [naturale o sintetiche] con altre molecole di DNA in modo che possano replicarsi in una cellula vivente. La possibilit√† per queste forme replicabili di DNA, cos√¨ come le incertezze delle sostanze tossiche o come pericolo per l’ambiente, sono oggetto di diffusa preoccupazione in quanto la tecnologia DNA ricombinante √® stata inventata nel 1973. Infatti, rDNA √® considerato un potenziale rischio biologico, e National Institutes of Health ha dato mandato affinch√® le istituzioni di ricerca controllino e regolamentino il suo utilizzo.
Tutte le molecole di DNA ricombinante o di ingegneria genetica sono considerate materiale potenzialmente infetto se iniettato per via intramuscolare nel corpo.
Il vaccino Gardasil HPV4 della Merck √® somministrato per via intramuscolare – come molti altri vaccini dell’infanzia. Tuttavia, Gardasil √® il primo vaccino risultato essere contaminato da un DNA geneticamente modificato, utilizzato per fabbricare particelle di proteine ​​virus-simili per il vaccino.
SANE Vax Inc. crede che la FDA avrebbe dovuto richiedere alla Merck di verificare, valutare e quantificare il rischio di residui di HPV DNA ricombinante in Gardasil prima di concedere l’approvazione per la commercializzazione del vaccino.
SANE Vax Inc. crede che la FDA dovrebbe richiedere ogni lotto di Gardasil per essere testati per residuo di DNA di HPV prima della spedizione.

Nei foglietti illustrativi del Gardasil √® dichiarato che il prodotto non ha DNA virale

Come molti di voi sapranno o non sapranno, i foglietti illustrativi dei vaccini e dei farmaci in genere sono stranamente differenti (soprattutto in merito alla sezione delle reazioni indesiderate) tra gli Stati Uniti e l’Europa.
Nel foglietto illustrativo del Gardasil destinato al mercato extra-europeo, la Merck ha dichiarato che “non c’√® DNA virale” nel vaccino Gardasil definito comunque ricombinante adsorbito. Cos√¨ √® stato fino ad aprile 2011 e tale linea di condotta era palesemente assente dai foglietti illustrativi negli Stati Uniti.
Anche nel foglietto illlustrativo del Gardasil destinato al mercato europeo non vi √® traccia di “DNA virale“, e addirittura l’Agenzia Europea per i Medicinali (EMEA) nella sua letteratura on line afferma ancora che: “Gardasil √® un vaccino quadrivalente non infettante adiuvato ricombinante preparato da linee altamente purificate di particelle virus-simili (VLP) dalla proteina maggiore L1 del capside dei tipi di HPV 6, 11, 16 e 18.  Le VLP non contengono DNA virale, non possono infettare le cellule, riprodursi o causare malattia“.
La ricerca di SANE Vax Inc.  ha rilevato che il 100% dei 13 campioni analizzati sono stati contaminati con residui di DNA virale da HPV, tra cui un costrutto sintetico per HPV11 gene principale della proteina del capside L1, un DNA ricombinante geneticamente modificato specificamente per la produzione del vaccino Gardasil.
Tutti i residui di DNA scoperti sono stati fissati saldamente all’adiuvante alluminio insolubile nel vaccino, e richiederebbero l’avvio di una procedura operativa per la loro rilevazione.
Infatti, sulla base della letteratura medica e alcune pubblicazioni della FDA  e della Merck, la presenza accidentale (proveniente da una fonte esterna) di DNA in un vaccino iniettabile a base di proteine ​​pu√≤ aumentare il rischio di malattie autoimmuni e di mutazione genetiche che possono sfociare in tumori maligni.
FONTE:
http://worldtruth.tv/gardasil-hpv-vaccines-found-contaminated-with-recombinant-dna-2/
Altre Info qui:
il 100% dei Vaccini √® contaminato:  http://it.paperblog.com/il-100-dei-vaccini-e-contaminato-1507038/
>

La presenza mentale nella realtà è il segreto per godersi la vita...

La presenza mentale nella realtà è il segreto per godersi la vita...

Infatti, se tu sei presente alle cose che stai facendo e che ti circondano, te la godi..... 
Se invece pensi a quello che potrebbe accadere.... o √® accaduto in situazioni come queste.....   Non stai vivendo.....

IL MONDO DELLA REALTA' E' REALE..... IL MONDO DELLA MENTE NON E' REALE.... Per vedere la realtà com'è, noi dovremmo smettere di pensare, e cioè smettere di farci condizionare dalla nostra memoria...

IL MONDO DELLA REALTA' E' REALE.....
IL MONDO DELLA MENTE  NON E' REALE....
Per vedere la realtà com'è, noi dovremmo smettere di pensare, e cioè smettere di farci condizionare dalla nostra memoria...

LA STRATEGIA DELLA GRADUALITA' - Vittime di una sofferenza lenta e invisibile - La legge della gradualità

- VIDEO BREVE - ESEMPIO  SEMPLICE E CRUDO PER FAR RIFLETTERE E CAPIRE - 

ECCO PERCHE' MOLTE POVERE PERSONE SI SUICIDANO O SOFFRONO FINO A MORIRE... 
 OGGI TOCCA ALLA RANA ..... MA FORSE DOMANI....  A QUALCUNO TRA NOI O VICINO A NOI...
 NON SUBIRE PER PAURA DI RIBELLARTI......  
 RAGIONA CON IL TUO INTUITO....
NON CON LA RAZIONALITA'  IMPARATA  NELLE LORO SCUOLE 
 PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI...   
VIDEO DI SOLI  2 MINUTI....    
 bellissimo esempio.... spero che adesso qualcuno capisca..... ma moltissimi non verranno attirati neanche dal titolo del video...

DA OGGI 21-12-2012 O TU CAMBI ... O VIENI SCARTATO !!! IL CHIRURGO UNIVERSALE ESTRIRPERA' I TUMORI TRA NOI !!!

IL BENESSERE TOTALE : IL cambiamento del 21-12-2012 √® in atto - da oggi...: Il grande cambiamento √® gi√† avvenuto!!! Molti di voi, i pi√Ļ fortunati lo avvertiranno di pi√Ļ.. altri si sentiranno molto strani...  ...

IL cambiamento del 21-12-2012 è in atto - da oggi cambierà tutto - leggi cosa sta accadendo


Il grande cambiamento è già avvenuto!!!

Molti di voi, i pi√Ļ fortunati lo avvertiranno di pi√Ļ.. altri si sentiranno molto strani... 

Altri, i meno sensibili o i meno preparati Cominceranno a non capire ciò che sta succedendo agli altri... Molti tra questi ... quelli che si opporranno al cambiamento..si accorgeranno di essere stati isolati dagli altri...
Molte persone sensibili tra voi, in questi ultimi mesi hanno percepito i primi cambiamenti...
Chi in queste parole gli sia venuto in mente cambiamenti economici o di carriera lavorativa... e meglio che smette di leggere... e và a comprarsi qualche gratta e vinci.. per cambiarsi la sua l'esistenza .
Ecco quali sono i cambiamenti:
1. Tendenza a lasciarsi guidare dal Proprio intuito invece che dalla solita razionalit√† e senso del dovere.... I difensori della razionalit√† e i cultori del dovere e del profitto verranno  emarginati a confrontarsi con loro stessi nella solitudine pi√Ļ nera.

2. Mancanza totale d’interesse nel giudicare gli altri negativamente e di avere conflitti... Si vedranno solo i lati positivi negli altri e voglia di condividerli...

3. Desiderio di opporsi a ciò che non si ritiene giusto perche lesivo per altri individui...

4. Piacere e gioia di vivere con gli altri esseri viventi e con la natura.

5. Desiderio intenso di felicit√†, allegria e altruismo con  rifiuto di totale di negativit√† e conflitti. 

6. Attacchi continui e irrefrenabili di voglia d√¨ sorridere, salutare tutti, ringraziare e condividere sport cultura giochi 

7. Voglia di costruire, inventare, creare, lavorare per la comunità seguendo la propria predisposizione, non quella dei genitori o quella dettata dal profitto economico e sociale.

8. Voglia di camminare a piedi per aver pi√Ļ contatto umano con gli altri.. Desiderio di creare e costruire ci√≤ che √® utile, piuttosto che comprare cose inutili.

9. Piacere a far la parte del «guaritore portatore di gioia e di luce» piuttosto che quella del «critico giudicante» o dell’«indifferente».

10. Comprensione dell'energia viva dentro noi e di  tutto ci√≤ che ci sta intorno... perdita d'interesse nel desiderare e comprare con ansia le cose inutili.  

11. Voglia impulsiva di soccorrere e aiutare  chi √® in difficolt√† o chi vive in povert√† o chi subisce ingiustizie.



Che lo vogliate o no.... il grande cambiamento √® in atto... 
O vi lasciate andare.....
O sarete isolati
O vi ammalerete... 

L'universo suole interattività e scambio energetico e biologico...

Vi ricordo che l'organismo umano è un'insieme di cellule.. Pensate se le cellule combattessero tra loro per sopprimere le altre o se non comunicassero tra loro...

Quando una cellula è cattiva è "tumorale" e se le altre la
 promuovono o la mitizzano(mitosi cellulare) tutto l'organismo muore!!!


Considerate il genere umano come un organismo, dove all'interno di questo insieme un uomo cattivo o alcuni uomini cattivi (cioè cancri) tentano la distruzione... gli altri cosa fanno ?
Da Oggi 21-12-2012 L'energia universale ci aiuterà ad isolare e distruggere i cancri della società....

Immaginate che da oggi...  dopo millenni interverr√† una forza esterna (un dottore come in un paziente) ad estirpare i tumori maligni...

Raymond Bard Ricercatore Scientifico Libero e senza padroni generosi 







Cosa causa l'ansia la paura la malattia la tristezza ecco la chiave di tutto dopo oltre 20 anni di studi


Cosa Causa l'ansia !!!

Paragrafo tratto da:http://it.wikipedia.org/wiki/Ansia
Scritta in verde: considerazioni di Raymond Bard

Secondo l'interpretazione psicoanalitica classica di stampo pulsionalista, 
l'ansia viene definita un "sintomo-segnale", intorno al quale si struttura il conflitto nevrotico caratterizzato dalla presenza di pulsioni ed affetti che vorrebbero essere soddisfatti, ma che sono contrastati dai meccanismi di difesa dell' Io.

L'io è la nostra vocina che ci risponde a tutto ciò che pensiamo!!!

- Perch√®  il nostro "io"contrasta le nostre pulsioni , desideri e affetti ? 

- IL nostro "io" ha ragione di negare ciò che vorremmo fare?

- IL nostro "io" dove ha imparato a controbattere quello che il nostro organismo o il nostro essere vuole?
- Perch√®  il nostro "io" √® cosi forte e insistente in alcune persone?

- Perch√® l'istruzione scolastica ci potenzia solo una parte del nostro   cervello ?(l'emisfero sinistro)
- Sapevate che il nostro "io" è istruito dalle nostre convinzioni ?

- Chi o cosa costruisce le nostre convinzioni dualistiche, Giusto o Sbagliato?

 Avrete gi√† capito Che quella vocina (il nostro io) √® la voce della vostra educazione ,del  vostro sovrano, del vostro Dio o della vostra religione,dei vostri genitori,del vostro padrone, ecc... 
Cio√® quella voce che vi impedisce di vivere sereni √® un allarme psichico artificiale che ci hanno memorizzato dentro per questioni di sicurezza e di  ordine mondiale!

Ecco degli esempi:
- Quanti bambini  non vogliono andare a scuola perche  hanno bisogno di stare con i genitori o vorrebbero correre nei prati o giocare con gli animali?
Noi genitori li vorremmo accontentare... Ma la nostra vocina ci dice: rimproverali e usa se necessario la forza perch√® lui deve andare a scuola perch√®.... bla  bla bla...






- Quante volte dobbiamo andare al lavoro ma invece vorremmo rimanere a giocare con i nostri figli o stare col nostro patner

E la vocina ci ordina di andare... mettendoci paura su casa accadrebbe se non andassimo? e le gravi conseguenze sul futuro...


Quante volte ci capita di  lasciare solo un anziano o un ammalato per adempiere ad un dovere? 
E la vocina razionale del dovere ci dice: Sta passando troppo tempo qu√¨,  tu devi fare altro.. devi lavorare... devi guadagnare... devi ... devi... se n√≤... ti capita... ecc.ecc.(paure a non finire)


Quante volte ci capita di studiare ed andare a scuola solo per far felici i genitori e per la promessa di un futuro fatta quelli che creano l'economia del consumismo?
E la vocina dice: Dai 5 anni di fatica ma poi quando sarai qualcuno potrai comandare e far soffrire gli altri... e pi√Ļ in alto vai...  e pi√Ļ avrai potere su gli altri... 



Questi sono alcuni degli innumerevoli esempi di conflitto tra desiderio e l' io razionale.


Quando consiglio  "che bisogna vivere naturalmente".... vi dovreste fermare a pensare e capire !!!
A scuola ci insegnano a studiare e ripetere tutto a memoria.... tante pagine ... tante parole... per tanti anni....  Cosa ti rimane dentro? Cos'hai capito alla fine delle scuole?

La scuola o meglio chiamata  "L'istruzione" insieme alle leggi  servono a far vincere la battaglia del tuo" io razionale matematico"  contro te stesso !!!
In un certo verso non hanno tutti i torti, questo sistema non pu√≤ permettersi che emerga o vada al potere una persona geniale... Ricordiamoci che la persona geniale potrebbe essere costruttiva (Ges√Ļ,Budda,ecc.)  o distruttiva (hitler e altri).

Questo sistema √® creato in modo che le persone geniali cio√® quelle iper-attive fisicamente e psicologicamente( Sinapsi neurale oltre 60.000 connessioni  al secondo) non abbiano mai la possibilit√† di emergere. (troppo pericolosi)
Queste persone guarda caso sono le persone con un super SISTEMA NERVOSO, MOLTO SENSIBILE E REATTIVO. Cioè quelle persone che se non ci fossero soldi e poteri avrebbero avuto la meglio in fatto di sovravivenza !!!

Adesso vi faccio una domanda... 
- Cosa succede quando sopprimiamo il nostro emisfero destro,quello umano e istintivo?
- Cosa gli succederebbe  ad una tigre se venisse rinchiusa in  una gabbia per tutta la vita e la costringeremmo a lavorare 10 ore al giorno facendogli  attaccare francobolli o costringerla a pitturare pareti? 

Continuiamo con il seguito della definizione di ansia...

Le pulsioni o desideri sono vissute come proibite e quindi ritenute pericolose. 

L'ansia √® il segnale di pericolo avvertito dall'Io,( l'io razionale ha che tu possa mettere in pratica ci√≤ che desideri)  e i sintomi equivalgono sia al tentativo di rinnegamento del desiderio proibito sia ad un suo mascherato progetto di realizzazione. 

Il soggetto spesso ignora il contenuto delle pulsioni rimosse,  Cio√®, la mente razionale cerca in tutti i modi, non solo di negare il desiderio ma di estinguere il desiderio stesso, Questa passaggio √® molto importante... Vuol dire che soffrite e state male... senza che le vostre convinzioni alterate o ragione razionale, vi faccia capire cosa realmente vi fa soffrire... Ecco PERCHE' IL MALATO STESSO NON SA' E NON CAPISCE QUEL'E' LA CAUSA DELLA CAUSA ... ed √® quindi indotto a trasferire fuori dal suo S√© psichico, e quindi nel mondo esterno o nel corpo fisico, ci√≤ che invece investe il suo mondo psichico.
Queste ultime due righe evidenziano come un grosso disaggio dato da una lotta dell'essere nell'ambiente o nell'ambiente che viene percepito (vero o falso) influisca sul vostro corpo e sulle persone che avete intorno a voi..

Ricordate sempre: PIU' E' IPER-ATTIVO IL CERVELLO E PIU' DISTRUTTIVO SARA' IL CONFLITTO TRA L'IO RAZIONALE E IL VOSTRO VERO ESSERE .
Solo gli uomini  insensibili (UOMINI ROBOT) sono adatti a questo stress  inumano e insensibili.


Vi ho dimostrato come in poche righe esiste una profonda conoscenza... Ecco Un vero  insegnante pu√≤ spiegare decine di libri in una giornata scolastica... senza devastare gli alunni con migliaio di parole dette a memoria...

Grazie dell'attenzione Raymond Bard Ricercatore scientifico libero e senza sponsor e padroni.
Disponibile per consulenze e seminari...  
Gratuitamente...

Sai cos'è il Disturbo ossessivo-compulsivo.



Disturbo ossessivo-compulsivo.

Il disturbo ossessivo-compulsivo è un disturbo d'ansia caratterizzato da ossessioni e/o compulsioni. Le ossessioni sono pensieri o immagini angoscianti e ripetitivi che l'individuo spesso realizza essere senza senso. Le compulsioni sono comportamenti ripetitivi che la persona si sente costretta a compiere per alleviare l'ansia. Un esempio sarebbe l'ossessione di pulizia estrema e la paura di contaminazione che può portare alla compulsione di lavarsi le mani centinaia di volte al giorno. Un altro esempio può essere l'ossessione che la propria porta sia non chiusa a chiave, che può portare al costante controllare e ricontrollare le porte.


LA CAUSA DELLA CAUSA DELLA CAUSA DELLE MALATTIE DEGENERATIVE !!! - La paura alla base di tutto

LA CAUSA DELLA CAUSA DELLA CAUSA DELLE MALATTIE 

DEGENERATIVE !!!


IL MONDO IN CUI VIVIAMO...

Conoscete il meccanismo vitale primario del nostro organismo ?


Il meccanismo  Allerta - Pericolo/attacca o fuggi ?


Cosa mette in moto il meccanismo primario di sopravvivenza?

.. La paura !!!!

Quante paure provate ogni giorno?

Queste paure eccessive e ripetute si chiamano modernamente 
Stress cronico!

Ecco cosa succede dentro di noi:


Dal cervello e precisamente dall'ipotalamo, parte un ormone, l’ACTH, che stimola l’ipofisi  che a sua volta stimola la corteccia surrenale a produrre il cortisolo, un cortisone naturale molto potente, oltre all’adrenalina ed altri ormoni . L’adrenalina ha un’azione pi√Ļ immediata ed attiva la reazione detta  “attacca o fuggi”. Il suo effetto √® rapido e breve.
L’altro ormone, il cortisolo, che come abbiamo detto, √® sostanzialmente simile al cortisone ma molto pi√Ļ potente,  pu√≤ essere dosato (misurato) nel sangue.
Appartiene alla famiglia delle Corticotropine (gli ormoni della corteccia  surrenale) che provocano l'aumento immediato delle prestazioni psicofisiche.
Bisogna distinguere tra le reazioni di stress e gli effetti del di stress.
La prima abbiamo visto aumenta alcune prestazioni, ad esempio la prontezza mentale. Ma proprio questa eccessiva stimolazione alla lunga esaurisce le riserve dell'organismo, e provoca un decadimento. 
Naturalmente purtroppo non √® vero l'inverso. Le prestazioni che deprime (come le difese immunitarie, la digestione e la sessualit√†) non risorgono, ma sono anch'esse sempre pi√Ļ danneggiate.
Questo tipo di meccanismo si attiva in ogni caso e tramite il citato ACTH, coinvolge tutto l'asse ormonale detto corticosurrenalinico. Questo gruppo di ormoni interagisce strettamente con tutte le funzioni, e modifica il comportamento di tutto l'organismo, dal sistema immunitario al sistema nervoso, cervello compreso.
Tanto per fare un esempio l'ACTH a dosi eccessive danneggia l'ippocampo, una zona del cervello in cui risiedono le regolazioni primordiali e la memoria.

Uno dei principali motivi per cui il di stress √® cos√¨ dannoso √® che ha un forte effetto immuno depressivo.
L’ormone dello stress, il cortisolo, ha tra i suoi effetti principali quello di ridurre in vari modi l’attivit√† immunitaria, ed in particolare toglie dalla circolazione i linfociti.
Per avere un’idea dell’efficacia di questa regolazione basta pensare che una sola iniezione di cortisone (che √® molto pi√Ļ debole del cortisolo) riduce del 90% i monociti circolanti, ed i linfociti circolanti sono ridotti del 70%.
Tra parentesi questo è il motivo per cui si usa il cortisone nelle infiammazioni e nelle malattie autoimmuni.

La forte ansia da paura sembra avere varie componenti di cui una cognitiva, una somatica, una emotiva, una comportamentale 
  • La componente cognitiva comporta aspettative di un pericolo diffuso e incerto.
  • Dal punto di vista somatico (o fisiologico), il corpo prepara l'organismo ad affrontare la minaccia (una reazione d'emergenza): la pressione del sangue e la frequenza cardiaca aumentano, la sudorazione aumenta, il flusso sanguigno verso i pi√Ļ importanti gruppi muscolari aumenta e le funzioni del sistema immunitario e quello digestivo diminuiscono. Esternamente i segni somatici dell'ansia possono includere pallore della pelle, sudore, tremore e dilatazione pupillare.
  • Dal punto di vista emotivo, l'ansia causa un senso di terrore o panico, nausea e brividi.
  • Dal punto di vista comportamentale, si possono presentare sia comportamenti volontari che involontari, diretti alla fuga o all'evitare la fonte dell'ansia. Questi comportamenti sono frequenti e spesso non-adattivi, dal momento che sono i pi√Ļ estremi nei disturbi d'ansia. 

Una possibile soluzione della causa della causa della causa




“Ricordate quando eravamo bambini? 

Eravamo pieni di vita ed interessati ad imparare cose nuove ogni giorno,

 creare ed esplorare. 

Con il tempo, il sistema ci ha spinti a concentrarci su come fare soldi,

 limitandoci, rendendoci ruote di un ingranaggio, 

che manda tutti i frutti all’1% che comanda. La gente non √® di fatto 

motivata da una ricompensa monetaria quando si

 tratta di ingegnosit√† e di creare. La creazione stessa √® la ricompensa. Il

 denaro serve da incentivo solo per azioni 

ripetitive e banali; quando si tratta di innovare, ovvero fare l’uso giusto

 della mente umana, l’incentivo monetario √® un

provato intralcio, che interferisce e distrae dal pensiero creativo. Il 

denaro √® un falso incentivo e causa cento volte pi√Ļ

 distorsione che contributo”.


http://www.raymondbard.com/search?q=venus

Clicca su post pi√Ļ vecchi

Clicca          su       post pi√Ļ vecchi

Dona a chi impiega il suo tempo per gli altri con amore e altruismo. dona per alimentare il bene.

ATTENZIONE A TUTTI I SITI INTERNET

COMPRESO QUESTO...
ATTENZIONE Le informazioni contenute in questo sito(anche se selezionate con attenzione) come in tantissimi altri siti internet,sono di carattere informativo e generico, pertanto devono solamente essere usate a scopo didattico e NON per diagnosi su se stessi o su terzi, NON per scopi terapeutici, NON per automedicazione. In NESSUN CASO le informazioni presenti in questo sito si sostituiscono al parere di un medico. Pertanto si esortano i visitatori a rivolgersi IN OGNI CASO al proprio medico per avere dei pareri seri e professionali sul proprio stato di salute e sulle eventuali terapie da adottare. I gestori del sito non si assumono responsabilità per danni, di qualsiasi natura, che l'utente, attingendo le informazioni da questo sito, potrebbe causare a se stesso a o terzi, derivanti da uso improprio o illecito delle informazioni riportate in questo sito, o da errori e imprecisioni relativi al loro contenuto, o da libere interpretazioni, o da qualsiasi azione che l'utente del sito possa intraprendere autonomamente e disgiuntamente dalle indicazioni del proprio medico curante.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicit√† . Non pu√≤ pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non √® responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilit√† di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.