22 gennaio 2012

Analisi del sangue, insulinemia bassa. Cosa significa?

Analisi del sangue, insulinemia bassa. Cosa significa?




L’insulina √® un ormone proteico dalle propriet√† anaboliche, prodotto dalle cellule beta delle isole di Langerhans all’interno del pancreas.

E’ formata da due catene unite da due ponti solfuro: catena A di 21 aminoacidi e catena B di 30 aminoacidi.

La sua funzione pi√Ļ nota √® quella di regolatore dei livelli di glucosio ematico riducendo la glicemia mediante l’attivazione di diversi processi metabolici e cellulari.

Ha inoltre un essenziale ruolo nella proteosintesi (sintesi proteica) assieme ad altri ormoni che sinergicamente partecipano a tale processo, tra cui l’asse GH/IGF-1, e il testosterone.

L’insulina, inoltre, √® il principale ormone responsabile del fenomeno di ingrassamento (lipogenesi), cio√® lo stoccaggio di lipidi all’interno del tessuto adiposo.

L‘insulinemia √® quel tipo di analisi che determina la quantit√† di insulina nel sangue.

Nelle persone sane il livello di insulina nel sangue non è mai costante ed è direttamente proporzionale a ciò e a quando si è mangiato. In poche parole, dopo alle assunzioni di cibo il suo valore aumenta, mentre a digiuno dimunuisce.

Il valore pi√Ļ alto  raggiunto √® tanto pi√Ļ elevato quanto pi√Ļ alta √® la quantit√† di zuccheri introdotta, mentre  il contenuto proteico e quello lipidico non hanno alcuna influenza e quindi non determinano nessun aumento.


 
Inoltre, in un pasto completo, le fibre ed i grassi,  rallentando i tempi di digestione, influenzano anche l’assorbimento intestinale degli zuccheri e ne consegue, quindi, che il livello massimale di insulina raggiunto √® decisamente pi√Ļ basso di quello che si raggiunge in caso di ingestione di  zuccheri.

Ma cosa succede se l’insulemia, quindi il livello di insulina, √® basso? In genere, in presenza di una riduzione dei livelli di insulina ci si potrebbe trovare in presenza di diabete mellito di tipo I, quella forma di diabete che si configura come malattia autoimmune caratterizzata dalla distruzione delle cellule B pancreatiche, che comporta solitamente associazione all’insulino-deficienza.

In altri casi, per√≤, pu√≤ essere un campanello d’allarme per ipopituitarismo , ovvero quella condizione patologica caratterizzata da una diminuita secrezione di ormoni ipofisari a causa di malattie a carico dell’ipotalamo o dell’ipofisi.

Da non escludere, in altri casi, anche malattie pancreatiche e, in ultima analisi, tumore al pancreas.

In questi casi, però, è opportuno fare ulteriori accertamenti e non allarmarsi troppo in fretta.

Nessun commento:

Posta un commento

Questo post ti ha dato informazioni utili ?
Un tuo commento mi aiuta a migliorare e nel proseguire la mia Mission.
Ti ringrazio inoltre se vorrai iscriverti nel mio blog e condividere questo articolo nei tuoi social.

Clicca su post pi√Ļ vecchi

Clicca          su       post pi√Ļ vecchi

Dona a chi impiega il suo tempo per gli altri con amore e altruismo. dona per alimentare il bene.

ATTENZIONE A TUTTI I SITI INTERNET

ATTENZIONE Le informazioni contenute in questo sito(anche se selezionate con attenzione) come in tantissimi altri siti internet,sono di carattere informativo e generico, pertanto devono solamente essere usate a scopo didattico e NON per diagnosi su se stessi o su terzi, NON per scopi terapeutici, NON per automedicazione. In NESSUN CASO le informazioni presenti in questo sito si sostituiscono al parere di un medico. Pertanto si esortano i visitatori a rivolgersi IN OGNI CASO al proprio medico per avere dei pareri seri e professionali sul proprio stato di salute e sulle eventuali terapie da adottare. I gestori del sito non si assumono responsabilità per danni, di qualsiasi natura, che l'utente, attingendo le informazioni da questo sito, potrebbe causare a se stesso a o terzi, derivanti da uso improprio o illecito delle informazioni riportate in questo sito, o da errori e imprecisioni relativi al loro contenuto, o da libere interpretazioni, o da qualsiasi azione che l'utente del sito possa intraprendere autonomamente e disgiuntamente dalle indicazioni del proprio medico curante.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicit√† . Non pu√≤ pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non √® responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilit√† di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.