CONSULENZA

CONSULENZA TELEFONICA con Raymond Bard
Ogni giorno dalle 19 alle 20 sabato e Domenica dalle 10 alle 12
(Solo per gli iscritti e chi si iscrive a questo sito Internet)
Come fare: Effettua libera donazione tramite ricarica telefonica Wind al numero 3202181316 poi invia un messaggio per appuntamento telefonico.
A fine conversazione vi sarà chiesta una libera donazione in base al gradimento tramite bonifico bancario.



TRADUTTORE

Serpico il nuovo computer del governo monti che spia tutti

 Serpico il nuovo computer  del governo monti che spia tutti


Dal primo gennaio il governo Monti ha potenziato la lotta all'evasione puntanto su Serpico, un computer superveloce, in grado di controllare 22mila informazioni al secondo.

 Si chiama Serpico, acronimo di Servizi Per I Contribuenti, ed è un computer cervellotico in grado di processare 22 200 informazioni al secondo, composto da duemila server distribuiti tra Roma e l'Abruzzo.

 Questo dispotivo della Sogei potrà in sintesi fotografare tutti i movimenti dei conti correnti degli italiani controllando tutte le operazioni aldisopra dei mille euro. Basta inserire il codice fiscale che Serpico entra in azione e rende accessibile immediatamente le ultime dichiarazioni di redditi, le utenze, iscrizione a club o associazioni varie, spese per le case e il condominio, insomma qualsiasi azione per cui è stato usato il codice fiscale.

 Lo Stato tramite l'Agenzia delle Entrate conserverà negli archivi tutte le informazioni relative ai suoi contribuenti, potento sfogliare i movimenti economici ogni qualvolta lo riterrà necessario. L'avvocato Guido Scorza, sempre in prima linea su questioni riguardanti la privacy e il web, si pone la domanda: "Sospesi i diritti fondamentali dell'uomo?" ricordandoci che la Carta europea dei diritti fondamentali (art. 8), la Convenzione internazionale dei diritti dell’uomo e del cittadino (art. 7) contrastano con tale norma, e il comma 1 dell’art. 14 del Codice Privacy sostiene “nessun atto o provvedimento giudiziario o amministrativo che implichi una valutazione del comportamento umano può essere fondato unicamente su un trattamento automatizzato di dati personali volto a definire il profilo o la personalità dell’interessato”.

 il cervellone che è in grado di analizzare miliardi di operazioni in un tempo brevissimo, il cervellone telematico che spia i nostri risparmi, la nostra vita. Una violazione alla privacy e alla libertà di disporre del proprio danaro. Perché se è vero come è vero che entro Marzo dovremo tutti adeguarci a determinate regole in materia di disponibilità della pensione, è altrettanto vero che avremo sorprese sui libretti a risparmio, quando andremo a ritirare importi superiori ai 1000 Euro. Semplicemente non potremo. Diritto violato.
Facciamo un esempio: 1. Alberto, vecchio con poca dimestichezza con gli strumenti telematici, va dal dentista e spende 1100 Euro. Non ha un conto corrente e ha poche simpatie per le carte di credito e i vari "mat" in circolazione ma è un cittadino perbene, uno di quelli che ha sempre pagato il dentista dietro fattura. Cosa farà? Due soluzioni. la prima è quella di pagare due fatture, una di acconto pari a 900 Euro, l'altra di saldo pari a 200 Euro o viceversa. La seconda soluzione è quella di cedere alle insistenze (quasi tutti i dentisti insistono) del medico odontoiatra e pagare in nero 980 Euro con lo sconto di 120 Euro. Alberto, divenuto disonesto tutt'assieme, rinuncerà a una detrazione d'imposta pari a 1100 x 19 : 100 ossia 209 Euro ma subito avrà rubato al fisco, complice del dentista 120 Euro. Avrà commesso un illecito fiscale facendo guadagnare solo il dentista ma non si sarà sbattuto con l'ignoto della telematica.
Un altro. Elisabetta deve comprare un'auto usata. Costo 2000 Euro che il venditore, per ragioni sue, vuole in contanti. Non ci sono ancora tasse sull'usato ma verranno, fidatevi. Comunque Elisabetta, va in banca e ritira 1000 Euro, ci torna il giorno dopo, ne ritira altri mille. Paga in contanti il venditore della, ormai sua, auto usata.
Intanto Serpico spia, vede i due prelievi in rapida successione di 1000 Euro dalla banca, sospetta come ogni software addestrato per sospettare deve fare. Trasmette la cosa a persone, ispettori del fisco, immagino. Che pensano. Cosa diavolo avrà fatto Elisabetta con 2000 Euro? Se sono persone di buon senso lasciano perdere. Casomai accadesse di nuovo, interveranno. Se sono persone soltanto zelanti partono in quarta, trovano il numero di telefono di Elisabetta o la sua e-mail e chiedono spiegazioni. Elisabetta dà la versione giusta. In effetti lei ha fatto due pagamenti da 1000 Euro ciascuno anche se intervallati di minuti ma in realtà ha commesso un illecito fiscale perché, non si può pagare, per legge, più di mille Euro in contanti. probabilmente visto che è in grado di dimostrare l'acquisto di un'auto usata, il fisco non la multerà ma non si sa mai. Con tutto il bisogno di palanche che c'é! Si potrebbe trattare di un vero illecito da parte dello Stato.
Ugo è anziano, capisce un picchio di telematica. E legge poco i giornali. da tempo i politici lo hanno nauseato e anche i governi tecnici. Come dargli torto? Da una vita ha un libretto di banca al portatore dove  ora ci sono 3000 Euro. Che tiene giusto per un'emergenza percependo 750 Euro netti di pensione che, da solo com'è, e avendo la casa dei suoi vecchi, gli consentono di vivere. Entro il 31 Marzo 2012 non va in banca per ridurre il libretto al portatore a 980 Euro (il limite sarebbe 1000 ma è meglio 980 che non venga in mente alla banca di accreditarti 21 Euro di interessi cosa poco probabile ma non impossibile). E la banca non lo avverte. E' punibile con una multa pari al saldo sul libretto al portatore. Cioè i suoi 3000 Euro se li piglia lo Stato. Altro diritto costituzionale violato.
Serpico ha visto che ci sono un casino di libretti al portatore nelle banche che sono superiori ai 1000 Euro ma se ne sta zitto. E' programmato per scoprire gli evasori e non per aiutare i cittadini a non sbagliare (come dovrebbe essere). Dopo il 31 Marzo coloro che ignorano le leggi scopriranno che il fisco si è preso il saldo dei loro libretti al portatore superiori a 1000 Euro, sotto forma di multa o sanzione amministrativa o ammenda, prevista dalla legge. Altro diritto del cittadino violato.
Barbara ha un negozio di alimentari in un paesino sperduto sulle montagne liguri. Lo tiene perché i residenti, una sessantina, quasi tutti anziani, hanno bisogno di lei ché è l'unico negozio a tiro di gambe. Durante l'estate il paesino si ripopola e fa 350 anime per cui Barbara compensa quello che guadagna di più in Estate con gli affari scarsissimi in Inverno. La donna ha sessantanni ma non può neppure andare in pensione per via  del fatto che i contributi non le bastano con le nuove leggi. Dovrà mettere su un lettore per carte di credito ma che cavolo se ne fa. La gente da lei spende in media 15 Euro e nessuno in Inverno paga con la carta. Comunque la legge la obbliga alla spesa. E deve sostenerla. Altro diritto del cittadino violato.
Paolo fa l'avvocato. E' bravo anzi bravissimo. Si occupa di difendere tutti coloro che sono stati beccati dal fisco. E quando fa la sua dichiarazione dei redditi conosce ogni cavillo per ridurre la sua esposizione fiscale. Ogni anno, per farla breve, dichiara un terzo di quello che guadagna. Ha un conto in Svizzera, in codice, e uno a Montecarlo. In Italia ha il conto ufficiale dove Serpico può cuorisare quello che vuole senza pescare un bel niente. Tutti i diritti dei contribuenti onesti violati.
Questi esempi, che potremmo fare a migliaia, dimostrano che Monti, il Presidente del Consiglio e i suoi Ministri, combattono l'evasione dei poveri cristi ma non riescono a farcela con i cosiddetti furbi che continueranno ad evadere bellamente il fisco. Ancora, tutti i diritti dei contribuenti onesti violati.
Se il governo (la g minuscola è finora d'obbigo) vuole limitare i pagamenti in contanti a mille Euro è solo perché le banche hanno bisogno di liquidità e il governo vuole che i cittadini tornino a portare soldi in banca. Ora le banche non applicheranno commissioni sui conti dei pensionati ma come gli stessi si saranno abitutati a non poter fare a meno delle banche e degli strumenti telematici che esse hanno messo loro a disposizione, alzeranno il tiro. Un conto normale verrà a costare in media 150 - 300 Euro l'anno con un recupero di interessi pari a una media di 35 Euro, giusto per pagare l'imposta di bollo. Due diritti dei cittadini violati, perché obbligati a pagare l'imposta di bollo e a servirsi della banca.
la finiamo qua. Noi non abbiamo una sfera di cristallo ma continuiamo a pensare che questo governo tecnico stia facendo le cose che faceva Berlusconi (salvo la riforma sulle pensioni) e che avrebbero fatto quelli di sinistra o di centro. Una volta c'erano i re, i conti, i marchesi che vivevano alle spalle dei sudditi. ora ci sono i politici che vivono alle spalle dei cittadini che lavorano, che sono onesti, che pagano regolarmente le tasse. Perché i governanti di oggi non sono davvero capaci di acchiappare gli evasori. E in fondo ci sono sempre i poveracci che fanno la loro ricchezza.

Clicca su post più vecchi

Clicca          su       post più vecchi

FORMAZIONE - LEARNING - Scegli in cosa vuoi essere il migliore

Corso Marketing Management Generale

OCCASIONE LAST MINUTE SOLO PER GLI ISCRITTI A QUESTO BLOG

OGGI SCONTI

I post + cliccati della settimana

Collaborare

Collaborare

Dona a chi impiega il suo tempo per gli altri con amore e altruismo. dona per alimentare il bene.

ATTENZIONE A TUTTI I SITI INTERNET

COMPRESO QUESTO...
ATTENZIONE Le informazioni contenute in questo sito(anche se selezionate con attenzione) come in tantissimi altri siti internet,sono di carattere informativo e generico, pertanto devono solamente essere usate a scopo didattico e NON per diagnosi su se stessi o su terzi, NON per scopi terapeutici, NON per automedicazione. In NESSUN CASO le informazioni presenti in questo sito si sostituiscono al parere di un medico. Pertanto si esortano i visitatori a rivolgersi IN OGNI CASO al proprio medico per avere dei pareri seri e professionali sul proprio stato di salute e sulle eventuali terapie da adottare. I gestori del sito non si assumono responsabilità per danni, di qualsiasi natura, che l'utente, attingendo le informazioni da questo sito, potrebbe causare a se stesso a o terzi, derivanti da uso improprio o illecito delle informazioni riportate in questo sito, o da errori e imprecisioni relativi al loro contenuto, o da libere interpretazioni, o da qualsiasi azione che l'utente del sito possa intraprendere autonomamente e disgiuntamente dalle indicazioni del proprio medico curante.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.