12 aprile 2012

PERMESSI E RIDUZIONI DI LAVORO PER I LAVORATORI

Qui di seguito troverai una serie di informazioni utili che ti permetteranno di affrontare con pi√Ļ serenit√† tutte le questioni relative al lavoro, dai permessi quando non ti senti bene, alle assenze per le terapie, fino alla necessit√† di variare o ridurre l’orario. La legge, tra l’altro, prevede anche particolari agevolazioni non solo per te, ma anche per i tuoi familiari, nel caso avessero bisogno di assentarsi dal lavoro per prestarti assistenza.

PERMESSI AI LAVORATORI

La Legge 104/92 sancisce il diritto della dipendente malata di godere di permessi lavorativi per seguire le cure necessarie, concedendo la stessa facoltà anche a un familiare che la assiste. In particolare, i benefici per donne affette da carcinoma mammario sono:
• una riduzione dell’orario di lavoro (2 ore) o, a scelta, un permesso di 3 giorni al mese;
• il diritto di scegliere, laddove possibile, la sede di lavoro pi√Ļ vicina al proprio domicilio, nonch√© il divieto per il datore di lavoro di trasferimento in altra sede senza il suo consenso;
• il diritto per la lavoratrice, nel caso in cui sia riconosciuta un’invalidit√† superiore al 50%, di usufruire di 30 giorni all’anno, anche non continuativi, di congedo retribuito per cure mediche connesse allo stato di invalidit√†;
• il diritto a trasformare il proprio contratto di lavoro da tempo pieno a parziale, almeno fino a quando le condizioni di salute non consentono una normale ripresa dell’attivit√† lavorativa;
• il diritto a svolgere mansioni compatibili con il proprio stato di salute;
• in alcuni casi (invalidit√† riconosciuta superiore al 74%) di poter richiedere un pensionamento anticipato;
• il prolungamento del periodo di comporto, cio√® il periodo di tempo durante il quale il lavoratore ha diritto alla conservazione del posto di lavoro (in caso di sospensione per malattia o infortunio). In questo lasso di tempo, la lavoratrice affetta da tumore potr√† godere dei trattamenti retributivi, secondo quanto disposto dalla legge e dai contratti collettivi, nonch√© dei diritti garantiti al lavoratore in malattia.

Nel caso di lavoro part-time, i permessi sono ridotti in proporzione al lavoro prestato. I permessi non utilizzati nel mese di competenza non possono essere fruiti nei mesi successivi. Per ottenere i diversi tipi di permesso √® sufficiente farne richiesta al datore di lavoro e/o all’Ente di previdenza cui si versano i contributi.



PERMESSI AI FAMIGLIARI

• Vengono riconosciuti 3 giorni mensili retribuiti per familiari e affini entro il 3° grado a condizione che la persona da assistere non sia ricoverata a tempo pieno.
• Il diritto a trasformare il proprio contratto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale, almeno fino a quando le condizioni di salute della propria famiglia non consentono una normale ripresa dell’attivit√† lavorativa.
• Congedo straordinario biennale retribuito (continuativo o frazionato): viene riconosciuto al lavoratore-genitore, anche adottivo, di un portatore di handi- cap in situazione di gravit√†. In caso di decesso o di impossibilit√† di entrambi i genitori, analogo diritto √® riconosciuto al fratello o alla sorella conviventi con il malato riconosciuto portatore di handicap grave. Questo diritto spetta anche al coniuge convivente prioritariamente rispetto agli altri familiari.
• Nel caso di lavoro part-time, i permessi sono ridotti in proporzione al lavoro prestato. I permessi non utilizzati nel mese di compe- tenza non possono essere fruiti nei mesi successivi. Per ottenere i diversi tipi di permesso √® sufficiente farne richiesta al datore di lavoro e/o all’Ente di previdenza cui si versano i contributi.Il periodo pu√≤ essere frazionato e l’indennit√† spettante √® pari all’ultima retribuzione percepita.
• Congedo biennale non retribuito (continuativo o frazionato): per gravi e documentati motivi familiari, garantisce il diritto alla conservazione del posto di lavoro, ma vieta lo svolgimento di qualunque attivit√† lavorativa.
• Divieto di lavoro notturno per il lavoratore che abbia a proprio carico la persona disabile in stato di handicap grave.


PARTICOLARI FACILITAZIONI PER MALATTIA ONCOLOGICA:

I giorni di ricovero ospedaliero o di trattamento in day hospital e i giorni di assenza per sottoporsi alle cure sono esclusi dal computo dei giorni di assenza per malattia normalmente previsti e sono retribuiti interamente. Questo prolunga indirettamente il periodo di comporto. In particolare:
• Cicli di cura ricorrenti. Si applicano i criteri della “ricaduta della malattia” se sul certificato viene barrata l’apposita casella e il trattamento viene eseguito entro 30 giorni dalla precedente assenza. √ą sufficiente un’unica certificazione medica in cui venga attestata la necessit√† dei trattamenti che determinano incapacit√† lavorativa e che siano qualificati l’uno ricaduta dell’altro.
• Dimissioni protette. Il soggetto si rapporti alla struttura ospedaliera solo nei giorni in cui √® stato programmato il ricovero per un’eventuale indagine clinica.
• Periodi intermedi. √ą possibile richiedere l’indennizzo con una certificazione del medico curante o dell’ospedale.
• Day hospital. I giorni della prestazione in regime di day hospital sono equiparati alle giornate di ricovero.

Per fruire dei giorni di assenza per terapie salvavita √® necessario specificare il motivo dell’assenza, che il datore di lavoro potr√† chiedere di documentare con idonea certificazione medica.



COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO

Il collocamento lavorativo dei cittadini con disabilit√† √® regolamentato dalla Legge 68/99. Solo il cittadino in et√† lavorativa che vuole iscriversi alle liste speciali, per essere avviato al lavoro come categoria protetta, deve fare richiesta di essere sottoposto all’accertamento della condizione di disabilit√† ai sensi della Legge 68/99. L’attuale normativa (Legge 247, art. 1 comma 35 e 36 del 24/12/2007), non prevede pi√Ļ, per soggetti non interessati al collocamento al lavoro e aventi diritto all’assegno di invalidit√†, l’obbligo di iscrizione alle liste del collocamento per poter richiedere l’erogazione del beneficio. Sar√† sufficiente una dichiarazione all’INPS, Ente erogatore, nella quale l’invalido autocertifica di non svolgere attivit√† lavorativa.

Nessun commento:

Posta un commento

Questo post ti ha dato informazioni utili ?
Un tuo commento mi aiuta a migliorare e nel proseguire la mia Mission.
Ti ringrazio inoltre se vorrai iscriverti nel mio blog e condividere questo articolo nei tuoi social.

Clicca su post pi√Ļ vecchi

Clicca          su       post pi√Ļ vecchi

Dona a chi impiega il suo tempo per gli altri con amore e altruismo. dona per alimentare il bene.

ATTENZIONE A TUTTI I SITI INTERNET

ATTENZIONE Le informazioni contenute in questo sito(anche se selezionate con attenzione) come in tantissimi altri siti internet,sono di carattere informativo e generico, pertanto devono solamente essere usate a scopo didattico e NON per diagnosi su se stessi o su terzi, NON per scopi terapeutici, NON per automedicazione. In NESSUN CASO le informazioni presenti in questo sito si sostituiscono al parere di un medico. Pertanto si esortano i visitatori a rivolgersi IN OGNI CASO al proprio medico per avere dei pareri seri e professionali sul proprio stato di salute e sulle eventuali terapie da adottare. I gestori del sito non si assumono responsabilità per danni, di qualsiasi natura, che l'utente, attingendo le informazioni da questo sito, potrebbe causare a se stesso a o terzi, derivanti da uso improprio o illecito delle informazioni riportate in questo sito, o da errori e imprecisioni relativi al loro contenuto, o da libere interpretazioni, o da qualsiasi azione che l'utente del sito possa intraprendere autonomamente e disgiuntamente dalle indicazioni del proprio medico curante.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicit√† . Non pu√≤ pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non √® responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilit√† di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.