CONSULENZA

CONSULENZA TELEFONICA con Raymond Bard
Ogni giorno dalle 19 alle 20
Sabato e Domenica dalle 11 alle 12
Come fare:
Inviare un messaggio Whatsapp al numero 3202181316 con la scritta: "Richiesta Consulenza"
A fine conversazione vi sarà chiesta una libera donazione in base al gradimento.



TRADUTTORE

COME FARE SESSO AL MASSIMO - Esercizi di Kegel, cosa sono e come si fanno

COME FARE SESSO AL MASSIMO - Esercizi di Kegel, 

cosa sono e come si fanno





Ecco un'altra piccola chicca per rendervi professionisti del sesso! siete davvero certi di sfruttare al meglio le potenzialità del vostro corpo? Se sì, conoscerete sicuramente gli esercizi di Kegel. Arnold Kegel, un ginecologo di Los Angeles, ideò inizialmente questa serie di esercizi con l'obiettivo di tonificare la zona pelvica, sia maschile che femminile, per eliminare o alleviare i problemi di incontinenza. Effettivamene questi esercizi rendono più tonico e forte il muscolo pubococcigeo, principale responsabile della minzione. Ma, indovinate un po'? Le donne a cui venivano prescritti gli esercizi, in particolar modo le donne, oltre a riscontrare miglioramenti nella patologia di cui soffrivano, tornavano dal dottor Kegel a ringraziarlo, spiegandogli che esercitando quelle fasce muscolari erano riuscite a raggiungere una maggior consapevolezza della forza della propria vagina e che attraverso la contrazione del muscolo pubococcigeo era possibile raggiungere orgasmi più intensi ed in minor tempo. E' proprio vero che non si finisce mai di imparare! Il controllo delle contrazioni vaginali durante il rapporto sessuale, è poi in grado di provocare grande piacere all'uomo, perchè offre la possibilità di alternare la sensazione di penetrare una vagina molto stretta alla sensazione di essere accolto in profondità con il proprio membro senza alcuna resistenza. Inoltre lei, quanto più riuscirà a stringere il pene che la penetra tanto più sarà in grado di sentirlo intensamente dentro di sè. Insomma, una donna che conosce la propria vagina è una donna che gode di più, ma anche che fa godere di più! Ma andiamo per gradi. Le contrazioni in cui consistono questi semplici esercizi sono, nella donna, le stesse che intervengono durante l'orgasmo. Per chi dovesse avere maggiori difficoltà ad individuare il pubococcigeo, e questo vale sia per i maschietti che per le femminucce, è sufficiente contrarre il muscolo che si usa quando si vuole trattenere la pipì. Fatto? Bene, quello è il muscolo da allenare, il muscolo dell'amore! Esercitarvi quotidianamente (potete ripetere le serie di contrazioni mentre siete in macchina, mentre fate la spesa, o nella sala d'attesa del dentista...ovunque) vi permetterà di far impazzire in vostro uomo e di padroneggiare in modo strabiliante i vostri orgasmi. Ma non è tutto! Cari maschietti, pensavate di averla scampata!
Ma la palestra dell'amore gioverebbe anche a voi! Le contrazioni di Kegel, infatti, rafforzando in muscolo pubococcigeo, aiutano l'uomo a trattenere e ritardare l'eiaculazione. Dunque, quanti di voi soffrissero di eiaculazione precoce o desiderassero offrire alla propria partner delle lunghe, lunghissime notti di fuoco dovrebbero iniziare subito ad allenarsi! Non è un bluff, contraendo e rilassando ripetutamente il muscolo in questione, che è lo stesso che usate per muovere il vostro pene quando è eretto, riuscirete a renderlo più forte ed ad aumentare il controllo sul vostro orgasmo...vedrete che non rimarrete delusi, e che anche la vostra donna noterà il cambiamento.
Come si fa un esercizio di Kegel?

Allenarsi è molto semplice.

PER LEI: il modo più banale di esercitarsi è contrarre la vagina, quindi rilassarla ripetendo il gesto per almeno 50-100 volte al giorno (ovvio che più ne fate e maggiori risultati otterrete). Quando ci si allena non si devono usare i muscoli dell'addome, delle gambe o i glutei.
Mettete la mano sull'addome quando contraete il muscolo pelvico. Se sentite che l'addome si muove, allora state usando anche questi muscoli. I muscoli delle gambe e quelli del sedere devono rimanere rilassati. Potete allenarvi in qualunque momento ed in qualunque luogo: sull'autobus, davanti alla TV, guidando, o, perchè no, durante un rapporto sessuale (contraete il muscolo pelvico per afferrare il pene del partner quindi rilassate). Un'altra tecnica d'allenamento, un po' più impegnativa, è quella del ranocchio: molto utile per fortificare il muscolo che circonda la vagina. Sdraiatevi sul pavimento con le gambe nella "posizione del ranocchio" (ginocchia piegate e le piante dei piedi l'una contro l'altra) e lasciate che i vostri muscoli addomiali e vaginali si rilassino. Immaginate poi le due pareti interne della vagina e cercate di farle avvicinare contraendo proprio come se doveste interrompere il flusso dell'urina. Non dovreste usare gli addominali, nè fare sì che le natiche si comprimano l'un l'altra. Per cominciare a riscontrare dei risultati vi dovrete allenare con continuità. In genere i primi cambiamenti si cominciano a rilevare dopo circa 3 settimane.

PER LUI: l'esercizio è praticamente identico. E' sufficiente contrarre il muscolo che va dal pene all'ano e che serve a trattenere la pipì o a muovere il pene quando è in erezione. Ripetere l'esercizio 50-100 volte al giorno. Vedrete che i vostri rapporti dureranno molto, molto di più...Buon lavoro!!!Se volete saperne di più vi consigliamo il libro della dottoressa Barbara Keesling "Come fare l'amore tutta la notte".

Clicca su post più vecchi

Clicca          su       post più vecchi

FORMAZIONE - LEARNING - Scegli in cosa vuoi essere il migliore

Corso Marketing Management Generale

OCCASIONE LAST MINUTE SOLO PER GLI ISCRITTI A QUESTO BLOG

OGGI SCONTI

I post + cliccati della settimana

Collaborare

Collaborare

Dona a chi impiega il suo tempo per gli altri con amore e altruismo. dona per alimentare il bene.

ATTENZIONE A TUTTI I SITI INTERNET

COMPRESO QUESTO...
ATTENZIONE Le informazioni contenute in questo sito(anche se selezionate con attenzione) come in tantissimi altri siti internet,sono di carattere informativo e generico, pertanto devono solamente essere usate a scopo didattico e NON per diagnosi su se stessi o su terzi, NON per scopi terapeutici, NON per automedicazione. In NESSUN CASO le informazioni presenti in questo sito si sostituiscono al parere di un medico. Pertanto si esortano i visitatori a rivolgersi IN OGNI CASO al proprio medico per avere dei pareri seri e professionali sul proprio stato di salute e sulle eventuali terapie da adottare. I gestori del sito non si assumono responsabilità per danni, di qualsiasi natura, che l'utente, attingendo le informazioni da questo sito, potrebbe causare a se stesso a o terzi, derivanti da uso improprio o illecito delle informazioni riportate in questo sito, o da errori e imprecisioni relativi al loro contenuto, o da libere interpretazioni, o da qualsiasi azione che l'utente del sito possa intraprendere autonomamente e disgiuntamente dalle indicazioni del proprio medico curante.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.