TRADUTTORE

Come guadagnare soldi con un blog su google


 Come guadagnare con un blog WordPress ben indicizzato su Google per la nostra nicchia specifica tramite Adsens

 Tratto da:http://www.creareonline.it/2011/06/come-guadagnare-con-un-blog-wordpress-ben-indicizzato-su-google-per-la-nostra-nicchia-specifica-tramite-adsense-0011672.html



In questa guida cercherò di illustrarti come sia possibile guadagnare del denaro online scrivendo anche un solo articolo e ottimizzando bene un blog utile fondato su una buona idea.
come-creare-un-blog-wordpress-ben-indicizzato-nella-nostra-nicchia-e-guadagnare-il-massimo-con-adsense
Sono del parere che una buona idea possa portare molti benefici e farti guadagnare online molto denaro.Tutto stà nel conoscere bene Google e ovviamente anche l’argomento che tratterai in questo blog creato ad arte.
Cercheremo di guadagnare denaro online con un blog utile e fondamentale per chi cerca proprio quelle specifiche informazioni in merito al nostro campo di interesse e nel quale siamo molto ben informati.
Faccio un esempio:
Se siamo esperti di come guadagnare denaro online e la nostra vera passione è quella di scrivere e informare gli altri su come sia possibile guadagnare su internet allora creeremo un solo articolo completo su “come guadagnare denaro online” e, per dare un’ottima visibilità al nostro articolo, creeremo un blog con WordPress e acquisteremo un dominio che si chiamerà precisamente:
Comeguadagnaredenaroonline.com
Dobbiamo cercare di dare molta visibilità alle nostre parole chiavi essenziali quindi le metteremo per prima cosa nel nome del nostro dominio.
Google infatti dà molta importanza al nome del dominio del nostro sito web e se questo nome incorpora le nostre parole chiavi o meglio ancora la nostra frase per la quale vogliamo essere rintracciati dal motore di ricerca, saremo già al 50 % del successo.
In sostanza: Vogliamo guadagnare denaro online con un solo unico grande articolo utilizzando Google Adsense per generare guadagni. Questo è lo scopo principale ma in realtà molti più articoli sempre a tema ci permetteranno di guadagnare ancora di più
Il nome del nostro blog e del nostro dominio dovrà rispecchiare esattamente la frase che un utente cercherà sicuramente su Google per avere le informazioni che vogliamo dargli. Se un utente cerca su Google “Come guadagnare denaro online” il nostro blog con il nostro articolo guida dovrà apparire nelle primissime posizioni dei risultati della ricerca.
Non solo. Dobbiamo fare in modo che l’utente rimanga a bocca aperta una volta atterrato sul nostro articolo in quanto troverà una guida dettagliata sul come guadagnare denaro online, che sia attraverso un blog, tramite affiliazioni, sponsor eccetera.
Deve trovare tutto quello che gli serve in modo da condividere il nostro articolo sui social network per farlo leggere ad altri appassionati, linkarlo nel suo blog o sito internet e magari stamparlo per averlo sempre con se. Se l’utente lascierà il nostro blog soddisfatto si creerà in automatico un passaparola che non farà altro che aumentare ancora di più le visite alla nostra pagina e con esse i click sui nostri annunci contestuali.

1 Come trovare la giusta nicchia di mercato

come-creare-un-blog-wordpress-ben-indicizzato-nella-nostra-nicchia-e-guadagnare-il-massimo-con-adsense-nicchia
Una volta analizzato nella nostra mente il campo in cui siamo dei veri esperti dobbiamo ridurlo ai minimi termini per trovare una nicchia precisa di persone che andranno a digitare su Google le parole chiavi del nostro articolo.
Per esempio, se siamo esperti di giardinaggio non possiamo parlare di tutti i tipi di terreno, di fiori eccetera ma ci concentreremo su un solo obiettivo, ovvero coltivare rose e faremo di tutto per intercettare solo gli appassionati di rose e quindi solo gli inzerzionisti Adwords che vendono esclusivamente delle rose. Ecco, questa è la nicchia. Poco pubblico ( non molto poco ) ma con uno stesso interesse.
Innanzitutto dobbiamo vedere se il campo che abbiamo scelto è “commerciale” ovvero se c’è gente disposta a pagare denaro per apparire sul nostro blog.
Un blog che parli di sassi e pietre per quanto ricco e utile possa essere non troverà mai nessun annuncio contestuale da parte di Adsense, perchè nessuno vende dei sassi e vuole promuoversi su Adwords per aumentare le sue vendite.
E’ probabile anche che ci sia ma non sarebbe un campo fruttuoso per noi. A noi interessa trovare un mercato pieno di inserzionisti disposti a tutto per vincere la loro concorrenza e apparire sul nostro blog. Ci serve un’articolo rivolto a poche persone ma non pochissime che parli di un qualcosa che interessi a molti commercianti e quindi ipotetici inserzionisti:
Esempio per ottenere il massimo: Devono esserci online pochissimi o nessun blog che parli già di “come guadagnare denaro online” ( il nostro esempio ) e invece moltissime persone che vogliono attirare potenziali clienti disposti a guadagnare online, a richiedere libri e riviste su come fare per guadagnare eccetera
Più semplicemente devono esserci molte persone appassionate di rose, pochi siti che ne parlano dettagliatamente online e molti fiorai disposti a sponsorizzarsi sul nostro sito.
Ritornando all’esempio del tema “ come guadagnare denaro online ”, le persone che vogliono sponsorizzare il loro e-book sul come guadagnare online per esempio, saranno interessate sicuramente al pubblico del nostro blog e faranno di tutto pur di sponsorizzarsi direttamente o tramite Adwords sul nostro sito.
Quindi dopo aver scelto il nostro campo di interesse e il titolo preciso per il nostro blog, andiamo a fare una ricerca di mercato su Google.

1.2 Studiamo la concorrenza e gli inserzionisti

Digitiamo le parole precise che un appassionato di business online potrebbe digitare su google, per esempio:
“Come guadagnare online”
Diamo innanzitutto un’occhiata ai collegamenti sponsorizzati di Google sopra e a destra dei risultati della ricerca, se sono pieni zeppi di annunci allora siamo a cavallo! Va bene in termini di inserzionisti interessati a questo campo ma non basta!
Quanti siti, blog, forum ci sono che parlano del nostro stesso argomento e che sono posizionati bene in prima pagina proprio con le nostre parole chiavi?
2, 3, 5? Se nessuno di questi però ha le nostre stesse parole chiavi nel nome del dominio possiamo pensare di creare il blog e chiamarlo proprio comeguadagnareonline.com ma aspetta!
Se invece esiste già almeno un blog che si chiama più o meno come il nostro e che appare nei primi risultati della ricerca allora è meglio lasciar perdere! Dovremmo trovare altre parole chiavi e cambiare di poco il nostro interesse iniziale come per esempio: “ come guadagnare online con WordPress e Adsense ” o come guadagnare scrivendo articoli o ancora come guadagnare con le affiliazioni.
Insomma dobbiamo specializzarci in un campo preciso e scarso di contenuti di valore.
Ricapitolando:
- Nei primi risultati di Google scaturiti dalle parole chiavi presenti nella nostra “frase imbattibile” ovvero “ come guadagnare online con WordPress e Adsense ” :
  1. Non devono esserci siti con domini che riportano quelle stesse parole, se ci sono dobbiamo cambiare di poco la nostra frase imbattibile e magari spostarci su un argomento correlato a ciò di cui volevamo parlare e ripetere la ricerca con la nuova frase
  2. In alto e a destra dei risultati della ricerca devono comparire molti annunci Adsense contestuali, meglio se riportano proprio la nostra “frase imbattibile”
  3. Possono esserci e ci saranno sicuramente molti blog che parlano del nostro stesso argomento posizionati bene per le parole chiavi che abbiamo scelto.
3 a.)Bene, visitiamoli uno per volta e guardiamo un pò se trattano il tema in maniera efficiente, se è il tema prediletto di quel blog o se è solo un articolino posizionato bene che riusciremo sicuramente a battere con le nostre parole chiavi.
  • Se c’è anche un solo sito, magari famoso, che tratta il nostro tema dalla A alla Z e che ha già migliaia di visite allora cambiamo strada, non riusciremo a batterlo a meno che non siamo SEO esperti.
  • Ma se non c’è o se vediamo solo discussioni forum spassionate o qualche articolo di un blog che in realtà parla di molte altre cose allora possiamo provare a batterli tutti.
OK, abbiamo visto che la strada è libera o con pochi ostacoli da superare e che molti inserzionisti sono interessati al nostro argomento in quanto abbiamo notato molte pubblicità Adsense nei risultati della ricerca. Andiamo al passo successivo.
Controlliamo se effettivamente ciò di cui andremmo a scrivere è un argomento realmente cercato su Google e di interesse condiviso da almeno poche migliaia di persone.

1.3 Gli strumenti di Google per la nostra indagine:

Google Insight:
Ci dice subito l’interesse della popolazione nazionale o mondiale verso un determinato argomento e le parole chiave più cercate in un determinato periodo di tempo.
Non solo, riesce a darci dei risultati dal 2004 fino ai giorni nostri e ci suggerisce perfino delle previsioni per il futuro.
Cerchiamo la nostra frase imbattibile “ Come guadagnare online con WordPress e Adsense ”. Mettiamo come campo di indagine dal 2004 ad oggi e guardiamo il grafico.
Se è in crescita allora possiamo proseguire e cercare dagli ultimi 12 mesi ad oggi per vedere se effettivamente l’interesse continua.
Scegliamo poi il nostro paese ed eventuali regioni di interesse se stiamo parlando di un qualcosa di strettamente legato ad una singola regione.
Se notiamo dei cali del grafico man mano che ci avviciniamo ai giorni nostri allora è probabile che il nostro mini business non avrà vita lunga ma se invece il grafico cresce allora possiamo provarci.
Se l’interesse è calante man mano che ci avviciniamo ai giorni nostri allora dovremmo scegliere altre parole chiavi e ripetere dall’inizio la nostra indagine andando a cercare di nuovo quelle parole su Google.
Se invece il grafico ci dice che l’interesse è crescente possiamo procedere.
Notiamo dopo la ricerca su Google insight che in basso a destra cambia qualche parola, per esempio potremmo notare che le parole “ come guadagnare con WordPress e Adsense ” siano più cercate e più alte in classifica delle parole “ come guadagnare con le affiliazioni ”, quindi sceglieremo “ come guadagnare con WordPress e Adsense ” per la nostra frase imbattibile.
Se notiamo che questa frase è stata ed è ancora la parola più cercata negli ultimi anni e addirittura è in breakout ovvero cercatissima allora possiamo passare al prossimo step!
Ricapitolando:
  1. Su Google la nostra frase potrebbe battere tutti i siti presenti nei risultati di ricerca – OK
  2. Nei risultati di Google per la nostra frase visualizziamo molte pubblicità Adsense contestuali – OK
  3. La nostra frase è composta da parole chiavi molto cercate che aumentano di interesse nel tempo – OK
Andiamo avanti e vediamo se è possibile guadagnare denaro online realmente per queste parole chiavi molto cercate.
Stiamo per scrivere dei post guida e utilissimi all’interno di un blog ottimizzato per i motori di ricerca che potrebbe apparire con molta probabilità in cima ai risultati Google e portarci tanti guadagni grazie ad adsense. Ma in realtà in un mese quante persone cercano quella frase specifica su Google? Ce lo dice il prossimo tool.
Keyword Tool:
Lo strumento per le parole chiavi di Google. Visitiamo Keyword Tool dopo aver fatto l’accesso con il nostro account per ottenere risultati più precisi e completi.
Cerchiamo la nostra frase imbattibile:
Scriviamo quindi la nostra frase nel campo “ parola o frase (una per riga) ” e selezioniamo il nostro paese di interesse o lasciamo Tutti se ci stiamo indirizzando ad un pubblico mondiale con un blog in inglese magari.
Prima selezioniamo “ Mostra solo idee strettamente correlate ai miei termini di ricerca ” e cerchiamo.
Se notiamo nelle ricerche mensili globali ( tutto il mondo ) e ricerche mensili locali ( la nostra nazione ) un numero inferiore ai 90.000 allora la nostra frase non sarà molto cercata, la nicchia sarà molto piccola.
Quindi deselezioniamo il campo “Mostra solo idee strettamente…” per farci suggerire dal Keyword tool delle frasi e parole correlate in maniera più ampia e magari noteremo che la frase:
“ Guadagnare denaro online con WordPress e Adsense “ ha 150.000 ricerche mensili globali o locali ( guarda il numero che ti interessa in base al tuo futuro pubblico di interesse se strettamente nazionale o mondiale ) e invece “ guadagnare online con le affiliazioni “ ne ha solo 82.000.
***Cambiamo quindi nuovamente la nostra frase imbattibile e rifacciamo tutto da capo, fin dalla prima ricerca su Google, poi Insight e nuovamente più approfondito su Keyword Tool. Non sono pazzo ma purtroppo bisogna fare così per essere certi. :-)
In sostanza Keyword tool ci suggerisce i termini che potrebbero essere più vantaggiosi e maggiormente cercati. Ci indica poi il campo concorrenza e se è molto colorato, tutto verde, allora dovremmo andare su Google a fare il test della concorrenza, ovvero il primo passo della guida, per notare se effettivamente ci sono molti siti che parlano del nostro stesso argomento o sono solo articoli sparsi.
Concorrenza significa anche molti inserzionisti e a noi la cosa ci piace!
Se la nostra frase imbattibile ha più di 90.000 ricerche mensili e una vasta concorrenza di inserzionisti Adwords rappresentata dalla colonnina verde e ha pochi blogger e webmaster accaniti su quel tema con siti ben posizionati allora siamo OK.
In sostanza dobbiamo ripetere sempre queste operazioni e usare man mano Google, Google Insight e Keyword Tool per far si che la nostra frase imbattibile sia davvero tale.
Ricapitolando:
La nostra frase deve:
  1. Non essere usata in altri nomi dominio o in articoli già dettagliati che non potremmo battere.
  2. Non deve essere l’oggetto unico di discussione di siti specifici
  3. Deve avere poca concorrenza all’interno dei siti e blog pubblicati online ma avere molta concorrenza tra gli inserzionisti
  4. Deve essere quindi molto usata negli annunci Adsense che vediamo nei risultati della ricerca
  5. Deve rappresentare un campo d’ investimento per molte persone che hanno fondato il loro business proprio su quel tema: per esempio esperti marketing che si sponsorizzano su Google Adsense e che appariranno anche sul nostro blog imbattibile nei nostri annunci e perchè no anche tramite banner privati se il nostro sito sarà visitato.
  6. Deve ovviamente essere cercata da migliaia di persone di una determinata nicchia che accrescono il loro interesse verso quel tema sempre di più ( lo vediamo tramite Google Insight )
Se la nostra frase non rispecchierà nemmeno uno di questi 6 punti non possiamo pensare che ci permetterà di guadagnare denaro online tramite Google Adsense.
Se la nostra frase invece rispecchierà tutti e 6 questi punti potrebbe essere sostanzialmente una vittoria nella nostra impresa.

Tutto questo sempre secondo il mio modesto parere, qualcuno mi smentirà sicuramente ma come dicevo prima ho basato tutto solo sulla mia esperienza personale.
** Importante: Un blog ben posizionato su Google per una determinata frase molto cercata e che tratta su un mercato pieno di inserzionisti fa gola a chiunque. Sia all’appassionato che troverà informazioni utili e introvabili altrove e sia per chi vorrà sponsorizzare la sua azienda specializzata in quel settore. L’inserzionista infatti sia tramite Adsense che privatamente troverà un blog utile e inimitabile ricco di pubblico interessato e targhettizato al quale far vedere o vendere il proprio prodotto.
Ok, la frase è stata trovata finalmente e sembra proprio imbattibile.

2. Compriamo finalmente il dominio

come-creare-un-blog-wordpress-ben-indicizzato-nella-nostra-nicchia-e-guadagnare-il-massimo-con-adsense-dominio
E’ arrivato il momento di acquistare il dominio. Qualsiasi gestore di hosting va bene, l’importante è acquistare un database mySql e hosting linux per permettere l’installazione di WordPress. Ovviamente il nome del nostro dominio sarà precisamente la nostra frase imbattibile, quindi lo chiameremo per esempio: comeguadagnaredenaroonline.com, se risulta non disponibile possiamo o cambiare il .com con .org o .net
Oppure aggiungere dei caratteri leggeri come un trattino “-” per esempio comeguadagnaredenaro-online.com ma attenzione, prima di acquistarlo controllare sempre se su Google nei risultati di ricerca NON appaia in prima pagina un sito che abbia le nostre stesse parole chiavi, insomma dovremmo già saperlo dai test di ricerca effettuati prima
Se abbiamo via libera allora procediamo all’acquisto. Ci serve, ripetiamo, hosting linux e database mySql
Attendiamo i dati ftp e quelli riguardanti il database mySql sulla nostra email inserita in fase di registrazione e scarichiamo il nostro WordPress dal sito ufficiale.

3. Installiamo WordPress.

come-creare-un-blog-wordpress-ben-indicizzato-nella-nostra-nicchia-e-guadagnare-il-massimo-con-adsense-wordpress
Carichiamo tutto il contenuto della cartella di WordPress nella root del nostro server tramite ftp usando un programmino gratuito come Filezilla e colleghiamoci sul sito comeguadagnaredenaro-online.com dal nostro browser.
Se tutto è andato a buon fine possiamo avviare il settaggio guidato del nostro file di configurazione wordpress wp-config.php.
Il sistema ci richiederà: Nome database, nome utente, host, password.
Sono tutte informazioni del database mySql che troveremo nella mail inviataci dal gestore hosting presso il quale abbiamo acquistato il dominio.
Dopo la configurazione dovremmo mettere il nome del nostro sito che sarà sempre lo stesso, un nome utente e una password per accedere alla dashboard e pubblicare articoli.

3.1 Impostiamo WordPress per rendere al massimo:

Prima di scrivere il nostro unico, grande, utile articolo per partire alla grande, dobbiamo impostare qualcosina, poi continueremo con altri mille articoli di uguale spessore e interesse ( contenenti nel titolo sempre il kit di parole chiavi per le quali vogliamo essere trovati ).
Dobbiamo impostare WordPress in modo da ottimizzarlo al massimo per la nostra frase imbattibile.
Andiamo sulla barra sinistra su Impostazioni e uno per volta modifichiamo i settaggi di Generale, lettura, scrittura eccetera.
Sostanzialmente non ci sono grandi cose da modificare ma le più importanti sono:
- PERMALINK
Innanzitutto modifichiamo la struttura dei permalink quindi andiamo su impostazioni dalla barra sinistra della bacheca e clicchiamo su permalink. Andiamo su struttura personalizzata e scriviamo solo /%postname% in questo modo i nostri articoli articoli avranno la seguente URL
http://www.nomesito.com/titolo-articolo
Clicchiamo su Salva le modifiche e siamo apposto.
- SCRITTURA:
In questa scheda dovremmo solo inserire la lista dei servizi da “pingare” appena avremmo scritto il nostro articolo.
Sono dei servizi utili che ci aiuteranno a risalire i motori di ricerca. quindi andiamo su
- Servizi di aggiornamento
e incolliamo la seguente lista così com’è:
Clicca qui per scaricarla, seleziona tutti gli indirizzi e incollali nel campo servizi di aggiornamento.
Salviamo tutto e passiamo ai plugin:

3.2. I plugin WordPress che ci serviranno per ottimizzare il blog:

Avremmo bisogno di alcuni utili plugin per ottimizzare meglio il nostro blog e i nostri singoli articoli.
Andiamo quindi sulla barra sinistra della dashboard e dal menu plugin clicchiamo su Aggiungi nuovo.
- All in one seo pack
Scriviamo nella barra di ricerca “All in one seo pack” e dall’elenco clicchiamo su installa proprio appena sotto al plugin All in one seo pack.
Clicchiamo su attiva plugin oppure andiamo ad attivarlo cliccando su Plugin nella barra sinistra della nostra bacheca.
- Come configurare All in one per ottenere il massimo:
Andiamo su impostazioni, sempre a sinistra e clicchiamo su All in one SEO
- PLUGIN STATUS: enabled
- HOME TITLE: scriveremo la nostra frase imbattibile in MAIUSCOLO
- HOME DESCRIPTION: scriveremo la descrizione contenente anche la nostra frase imbattibile, in minuscolo tipo: Tutti i segreti su come guadagnare denaro online usando WordPress e Adsense.
- HOME KEYWORDS: ha poca importanza ma per stare sicuri scriviamo la nostra frase imbattibile e possibili altre frasi correlate tipo: come guadagnare online con wordpress e adsense, come guadagnare online, guadagnare online con un blog, guadagnare online con adsense, creare un blog per guadagnare online, e così via, non abusiamo ma limitiamoci a 5 o 6 parole chiavi.
Insomma tutte parole strettamente correlate alla nostra frase e separate da virgola.
- CANONICAL URLS: selezioniamolo
- REWRITE TITLES: selezioniamolo ma facciamo in modo che dopo la parola contenuta nei due simboli %parola% non ci sia nulla.
Poi selezioniamo solo queste 3 voci, tutto il resto lasciamo deselezionato:
  • Dynamically Generate Keywords for Posts Page:
  • Use noindex for categories
  • Use noindex for archives
Clicchiamo su Update options e il nostro plugin All in one Seo sarà ottimizzato per i motori di ricerca.
- Google xml Sitemaps:
Andiamo nuovamente su plugin -> aggiungi nuovo e scriviamo nella barra di ricerca: “Google xml sitemaps”
Installiamo anche questo e attiviamolo. Andiamo su impostazioni -> Xml – Sitemaps e iniziamo a configurarlo.
- OPZIONI DI BASE: selezioniamo tutto tranne:
  • Abilita la generazione manuale della sitemap via GET Request
  • Abilita la modalità MySQL standard. Solo in caso di errori MySQL. (ampio utilizzo della memoria!)
- PAGINE AGGIUNTIVE: lasciamo tutto com’è
- PRIORITA’ ARTICOLO: selezioniamo numero dei commenti
- POSIZIONE DEL FILE DI SITEMAP: lasciamo rilevazione automatica
- CONTENUTO SITEMAP: Selezioniamo soltanto “includi Home page”, “includi articoli”, “ includi ora dell’ultima modifica ”
Saltiamo a:
- PRIORITA’: e diamo solo 1.0 ad homepage e 1.0 ad articoli.
Basta così, salviamo tutto. Ritorneremo su questa configurazione della sitemap una volta pubblicato il nostro articolo e verremmo solo a controllare se la sitemap è apposto oppure dobbiamo generarla per la prima volta.
Ok, il nostro WordPress è stato settato per rendere il massimo possibile, o almeno quello che personalmente conosco.

3.3 Il tema del nostro blog WordPress

Si sceglie in Aspetto, sempre nella barra a sinistra e poi TEMA. Ti consiglio di scegliere un tema WordPress molto leggero e minimalista. Ovviamente dovrai scaricarlo e inserire tutta la sua cartella in wp-content/themes sempre tramite Filezilla in ftp
Utile per inserire gli annunci da più parti sono i temi a tre colonne con una a sinistra, contenuto centrale e una più larga a destra.
Insomma l’aspetto e la grafica ci interessano poco, meglio se predomina il nero su bianco. Diamo la possibilità di rendere tutto ben visibile senza troppi fronzoli.

4 Scriviamo finalmente il nostro primo articolo

come-creare-un-blog-wordpress-ben-indicizzato-nella-nostra-nicchia-e-guadagnare-il-massimo-con-adsense-scrivere
Il nostro primo articolo dovrà essere fenomenale in tutti i sensi. Sia dal lato SEO che soprattutto per chi lo leggerà. Dobbiamo metterci nei panni di chi legge e chiederci in prima persona: se sono atterrato su questo sito in base alle informazioni su come coltivare le rose rosse, cosa voglio leggere su questo articolo? Sicuramente tutti i passi principali dalla semina al raccolto, annaffiatura, potatura eccetera. Tutto ben illustrato.
Molto importante negli articoli è il titolo! Ma per questo ti rimando ad un post che ti spiega come guadagnare il massimo con Adsense con un solo articolo.
Lo stesso post ti aiuterà a capire bene come scrivere un articolo utile sia per i lettori che per Google.
Continua a seguire Creareonline per altri consigli come questi e per capire come essere professionali, seri e disposti ad aiutare realmente i lettori del tuo blog.
Commenta per chiedermi consigli, se hai dubbi, perplessità, se ho detto qualche idiozia e altro, sono sempre a disposizione. Se sei su Facebook ci vediamo alla mia pagina pubblica: Nik Lamux
Buon Business Online con la tua passione principale!

 Tratto da:http://www.creareonline.it/2011/06/come-guadagnare-con-un-blog-wordpress-ben-indicizzato-su-google-per-la-nostra-nicchia-specifica-tramite-adsense-0011672.html


Clicca su post più vecchi

Clicca          su       post più vecchi

FORMAZIONE - LEARNING - Scegli in cosa vuoi essere il migliore

Corso Marketing Management Generale

OCCASIONE LAST MINUTE SOLO PER GLI ISCRITTI A QUESTO BLOG

OGGI SCONTI

I post + cliccati della settimana

Collaborare

Collaborare

Dona a chi impiega il suo tempo per gli altri con amore e altruismo. dona per alimentare il bene.

ATTENZIONE A TUTTI I SITI INTERNET

COMPRESO QUESTO...
ATTENZIONE Le informazioni contenute in questo sito(anche se selezionate con attenzione) come in tantissimi altri siti internet,sono di carattere informativo e generico, pertanto devono solamente essere usate a scopo didattico e NON per diagnosi su se stessi o su terzi, NON per scopi terapeutici, NON per automedicazione. In NESSUN CASO le informazioni presenti in questo sito si sostituiscono al parere di un medico. Pertanto si esortano i visitatori a rivolgersi IN OGNI CASO al proprio medico per avere dei pareri seri e professionali sul proprio stato di salute e sulle eventuali terapie da adottare. I gestori del sito non si assumono responsabilità per danni, di qualsiasi natura, che l'utente, attingendo le informazioni da questo sito, potrebbe causare a se stesso a o terzi, derivanti da uso improprio o illecito delle informazioni riportate in questo sito, o da errori e imprecisioni relativi al loro contenuto, o da libere interpretazioni, o da qualsiasi azione che l'utente del sito possa intraprendere autonomamente e disgiuntamente dalle indicazioni del proprio medico curante.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.