Fosfatasi Alcalina (ALP) Analisi del sangue - Malattie

Fosfatasi Alcalina (ALP)

La fosfatasi alcalina (ALP) è un esame di laboratorio; le fosfatasi sono enzimi
che possono scindere determinate strutture di certe molecole dell'organismo (come gli acidi nucleici). Essi prendono parte al metabolismo dei composti fosforici organici che si trovano nei tessuti, in particolare nelle ossa, nell'intestino, nel fegato e nei reni. La maggior parte delle fosfatasi alcaline che troviamo nel sangue, proviene dal fegato e dalle ossa.
Vi sono due tipi di fosfatasi: la fosfatasi acida (che agisce in un ambiente acido) e la fosfatasi alcalina (che agisce in un ambiente basico).
Quando si riscontra un aumeno della fosfatasi alcalina, ciò potrebbe indicare la presenza di malattie epatiche o delle vie biliari, malattie delle ossa (come fratture, traumi, rachitismo o tumori). Ciò avviene anche in caso di gravidanza.
Vi sono farmaci che diminuiscono i valori della ALP (come la pillola anticoncezionale) e altri che li fanno aumentare (come gli anticonvulsivanti).


VALORI:

Valori Ematici Normali:
per i bambini (fino a 8 anni): 80-1200 UI/l;
per i ragazzi (fino a 15 anni): 80-500 UI/l;
per gli adulti: 98-279 UI/l.

VALORI ANORMALI AUMENTATI:
se i valori sono inferiori (valori bassi) rispetto ai valori normali si potrebbe trovarsi in una o più delle seguenti condizioni o patologie.
- Alto apporto di grassi
- Artrite reumatoide
- Carcinoma epatico
- Cirrosi
- Deficienza di calcio
- Deficienza di vitamina D
- Eclampsia
- Epatite
- Frattura in via di guarigione
- Gravidanza
- Iperparatiroidismo
- Leucemia
- Malattia di Paget
- Metastasi ossea
- Mononucleosi infettiva
- Osteomalacia
- Osteosarcoma
- Ostruzione biliare
- Pancreatite
- Rachitismo
- Tumore della testa del pancreas
VALORI ANORMALI DIMINUITI:
se valori sono superiori (valori alti) rispetto ai valori normali si potrebbe trovarsi in una o più delle seguenti condizioni o patologie.
- Anemia perniciosa
- Celiachia
- Difetti della neoformazione ossea
- Difetto genico
- Eccessivo apporto di vitamina D
- Fibrosi cistica
- Insufficienza placentare
- Ipofosfatemia
- Ipotiroidismo
- Malnutrizione
- Nefrite cronica
- Scorbuto
- Sindrome latte-alcali
FATTORI CHE INFLUENZANO:Oltre all'emolisi del campione, che provoca un'alterazione nei risultati, vi sono anche farmaci che influiscono sull'esito:
- ACE-inibitori, acetaminofene, agenti lipido-riducenti, antibiotici, anticonvulsivanti, antipsicotici, benzodiazepine, eparina, estrogeni, farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), interferoni, salicilati, solfato ferroso, tiazide, trimetobenzamide e variconazolo sono farmaci che fanno aumentare i livelli di fosfatasi alcalina
- arsenico, cianuro, fluoruri, fosfati, nitrofurantoina, ossalati, propanololo e sali di zinco sono farmaci che fanno diminuire i livelli di fosfatasi alcalina.
NOTE:Il tempo di coagulazione del paziente può aumentare in presenza di disfunzioni epatiche.

Nessun commento:

Posta un commento

Spero che l’articolo che ho scritto ti abbia dato delle informazioni utili.
Ti sei iscritto a questo blog?
Mi farebbe molto piacere ricevere un tuo commento. Mi aiuta nel proseguire il mio lavoro di diffusione di nuovi modi per stare bene e vivere serenamente.
Ti ringrazio inoltre se vorrai iscriverti nel mio blog e condividere questo articolo sui social.
Translate in Italian language.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Clicca su post più vecchi

Clicca          su       post più vecchi

Dona a chi impiega il suo tempo per gli altri con amore e altruismo. dona per alimentare il bene.

ATTENZIONE A TUTTI I SITI INTERNET

COMPRESO QUESTO...
ATTENZIONE Le informazioni contenute in questo sito(anche se selezionate con attenzione) come in tantissimi altri siti internet,sono di carattere informativo e generico, pertanto devono solamente essere usate a scopo didattico e NON per diagnosi su se stessi o su terzi, NON per scopi terapeutici, NON per automedicazione. In NESSUN CASO le informazioni presenti in questo sito si sostituiscono al parere di un medico. Pertanto si esortano i visitatori a rivolgersi IN OGNI CASO al proprio medico per avere dei pareri seri e professionali sul proprio stato di salute e sulle eventuali terapie da adottare. I gestori del sito non si assumono responsabilità per danni, di qualsiasi natura, che l'utente, attingendo le informazioni da questo sito, potrebbe causare a se stesso a o terzi, derivanti da uso improprio o illecito delle informazioni riportate in questo sito, o da errori e imprecisioni relativi al loro contenuto, o da libere interpretazioni, o da qualsiasi azione che l'utente del sito possa intraprendere autonomamente e disgiuntamente dalle indicazioni del proprio medico curante.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.