Signore e signori, ecco la soluzione alla Crisi, non siate pecore! - 5 MINUTI PER LEGGERE LI AVETE?


Signore e signori, ecco la soluzione alla Crisi, non siate pecore!

5   MINUTI    PER    LEGGERE   LI AVETE?

Pubblicato il 20 giugno 2012
9
TRATTO DA:http://buenobuonogood.wordpress.com/2012/06/20/la-crisi-e-la-sua-soluzione-al-di-fuori-della-spazzatura-e-dei-vizi-dei-lunatici/
prometheus

Fa pena pensare ai problemi che la societ√† occidentale sente di dover affrontare come priorit√† in quest’epoca.
Tanta crisi per altrettanta gente senza idea di cosa significhi vivere. Tanta paura. Tanto malessere apportato da tutte le cose che circondano l’uomo moderno. Prodotti, televisione, pubblicit√† ed altri nuovi prodotti, che sostituiscono quotidianamente quelli che si consumano, che si distruggono e quelli che consumiamo e distruggiamo.
Spazzatura prodotta da lunatici con smanie di potere.
Siamo in crisi ma la crisi non √® n√© economica n√© finanziaria n√© commerciale. Il crollo dell’euro, del dollaro e dello yen √® solo la conseguenza di un’altra crisi, quella dell’uomo. Di quest’uomo moderno che si √® ritrovato di fronte alle conseguenze dei propri errori ed allo sfacelo di ci√≤ che credeva potesse risolvere. I problemi, il mondo li risolve da s√© e l’omuncolo moderno, che si crede artefice della soluzione, √®, invece, solo un ulteriore problema, oggi e fintantoch√© continuer√† a comportarsi come sta facendo, tirando la pietra e nascondendo la mano, rubando, mentendo, ammazzando ed autodistruggendosi solo per il piacere di non fare niente di utile e buono.
Creare una sorta di regole super-partes che gestissero le relazioni tra gli uomini √® stato un aborto. L’uomo ha partorito il denaro, un crimine efferato. Il crimine che ha ucciso pi√Ļ che qualsiasi atomica e qualsiasi veleno. Il denaro. Il denaro non √® nient’altro che carta e metallo. L’uomo l’ha costruito e continua a farlo e, cos√¨ ironicamente, ora si ritrova a piangere e disperarsi per non averne abbastanza. Tutto √® di una stupidit√† cos√¨ assurda.
Se il problema fosse solo finanziario, basterebbe stampare pi√Ļ soldi e distribuirli. La crisi di cui vi parlano e di cui parlate non √® nient’altro che il riflesso della fine di un sistema di fare che non √® mai stato utile al mondo. Il sistema occidentale non √® mai stato degno di chiamarsi sistema, √® stato un capriccio, un gioco perverso, che ha arricchito di esuberanza i potenti, fino a farli ubriacare e vomitare, ormai, anche loro, assuefatti da tanto potere e da tanto di tutto. Guardate in faccia un politico o un banchiere e ditemi cosa vedete. Volere sempre ed ancora di pi√Ļ √® il paradigma di questi uomini inetti, che hanno voluto raggiungere i propri obiettivi attraverso l’esaltazione del vizio, della violenza e del sopruso. E dietro di loro, una mandria peggiore delle pecore, povere bestie, militari e servi ubbidienti che hanno agito sempre con ignavia e sottomissione, senza sapere, come i loro stessi padroni, cosa stessero facendo e di cosa stessero parlando.
Perch√© siamo tutti solo e semplicemente uomini in cerca di un motivo per vivere e non serve nient’altro che buon senso. Niente soldi e niente prodotti di plastica. Nessun ordine imposto, nessuna regola che non sia quella naturale, che sapremmo tutti rispettare, se solo sapessimo vivere da uomini.
Oggigiorno la maggior parte degli uomini √® in crisi esistenziale e non mi sorprende. Non sorprende neanche a chi sempre ha gufato il “sistema” e chi ha sempre avuto quell’occhio ben aperto nel mezzo della fronte, che gli ha fatto vedere quello che possiamo chiamare “verit√†” o, semplicemente senso.
Il senso della vita √® stato e continua ad essere il grande sconosciuto dell’uomo. E proprio oggi, quando tutto il superfluo si sta rompendo, qualcuno in pi√Ļ sta cominciando a capire, a pensare e a vedere.
Come una pianta rompe con il suo stelo la terra dura del deserto, cos√¨ la coscienza ed il risveglio dell’uomo nella sua ricerca di senso sta rompendo l’asfalto e gli scrigni di re e regine si stanno trasformando in scatole di carta e metallo stampati.
Nel cammino di un’ipotetica evoluzione, possiamo dire d’essere al principio, ad un nuovo principio, se volete, che sta ridefinendo tutto e tutti. La crisi diventa cos√¨ una piacevole sensazione di stare a guardare come tutto l’inutile si sta distruggendo, per far nascere una nuova pianta di fagiolo che, forse capiremo, non √® necessario scalare, bens√¨ osservare, in silenzio e reverenza, capendo, una volta per tutte, il perch√© siamo al mondo e cosa dobbiamo fare, tutti, uno per l’altro e non uno contro l’altro, non alcuni per se stessi e tutti gli altri schiavizzati o lobotomizzati.
Quando e solo quando la pigrizia e gli altri “peccati” o vizi capitali saranno sgretolati con le nostre stesse mani, solo allora saremo degni di vivere e non avremo paura.
Parlare di crisi finanziaria √® quindi una perdita di tempo e continuare a cercarne una soluzione, un’idiozia, una pericolosa idiozia, che ha gi√† fatto troppe, troppe vittime, troppe morti e troppi morti viventi, che si aggirano per le citt√† con gli orologi al polso, in sella a moto a benzina o dentro scatole di ferro, che ogni giorno si sfasciano contro un muro, nel nome del denaro e di un travisato senso del sacrificio e dell’impegno.
Smettetela di parlare di questa crisi ed affrontate la vostra personale crisi con coscienza. Vogliatevi bene.

Nessun commento:

Posta un commento

Questo post ti ha dato informazioni utili ?
Un tuo commento mi aiuta a migliorare e nel proseguire la mia Mission.
Ti ringrazio inoltre se vorrai iscriverti nel mio blog e condividere questo articolo nei tuoi social.

Clicca su post pi√Ļ vecchi

Clicca          su       post pi√Ļ vecchi

Dona a chi impiega il suo tempo per gli altri con amore e altruismo. dona per alimentare il bene.

ATTENZIONE A TUTTI I SITI INTERNET

COMPRESO QUESTO...
ATTENZIONE Le informazioni contenute in questo sito(anche se selezionate con attenzione) come in tantissimi altri siti internet,sono di carattere informativo e generico, pertanto devono solamente essere usate a scopo didattico e NON per diagnosi su se stessi o su terzi, NON per scopi terapeutici, NON per automedicazione. In NESSUN CASO le informazioni presenti in questo sito si sostituiscono al parere di un medico. Pertanto si esortano i visitatori a rivolgersi IN OGNI CASO al proprio medico per avere dei pareri seri e professionali sul proprio stato di salute e sulle eventuali terapie da adottare. I gestori del sito non si assumono responsabilità per danni, di qualsiasi natura, che l'utente, attingendo le informazioni da questo sito, potrebbe causare a se stesso a o terzi, derivanti da uso improprio o illecito delle informazioni riportate in questo sito, o da errori e imprecisioni relativi al loro contenuto, o da libere interpretazioni, o da qualsiasi azione che l'utente del sito possa intraprendere autonomamente e disgiuntamente dalle indicazioni del proprio medico curante.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicit√† . Non pu√≤ pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non √® responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilit√† di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.