CONSULENZA

CONSULENZA TELEFONICA con Raymond Bard
Ogni giorno dalle 19 alle 20 sabato e Domenica dalle 10 alle 12
(Solo per gli iscritti a questo sito Internet)
Come fare: Effettua libera donazione tramite ricarica telefonica Wind al numero 3202181316 poi invia un messaggio per appuntamento telefonico.
A fine conversazione vi sarà chiesta una libera donazione in base al gradimento tramite bonifico bancario.



TRADUTTORE

Un grande potere dentro di noi. Cos'è l'intuito? Se pensi che sia l'istinto ti conviene leggere questo articolo - Di Chiara Bardoni

Un grande potere dentro di noi.

Cos'è l'intuito? 

Se pensi che l'intuito è l'istinto,
ti conviene leggere questo articolo...
 Di  Chiara Bardoni
 
C'é un altro modo di pensare, decidere e fare le nostre scelte: ascoltare il proprio intuito.

 L'intuito ci guida e ci dà continuamente indicazioni per procedere nel modo giusto quando si tratta di prendere una decisione o di fare una scelta.
Sappiamo per esperienza che è inutile continuare a ragionarci: un'idea arriva nei modi più diversi. Di norma, infatti, la logica e la razionalità intervengono in una prima fase, per analizzare e raccogliere informazioni. Quando ci troviamo ad affrontare un probblema complesso, è l'intuito che ci consente di indentificare rapidamente, magari sulla base di dettagli apparentementi secondari, quali sono gli elementi che portano alla soluzione.
Art Fry, ricercatore della 3M, cantava nel coro della chiesa. Per ritrovare le pagine degli inni, era solito inserire nel libro dei foglietti come segnalibri. spesso, però, aprendo il libro i foglietti volavano via. Un giorno ebbe l'illuminazione: si ricordo di una colla, che era stata scartata perché non asciugava praticamente mai. Proprio quello che gli serviva! Era il 1980. Erano nati i post-it.
L'intuito è una dote naturale che hanno tutti, e come ogni altra abilità può essere migliorata con la pratica e l'esercizio.
AI CONFINI DELL'INTUIZIONE
L'intuizione è la capacità d'intuire; disposizione naturale a cogliere prontamente e con chiarezza la soluzione di un probblema teorico o pratico.
Il suo atto (Intuire) è quello di:
• cogliere l'essenza di qualcosa mediante intuizione;
• afferrare direttamente con l'intuito una realtà non evidente.
Possiamo dire di spere che in quella casa c'è proprio una persona perché vediamo la persona o udiamo la sua voce all'interno della casa (esempio di conoscenza attraverso i sensi); oppure possiamo dire di capire che quella persona è in quella casa perché vediamo un suo oggetto come il cappotto (esempio di conoscenza per mezzo di un ragionamento logico-razionale). Intuire che qualcuno sia in casa significa saperlo senza visto o sentito, o aver compiuto un minimo ragionamento.
La creatività è precisamente un'intuizione, un'intuizione su qualcosa di nuovo, che ancora non esiste nella realtà.
Mario Moretti Polegato, durante un viaggio in Nevada, infastidito dal surriscaldamento dei piedi causato dalle scarpe con le suole di gomma, istintivamente praticò dei fori su entrambe le suole delle scarpe. Successivamente egli svilupò la sua intuizione tramite una picccola azienda di calzature, e da li creaò la prima "scarpa che respira".
L'uomo ha costruito edifici, ponti, piramidi e torri ben prima che Newton scoprisse la gravità, quindi, il come funzione l'intuito potrebbe rimanere a lungo un mistero, mentre nessun dubbio può esserci sul fatto che funzioni realmente.
INTUITIVI SI NASCE E SI DIVENTA
L'intuito è a tutti gli effetti una dote naturale, nel senso che tutti ne siamo naturalmente provvisti. Forse alcune persone possono essere, per così dire, maggiormente dotati di altre. Ognuno di noi potrebbe raccontare un'esperienza personale nella quale ha intuito correttamente qualcosa.
Quante volte ci è capitato di pensare a una persona, magari di cui non abbiamo notizie da tanto tempo, quando il telefono squilla e... è proprio lei!? Oppure di addormentarci la sera con un probblema o una domanda in testa e di svegliarci il mattino dopo con la soluzione?.
I cosiddetti intuitivi per natura, a volte anche loro falliscono, ma per loro un errore non mette in dubbio la capacità che sono convinti di avere, così alla prima occasione ci ritentano. Pensiamoci. si possono fare errori anche seguendo la logica e la razionalità, ma nessuno si scompone quando questo accade e così torniamo subito a utilizzarla. Queste persone (intuitive) hanno avuto la fortuna di crescere in un contesto familiare in cui era ritenuto normale possedere questo tipo di capacità. Essi non sono in grado di dire come agiscono, perchè lo fanno spontaneamente e quasi sempre in modo inconsapevole.
E' il caso di due campioni di tennis: Peter e Andre. Chiedendo loro di spiegare il segreto di un loro gesto atletico nel quale sono eccellenti (il dritto), danno spiegazioni che non corrispondono a quello che in realtà fanno e che può essere verificato guardando i filmati di gioco.
Per poter accedere più facilmente a queste capacità che già possiedi, bisogna conoscere le tre chiavi dell'intuito: le convinzioni, lo stato mentale e le tecniche.
LE CONVINZIONI
Le convinzioni sono pensieri collegati a una sensazione di certezze che influenzano il nostro modo di agire.
Genitori, famiglia, insegnanti... Molto spesso, anche senza esserne consapevoli, assumono e danno per scontato convizioni che gli hanno trasmesso altri, senza mai metterle in discussione e senza chiedersi se siano davvero utili. Tutti i più grandi studiosi di questo campo sostengono che questi pensieri determinano anche i nostri limiti. Quello che pensiamo che vada fatto o che possiamo fare lo facciamo, quello che pensiamo che non possiamo fare non lo facciamo, e non andiamo oltre. Per poter cominciare a lavorare con l'intuito, è necessario superare tutte le convinzioni riguardo l'intuito.
Se si comincia a vedere, udire e sentire cose dissimili da quelle alle quali siamo abituati, si comincia a pensare anche a qualcosa di diverso. Nello sviluppo dell'intuito si utilizza l'autosuggestione: "l'intuito mi consente di fare buone cose", "l'intuito mi ha sempre aiutato".
LA SECONDA CHIAVE: LO STATO MENTALE
Il nostro cervello, produce onde elettriche di diversa frequenza:
• onde Beta dai 14 ai 30 hertz
• onde Alfa dagli 8 ai 13 Hz
• onde Theta dai 4 ai 7 Hz
• onde Delta da 1 a 3 Hz
Le onde Beta sono caratteristiche dello stato di veglia, mentre le onde Alfa e Thenta sono collegate a stati di sempre maggiore rilassamento, le onde Delta al sonno profondo. In stato Alfa, vigile ma rilassato, ha luogo la maggior parte dei processi intuitivi e creativi. Quindi, per entrare in uno stato intuitivo, è necessario rilassare il corpo e la mente.
LA TERZA CHIAVE: LE TECNICHE
La tecnica non è altro che un modo per ottenere risultati in maniera sistematica.
Quando ci viene fatta una domanda e rispondiamo spontaneamente in modo intuitivo, quello che accade è che, subito dopo la domanda, arriva un'immagine, una parola, una sensazione alla quale cerchiamo di dare un senso in relazione alla domanda iniziale.
Questo processo può essere scomposto in tre fasi:
STIMOLO è la domanda, o un pensiero, un interrogativo interiore, qualcosa su cui stiamo riflettendo.
RISPOSTA è costituita in genere da rappresentazioni interne (immagini, suoni, sensazioni)
SINTESI è il modo in cui mettiamo in relazione l'impressione sensoriale con la questione, in genere corrisponde a un'elaborazione della risposta.
Il finanziere americano George Soros, benché considerato uno scaltro ed esperto uomo d'affari con una forte razionalità è anche abbituato a seguire il suo intuito nel prendere decisioni sui suoi affari. In particolare, quando inizia a fargli male la schiena (un segnale dell'intuito) significa che è il momento di fare una scelta diversa.
L'intuito è governato dal cosiddetto emisfero destro, una parte del cervello che lavora attraverso immagini. L'emisfero sinstro è quello che riguarda le operazioni logico-verbali. Perciò, se non intervenisse la mente logico-razionale, il processo intuitivo risulterebbe incompleto. Quindi senza abbandonare logica e razionalità, lo sviluppo dell'intuito ci permetterà di progredire oltre, di vivere una vita più semplice e soddisfaciente, di ottenere di più.
INTUITO E SALUTE
La sensazione di sentirci bene, oppure, al contrario, la presenza di disturbi o dolori possono essere considerati segnali intuitivi, recependo i quali potremmo intervenire e modificare la situazione, se necessario. Questi avvertimenti andrebbero ascoltati e assecondati.
Un'uomo durante un periodo troppo intenso dovuto a lunghi e frequenti viaggi di lavoro, gli comparve un'irritazione cutanea, sulla guancia destra, egli consultando l'intuito, comprese che doveva eliminare un certo genere di cibo , oltre che rendere meno intensa e stressante la sua vita, per far scomparire questo disturbo. Il sintomo in qualche settimana sparì del tutto.
Altro non era che un segnale, che cercava di indurmi a modificare qualcosa nella sua vita, se voleva ritornare a star bene.
TROVARE LA PROPRIA STRADA
L'essenza di questa applicazione è quella di porsi delle domande in uno stato intuitivo; la differenza è che qui si cerca la risposta a una sola domanda: <<qual è il mio scopo, la mia strada?>>. In questo caso sono fondamentali il modo in cui si pone la domanda e la capacità di decifrare la sintesi. Per questo in alcuni casi, se non si riesce da soli, può essere utile o necessario il ricorso a un consulente esperto.

Clicca su post più vecchi

Clicca          su       post più vecchi

FORMAZIONE - LEARNING - Scegli in cosa vuoi essere il migliore

Corso Marketing Management Generale

OCCASIONE LAST MINUTE SOLO PER GLI ISCRITTI A QUESTO BLOG

OGGI SCONTI

I post + cliccati della settimana

Collaborare

Collaborare

Dona a chi impiega il suo tempo per gli altri con amore e altruismo. dona per alimentare il bene.

ATTENZIONE A TUTTI I SITI INTERNET

COMPRESO QUESTO...
ATTENZIONE Le informazioni contenute in questo sito(anche se selezionate con attenzione) come in tantissimi altri siti internet,sono di carattere informativo e generico, pertanto devono solamente essere usate a scopo didattico e NON per diagnosi su se stessi o su terzi, NON per scopi terapeutici, NON per automedicazione. In NESSUN CASO le informazioni presenti in questo sito si sostituiscono al parere di un medico. Pertanto si esortano i visitatori a rivolgersi IN OGNI CASO al proprio medico per avere dei pareri seri e professionali sul proprio stato di salute e sulle eventuali terapie da adottare. I gestori del sito non si assumono responsabilità per danni, di qualsiasi natura, che l'utente, attingendo le informazioni da questo sito, potrebbe causare a se stesso a o terzi, derivanti da uso improprio o illecito delle informazioni riportate in questo sito, o da errori e imprecisioni relativi al loro contenuto, o da libere interpretazioni, o da qualsiasi azione che l'utente del sito possa intraprendere autonomamente e disgiuntamente dalle indicazioni del proprio medico curante.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.