Corso Istruttore Fitness per Bambini - Gli argomenti trattati - A Milano e Roma




Corso Istruttore

 Fitness 

per Bambini - 


29-30/06/2013Milano
26-27/10/2013Roma

Corso Istruttore Fitness per Bambini riconosciuto FIEFS e dalla AICS (entrambi Enti riconosciuti dal CONI). L'allenamento nei bambini: aspetti tecnici e psicologici nel lavoro con i bambini.

Uno dei corsi più interessanti ed approfonditi. Finalizzato a scoprire il ruolo dell'attività motoria e sportiva in età evolutiva. Una giornata di incontro e studio su come approntare il lavoro con i più giovani, con i bambini e con gli adolescenti.

Cosa rappresenta il movimento in questa età particolare e le sue implicazioni sullo sviluppo intellettivo, del linguaggio e della personalità. Un corso utile non solo agli operatori del settore ma anche ai genitori più attenti che vogliono strutturare le migliori prospettive per i propri bambini e ragazzi.

Il corso di Istruttore Fitness per Bambini è riconosciuto dalla FIEFS, Federazione Italiana Educatori Fisici e Sportivi (Ente benemerito riconosciuto dal CONI) e dalla AICS, Associazione Italiana Cultura Sport (Ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI).

Al termine del corso viene rilasciato l'attestato che certifica le competenze conseguite.

Durante il corso di Istruttore Fitness per Bambini verranno trattati i seguenti argomenti:
L'attività motoria e le implicazioni nel processo di sviluppo cognitivo in età evolutiva
L'età evolutiva, definizione, storia, oggetto dello studio
Introduzione alla motricità: gli schemi motori di base
Le capacità e le abilità motorie
Le capacità coordinative generali e speciali
Il ruolo dell'attività motoria nel processo evolutivo
Lo sviluppo motorio, cognitivo e della personalità
Il ruolo pedagogico delle attività fisiche e sportive
Lo sviluppo psicomotorio in età evolutiva
Le tappe dello sviluppo psicomotorio da 0 a 3 anni
Lo sviluppo motorio in relazione alla formazione della personalità nella fase dai 3 ai 7 anni
La fase preadolescenziale e puberale
Il ruolo del gioco nella formazione del sè
Il gioco simbolico ed il gioco funzionale
Dominanza e lateralità
Lo stimolo motorio finalizzato al miglioramento della prestazione abile
Le fasi sensibili
Le abilità motorie
Dalle abilità motorie alle abilità sportive
La capacità di efficienza e prestazione fisica
L'espressione e la sollecitazione della forza nel corso dell'età evolutiva
L'espressione e la sollecitazione della resistenza nel corso dell'età evolutiva
L'espressione e la sollecitazione della velocità nel corso dell'età evolutiva
L'espressione e la sollecitazione della mobilità articolare nel corso dell'età evolutiva
Il ruolo del feedback nel processo di apprendimento e produzione motoria
Dall'input alla performance
I benefici dell'attività sportiva nei soggetti in età evolutiva
La scelta dello sport ideale
Dalla teoria alla pratica
Premesse generali per l'applicazione di proposte operative, il ruolo dell'esperto della motricità
Proposte operative e relativa finalità
Esercizi di coordinazione oculo-manuale
Esercizi per la coordinazione globale
Esercizi per la stimolazione dell'equilibrio statico, dinamico e in volo
Esercizi per la stimolazione del senso del ritmo
Esercizi per stimolare la percezione del proprio corpo e dello spazio


Tratto da :
http://www.nonsolofitness.it/corsi/corso-attivita-motoria-eta-evolutiva.html

intervista a Silvano Agosti - la verità sulla vita ...

Artrite reumatoide e malattie infiammatorie - La ricerca degli anticorpi anticitrullina ha una elevatissima specificità e sensibilità diagnostica.


I test più utili per la diagnosi di artrite reumatoide sono: anticorpi anti citrullina (CCP), Fattore reumatoideVesPCR e altri

 La ricerca degli anticorpi anticitrullina ha una elevatissima specificità e sensibilità diagnostica.

 Uno studio, recentemente pubblicato, ha messo a confronto il Fattore Reumatoide e gli anti-Citrullina come marcatori di Artrite Reumatoide, i dati indicano che sebbene la sensibilità sia circa la stessa, intorno al 70%, la specificità degli anti-CCP è significativamente più alta, oltre il 90%. Pertanto gli anti-citrullina sembrano essere un potente mezzo a disposizione del clinico che deve poter discriminare tra un soggetto con Artrite Reumatoide, spesso senza sintomi specifici, e la popolazione normale o altre forme artritiche o altre malattie reumatiche o diverse condizioni infiammatorie.

ANTI-CCP: ANTICORPI ANTI PEPTIDE CICLICO CITRULLINATO   
ACCURATEZZA DIAGNOSTICA: Gli anticorpi anti-ccp sono altamente specifici (95%)per Artrite Reumatoide (AR).
RILEVAZIONE PRECOCE : Gli anticorpi anti-ccp sono già presenti nelle prime fasi della malattia.
VALORE PROGNOSTICO: Il titolo anticorpale correla con l'aggressività della malattia. Elevati valori di anti-ccp sembrano essere prognostici della forma erosiva della malattia.

QUESTO TEST RAPPRESENTA UN VALIDO STRUMENTO:
  • Nella diagnosi precoce di AR in pazienti con  processo infiammatorio a carico della sinovia
  • Nella differenziazione di AR rispetto ad altre artriti infiammatorie
  • Nella differenziazione di AR rispetto a CTDs quali il LES nella forma erosiva
  • Nella conferma di diagnosi in pazienti FR sieronegativi
  • Nell'identificazione di pazienti che svilupperanno forme severe di AR
  • Nel monitoraggio dell'efficacia terapeutica


Dal momento che gli anti-citrullina sembra siano rilevabili molto prima del Fattore Reumatoide, è possibile che si debba perfino riconsiderare le linee guida classificative dell’Artrite Reumatoide (vedi
box). Infatti uno dei criteri tradizionali è la presenza nel siero di RF. Inoltre gli anti-citrullina, si  comportano  come marcatori precoci di malattia infatti sono dimostrabili in pazienti che lamentano sintomi da pochi mesi. La medicina di laboratorio mette a disposizione un dosaggio immunoenzimatico delle IgG specifiche per il peptide citrullinato.
I risultati possono essere espressi in modo QUALITATIVO
- Negativo
- Dubbio
- Positivo
oppure in maniera QUANTITATIVA facendo riferimento ad una curva standard che esprime valori in Unità/ml (U/ml). E’ opportuno ricordare che la misurazione riguarda un’attività anticorpale e non una concentrazione; attività che dipende da diversi fattori, come ad esempio l’avidità degli anticorpi.
I valori di riferimento sono:
< 5 U/ml NEGATIVO
> 5 U/ml POSITIVO

Tratto da:
http://www.analisilopresti.it/artritereumatoide.html
http://www.salvatidiagnostica.it/cat10_art133_Anti---Citrullina.html

FIBROMIALGIA - Il tapentadolo, Nucynta o Palexia - trattamento a lungo termine del dolore cronico severo



Ho deciso di pubblicare questo articolo su questo farmaco che mi hanno
prescritto per raggruppare insieme più informazioni possibili.

Premetto che sono totalmente contro i farmaci ma penso che sia utile tenersi informati su ciò che i grandi medici coperti da grandi studi  eseguiti da grandi scienziati..... Pagati da...... 

Negli ultimi anni ho avuto problemi di salute....
Da molti anni (circa 20) mi occupo di salute benessere e forma fisica.
Negli ultimi anni ho capito benissimo  molte cose...  che non posso dire qui..

Dopo decine di visite, analisi, test, ecc. hanno dato un nome legale alla mia malattia Fibromialgia.

Proprio 2 giorni fa mi hanno prescritto questo farmaco... (Palexia)
Con la mia cultura   Olistica ho capito subito che non risolverà il mio problema infiammatorio e degenerativo, ma mi sarà utile a non sentire o percepire ciò che avviene in me di anomalo.
In pochissime parole e come andare da un meccanico di automobili per un segnale di pericolo spie accese nel cruscotto strumenti ...  e lui non sapendo come agire sul problema...   AGISCE TAGLIANDO I CAVI CHE PORTANO IL SEGNALE DI MAL FUNZIONAMENTO...

Benissimo è quello che sto per fare io dopo che sono uscito da un'officina chiamata ospedale..
Purtroppo per questioni legali o di riconoscimento della malattia lo devo fare.
(Forse ad alcuni meccanici non importa la causa ma la riparazione da effettuare al cliente).

Dato che io e altre persone lo dobbiamo prendere perche ci è stato prescritto penso sia meglio saper di più.

Il tapentadolo

Scheda tecnica:http://www.torrinomedica.it/farmaci/schedetecniche/Palexia.asp#axzz2WHXoI9a9

Tapentadolo è il capostipite di una nuova classe di analgesici denominata MOR-NRI (agonista dei recettori µ-oppioidi e inibitore della ricaptazione della noradrenalina), essendo nettamente distinto dagli altri analgesici centrali. Entrambi i meccanismi d'azione MOR e NRI, contribuiscono in modo complementare all'efficacia di tapentadolo nel dolore neuropatico, nocicettivo e misto.

Il tapentadolo, commercializzato con il nome commerciale di Nucynta o Palexia, è un analgesico con una azione centrale che agisce come agonista sul recettore μ-oppioide e come un inibitore della ricaptazione della noradrenalina
Il farmaco è approvato per il trattamento a lungo termine del dolore cronico severo, sia negli USA che in Europa.
L'efficacia del tapentadolo è stata studiata anche in soggetti affetti da polineuropatia diabetica periferica: anche in questo sottogruppo di pazienti il farmaco è risultato efficace e ben tollerato al dosaggio variabile dai 100 ai 250 mg bid (due volte al dì).
Il tapentadolo si è dimostrato molto utile anche nel dolore neuropatico.


Lo studio:
Lo studio ha arruolato 175 pazienti con lombalgia cronica severa, che non rispondevano adeguatamente al trattamento con gli analgesici di Step I e II dell’Organizzazione mondiale della sanità (WHO Step) o che non erano trattati adeguatamente con analgesici. L’intensità del dolore media al basale era superiore a 5 punti della scala NRS-3 con gli analgesici WHO Step I o II e superiore a 6 punti senza terapia. Durante lo studio gli analgesici WHO Step I sono stati interrotti.

I partecipanti sono stati trattati con tapentadolo a rilascio prolungato  (50–250 mg bid) per un periodo di 5 settimane di titolazione del farmaco più 7 settimane di mantenimento. La terapia con tapentadolo a rilascio immediato è stata somministrata ai pazienti con episodi di dolore acuto (dose di tapentadolo massima ≤500 mg/die). Il questionario painDETECT è stato utilizzato per identificare i pazienti con dolore neuropatico.

L’endpoint principale dello studio era il cambiamento del dolore a 6 settimane, misurato utilizzando la scala NRS-3.

La riduzione del dolore a 6 settimane era di -2,4 punti nei pazienti senza dolore neuropatico e di -3,0 punti nei soggetti con dolore neuropatico, trattati con tapentadolo (p < 0,0001). In base al questionario  painDETECT e Neuropathic Pain Symptom Inventory (NPSI), la terapia con tapentadolo a rilascio prolungato era associata a un miglioramento significativo dei sintomi del dolore neuropatico, con una riduzione degli attacchi dolorosi e della loro durata nelle ultime 24 ore. 

Inoltre, il farmaco ha raggiunto gli endpoint secondari dello studio come il miglioramento della qualità della vita  e il grado di soddisfazione dei pazienti. In particolare, la qualità della vita è migliorata in entrambi i gruppi di pazienti a 6, 8 e 12 settimane (P<0,0022). La soddisfazione dei pazienti è aumentata dell’81,9% alla sesta visita e dell’86,8% alla visita numero 12.

Gli eventi avversi più frequenti con tapentadolo erano nausea, capogiri, emicrania, secchezza delle fauci, fatica, costipazione, diarrea, naso faringite e sonnolenza. La maggior parte degli effetti collaterali osservati erano di lieve o moderata entità.

Il dolore neuropatico viene definito dalla IASP (International association for the study of Pain) come “dolore associato” a lesione primaria o disfunzione del Sistema Nervoso; talora non è neppure sensibile a farmaci quali oppioidi ed antinfiammatori non steroidei, farmaci anticonvulsivanti, antidepressivi ed antiaritmici.

La gestione del dolore neuropatico con gli oppioidi classici richiede solitamente dosi più elevate di questi farmaci, rispetto al dolore nocicettivo. In questo studio è stato dimostrato che nei pazienti naive agli oppioidi, è possibile ridurre la dose di di tapentadolo nei casi a maggiore componente di dolore neuropatico. Questo risultato dimostra che la componente NRI (inibitore della ricaptazione della noradrenalina) del farmaco potrebbe avere un ruolo significtivo nella cura del dolore neuropatico.

Nel settembre del 2010 tapentadolo è stato approvato in Europa per il trattamento del dolore cronico da moderato a severo che può essere adeguatamente trattato solo con analgesici oppioidi. A partire da settembre 2011 il farmaco è disponibile anche nel nostro Paese.



Effetti collaterali ed indesiderati 

Tra gli effetti collaterali, i più frequenti sono quelli inerenti al tratto gastrointestinale ed al sistema nervoso centrale: nausea,vomito per stimolazione diretta della CTZ, vertiginicefalea e sonnolenza. È stata inoltre segnalata la possibilità di stipsi.

Il tapentadolo condivide la maggior parte degli effetti collaterali delle altre sostanze oppioidi e la frequenza degli stessi è paragonabile o significativamente ridotta se confrontato con l'ossicodone. Come per la morfina il tapentadolo può dare depressione respiratoria tramite la depressione del centro del respiro.
Il rischio di sviluppo di sintomi da astinenza, a seguito di sospensione improvvisa della assunzione, sembra essere basso.
È stato segnalato il rischio di idee suicide e di tentato suicidio: tuttavia non è chiaro in che misura questo rischio sia direttamente correlato con la situazione base del paziente caratterizzata dal dolore cronico.
++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++
In occasione del IX Convegno Area Culturale Dolore SIAARTI, in corso a Matera dal 24 al 26 Novembre 2010, si è tenuto il Simposio “Tapentadolo, il primo nuovo analgesico centrale” moderato dal Prof. P.L. Canonico, Ordinario e Preside delle facoltà di Farmacologia dell’Università del Piemonte Orientale e dal Prof. C. Mattia, Anestesista, Professore all’Università la Sapienza di Roma.
L’insufficiente controllo del dolore e i fastidiosi effetti indesiderati degli analgesici inducono spesso i pazienti con dolore cronico a sospendere la terapia. Da qui la necessità di un analgesico ideale per il trattamento a lungo termine del dolore cronico severo, in grado di garantire, oltre all’efficacia, un’ottimale tollerabilità e sicurezza di impiegno al fine di limitare la % di abbandoni terapeutici di terapie altrimenti utili. Tapentadolo ha tutte le potenzialità per superare questi limiti.
E’ quanto hanno sostenuto nel simposio i relatori, la dottoressa F. Coluzzi, ricercatore all’Università La Sapienza di Roma, la farmacologa M.G. Grilli associato all’Università del Piemonte Orientale e il Prof. S. Palermo anestesista dell’Università di Genova, che hanno presentato ad una platea di anestesisti, esperti nella Terapia del Dolore, la farmacologia e le evidenze cliniche di tapentadolo, l’analgesico centrale INNOVATIVO, capostipite della nuova classe farmacologica, MOR-NRI, agonista dei recettori mu-oppioidi e inibitore della ricaptazione della noradrenalina Dotato di un duplice meccanismo d’azione, tapentadolo, grazie al suo peculiare profilo farmacologico, rispetto agli oppioidi classici ha dimostrato:
  • Attività sia sul dolore nocicettivo che neuropatico
  • Potenza equivalente a quella degli oppiacei forti
  • Efficacia duratura nel tempo
  • Scarsa incidenza di effetti collaterali e bassa % di sospensioni del trattamento
  • Assenza di interazioni farmacologiche con CYP 2D6
  • Capacità di migliorare la qualità della vita
Tapentadolo rappresenta la prima novità farmacologica nel trattamento del dolore cronico severo da oltre 25 anni. Immesso in commercio in Germania ai primi di ottobre è in fase di registrazione nei restanti 24 Paesi europei . L’introduzione in Italia è prevista per la fine del 2011: sarà disponibile in formulazione a rilascio prolungato per la gestione negli adulti del dolore cronico severo che possa essere trattato adeguatamente solo con analgesici oppioidi. Una patologia, il dolore cronico, che coinvolge una fetta rilevante della popolazione. Secondo i risultati di una recente indagine infatti circa il 20% degli europei soffre di dolore cronico, di cui quasi un quarto in forma severa. Per quanto riguarda in particolare l’Italia si stima che la prevalenza del dolore cronico sia del 26%, percentuale cui corrispondono circa 15,6 milioni di persone.
Approfondimento
Meccanismo d’azione complementare

Tapentadolo rappresenta il capostipite di una nuova proposta classe farmacologica denominata MOR-NRI (agonista dei recettori mu-oppioidi e inibitore della ricaptazione della noradrenalina), essendo nettamente distinto dagli altri analgesici centrali. Entrambi i meccanismi d’azione MOR e NRI, contribuiscono in modo complementare all’efficacia di tapentadolo nel dolore neuropatico e nocicettivo . A livello spinale tapentadolo riduce i messaggi ascendenti del dolore attivando i recettori degli oppioidi e quindi inibendo la trasmissione dei segnali dolorosi. Inoltre tapentadolo inibisce il reuptake della noradrenalina; come conseguenza si ha un aumento dei livelli di noradrenalina nella giunzione sinaptica e l’attivazione dei recettori alfa2 a livello della membrana post-sinaptica. Ciò determina l’inibizione della trasmissione del dolore al talamo, struttura coinvolta nell’elaborazione cosciente del dolore. La combinazione di questi due meccanismi d’azione in un’unica molecola può rappresentare un vantaggio in condizioni che spesso coinvolgono una componente del dolore sia nocicettiva, sia neuropatica, come nella lombalgia severa cronica . Inoltre il contributo dei due meccanismi, la componente MOR e NRI, può risultare in un risparmio delle due componenti e quindi spiegare la minore incidenza degli effetti collaterali tipici degli oppioidi osservata con tapentadolo rispetto ad altri oppiacei classici come ossicodone, farmaco utilizzato quale confronto nei trial clinici.
Efficacia elevata
L’efficacia di tapentadolo è stata dimostrata in molte condizioni dolorose. Particolarmente interessanti i dati relativi alla lombalgia cronica : in uno studio di fase III la riduzione dell’intensità del dolore ottenuta con tapentadolo dopo 12 settimane di mantenimento in pazienti che all’inizio dello studio presentavano un dolore di intensità severa (-0.8 [-1.23, -0.41]; p < 0.001) è risultata significativamente superiore rispetto al placebo e simile a quella di ossicodone, farmaco usato come confronto. Alla dodicesima settimana la variazione complessiva media dell’intensità del dolore fatta registrare da tapentadolo era inferiore di 2,9 punti rispetto alla condizione di partenza. Anche un’analisi combinata dei dati di 3 studi di fase III nel dolore muscolo-scheletrico ha dimostrato l’efficacia di tapentadolo rispetto al placebo.
“Inoltre, uno studio clinico controllato verso placebo in pazienti con neuropatia diabetica periferica dolorosa ne ha documentato l’efficacia nel dolore neuropatico – spiega il Professor Ralf Baron, dell’Universitätsklinikum Schleswig-Holstein, di Kiel –. Ciò è molto promettente e suggerisce che tapentadolo possa essere di particolare beneficio nel dolore con componente neuropatica. Sono attualmente in corso dei trial clinici per valutare questo aspetto nella lombalgia con componente neuropatica”.
Miglior profilo di tollerabilità 
Oltre a garantire un efficace controllo del dolore, tapentadolo ha il vantaggio di essere meglio tollerato rispetto agli oppioidi classici: in uno studio clinico di fase III in pazienti con lombalgia4 ha dimostrato un profilo di tollerabilità superiore a quello di ossicodone. Complessivamente il 61,9% dei soggetti trattati con ossicodone hanno manifestato effetti collaterali gastrointestinali rispetto al 43,7% del gruppo in terapia con tapentadolo. Ciò ha determinato anche una minor incidenza di interruzioni del trattamento secondarie all’insorgenza di eventi avversi gastrointestinali. Un’ulteriore conferma giunge da un’analisi6 combinata di 3 studi di fase III che ha dimostrato un tasso di sospensione del trattamento inferiore per tapentadolo (43,5%) rispetto a ossicodone (61,7%).
Tags: 

Tratto dai seguenti link:

Vi prego cortesemente di dire la vostra..
Scrivete sui commenti
Chi l'ha provato?

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$
$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$
$$$$$$$$$$$$$$$$$
&&&&&


TI PIACE IMPARARE TANTE COSE?
SEI UNA PERSONA POSITIVA E ALTRUISTA?
TI PIACEREBBE MUOVERE IL TUO PRIMO PASSO PER MIGLIORARE QUESTO MONDO PARTENDO DALLA MENTALITA' DI CHI TI STA INTORNO?

ECCO COME FARE GIA' DA ADESSO...


Anahera ti paga la tua formazione da angelo risvegliatore ....
Tu devi studiare con amore e impegno per svegliare gli altri....e gli altri faranno lo stesso fin quando tutti saranno più coscienti e consapevoli ....
Iscriviti adesso e comincia oggi a studiare e divulgare ciò che hai imparato.


Persone tra noi troppo sensibili e troppo abili per vivere una vita da criceto in gabbia!!! - Raymond Bard




Negli ultimi anni mi sto occupando di malattie rare degenerative e infiammatorie derivate dall'uso eccessivo nel nostro sistema nervoso ed ho scoperto che solo alcuni individui sono soggetti a queste malattie.
Queste persone sono gli individui che hanno delle caratteristiche comuni: Iperattività fisica e mentale, bisogno continuo di creare,modificare e costruire, persone che si pongono migliaia di domande e risposte ogni giorno,Cioè Persone Troppo sensibili e abili per vivere una vita da criceto in gabbia!!!
(troverete molti miei articoli in merito su internet)



http://www.raymondbard.com/2013/05/gli-individui-indaco-sono-tra-noi-e-se.html

http://www.raymondbard.com/p/gruppi-facebook.html


Sei una persona Sensibile - Ricettiva - Altruista - Creativa - Vivace - Pensi di vivere una vita non tua? Individui particolari il Libro

Se sei amico di Raymond Bard 
Sensibile - Ricettivo - Altruista - Creativo - Vivace


Sicuramente ne avrai bisogno....

Pensi di vivere una vita non tua?

I primi bambini INDACO nacquero dopo la seconda guerra mondiale e fino ad oggi ...

Molti di noi sono degli individui indaco e non lo sanno...

E' di vitale importanza saperlo...


Compralo adesso con lo sconto....
Inizia a leggerlo il prima possibile...
Avrai sicuramente delle risposte !!!
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__i-bambini-indaco-edizione-economica-libro.php?pn=3483

i link che dimenticherete di aver visto - La mente Razionale mente - Iscrivetevi al sito gratis



I link dove l'intuito e il cuore vi porta vi porta... Ma poi la mente razionale plagiata dall'istruzione ricevuta..... negherà e vi farà dimenticare anche di averli visitati !!!

I link dove l'intuito e il cuore vi porta vi porta...  
Ma poi la mente razionale plagiata dall'istruzione ricevuta..... negherà e  vi farà dimenticare anche di averli visitati !!!


http://www.raymondbard.com/2013/04/gli-uomini-robot-articolo-di-raymond.html

http://www.raymondbard.com/2013/03/i-superdotati-che-si-devono-nascondere.html



http://www.raymondbard.com/2013/06/il-matrix-in-cui-viviamo-scamasistema.html

http://www.raymondbard.com/2013/05/gli-individui-indaco-sono-tra-noi-e-se.html

http://www.raymondbard.com/2013/05/vi-sconvolgero-lesistenza-con-una.html


http://www.raymondbard.com/2013/04/solo-i-servi-e-le-bestie-devono-fare.html


http://www.raymondbard.com/2013/03/alcune-verita-dimenticate-sul-vostro.html


http://www.raymondbard.com/2013/03/forse-sei-un-prodigio-e-non-lo-sai.html


http://www.raymondbard.com/2013/03/il-fenomeno-degli-individui.html

IL Matrix in cui viviamo - S.C.A.M.A.Sistema di Controllo Artificiale Meccanizzato Auto-assestante - Raymond Bard


IL Matrix  in cui viviamo -  S.C.A.M.A.Sistema di Controllo Artificiale Meccanizzato Auto-assestante.




Io sono Raymond Bard un ricercatore delle verità sul corpo la mente e le energie, da qualche hanno mi occupo anche di meccanismi artificiali, Qualcuno li chiamerebbe "complotti" io li chiamerei Sistemi di controllo e ordine delle masse.
Certamente questi sistemi meccanizzati non sono nati in questi ultimi anni ma esistono da secoli.



Centinaia di anni fà potenti gruppi di potere si riunivano per formare strategie di acquisizioni di terre e popoli per trarre profitti. (Come avviene oggi nelle riunioni tra manager nelle vostre aziende).

Nel corso degli anni il sistema S.C.A.M.A si è sempre più perfezionato e meccanizzato.
Il sistema andrebbe avanti da solo anche senza la visione dei direttori generali. (quelli in cima alla piramide)

Come?
Come in una grande azienda...
Basta creare una gerarchia o una graduatoria o dei  multi livelli (chiamateli come volete) di persone che hanno ruoli di supervisione e controllo.

Come si fa a cercare l'individuo adatto a questo ruolo?
Semplice!! Si crea un sistema di istruzione che serve a far emergere un individuo fedele,controllabile,schematico,insensibile, competitivo e pronto a tutto.

Questi poi occuperanno ruoli di comando nella società.


Alla fine di questo lungo percorso di istruzione verranno promossi i più adatti !!

A loro verranno dati dei protocolli che per loro saranno una "Bibbia"
Questi leggeranno le disposizioni, le impareranno a memoria e non vorranno mai sentire ragioni all'infuori delle loro istruzioni.


Esempio: Avete mai chiesto un permesso al lavoro per motivi umanitari? (famiglia,figli,cure ospedaliere ecc.)
Quante volte avete l'impressione che il vostro superiore sia insensibile?
.... Avete ragione lo è!!!
Non per caso..  ma perchè è stato scelto per quel motivo... è stato istruito per quel motivo.



Qualcuno di voi si sarà reso conto di vivere in una trappola in una vita fatta di meccanismi lontani dalla libertà dagli affetti dalla felicità e dal divertimento.

Oggi è diventata una vergogna la parole divertimento   o felicità...

Oggi bisogna essere dei calcolatori del tempo e del profitto ..
Oggi abbiamo l'ansia di non essere all'altezza in ogni situazione...
Oggi abbiamo sempre più  la sensazione che a stare "fermi sia una perdita di profitto" tipo: osservare la natura, giocare con i nostri figli, costruire una casetta di legno, passeggiare, divertirsi tra amici, avere tanti hobby, fare le cose con calma, ecc.

Dobbiamo tutti correre correre correre.. se non corriamo gli altri ci salgono sopra... Ci calpestano...   Diventano più ricchi e potenti di noi, e domani ci comandano o ci sottomettono..

Certamente  se il sistema va avanti cosi, e perchè solo pochissimi si sono accorti di ciò che dico...  o pochissimi hanno pensato a strategie per cambiare..

Insegno il benessere da molti anni, tutti mi chiedono come essere sani , felici e in ottima forma fisica per sempre...

Questi risultati si ottengono cambiando tutto lo stile di vita... e ciò che vi sta intorno...
Il nostro corpo o essere non si ciba solo di cibo...  ma di tutto ciò che ci sta intorno come "energia" o meccanismi che si cibano della nostra energia..

Ho studiano delle strategie che aiutano gli individui sensibili o umanitari a non rimanere incastrati da questi meccanismi.

Certamente la maggior parte di persone sono ormai assuefatte e geneticamente predisposte a vivere in un sistema  S.C.A.M.A.
Queste sono persone insensibili che si comportano come dei robot. (seguono le istruzioni ed eseguono)
Leggete chi sono su questo link:
http://www.raymondbard.com/search?q=robot

Ecco alcune immagini che vi faranno riflettere:









Link consigliati in relazione a questo articolo:

http://www.raymondbard.com/2013/05/gli-individui-indaco-sono-tra-noi-e-se.html

http://www.raymondbard.com/2013/05/vi-sconvolgero-lesistenza-con-una.html


http://www.raymondbard.com/2013/04/solo-i-servi-e-le-bestie-devono-fare.html


http://www.raymondbard.com/2013/03/alcune-verita-dimenticate-sul-vostro.html


http://www.raymondbard.com/2013/03/forse-sei-un-prodigio-e-non-lo-sai.html


http://www.raymondbard.com/2013/03/il-fenomeno-degli-individui.html


http://il-mondo-di-raymond.blogspot.it/




Se avete bisogno di mè... io ci sono... Contattatemi
Disponibile per seminari, gruppi, associazioni, club, giornalisti, ecc.
Io non chiedo denaro...
Non perchè valgo poco...
Ma perchè gli scopi di lucro e il profitto mi fanno schifo..

Cercate altre verità nel mio sito...



Raymond Bard Trainer del benessere.




La legge dell'universo secondo Raymond Bard Trainer del Benessere Totale



Tutto l’Universo si regge in perfetto equilibrio.

 L'uomo interagisce di continuo con l'universo per mezzo di sostanze, di vibrazioni e di energie. 

Per un perfetto svolgimento dei processi vitali un individuo deve interagire con l'universo, con gli altri uomini,animali,vegetali,minerali,metalli,pietre.ecc.(solo l'insieme è il tutto). 

 Qualsiasi squilibrio fisico psichico energetico và esaminato nella sua integralità tenendo in considerazione contemporaneamente i fattori emozionali, fisici, mentali, genetici, ambientali e sociali che lo riguardano. 

Questo equilibrio energetico-funzionale se alterato, genera malessere, malattia, dolore, intolleranze a cibi, sostanze e poi intollerabilità verso la vita e gli altri individui.

 Ogni disfunzione psico-energetica genera dei sintomi di preavviso...
 Questi segnali o sintomi molte volte non sono riconoscibili da noi stessi, perchè male interpretati o molte volte il sintomo non non si avverte dove risiede il problema.

 Qualsiasi male accusate...
 Andate a cercare la causa !!! 
Cercate .. Cercate... Cercate... ponetevi sempre domande..
Interpellate anche l'intuito...  egli ha più risposte della mente razionale... 
molte volte schiava di automatismi e vecchi schemi mentali...

Se curate solo il sintomo,non risolvete nulla....
Lo squilibrio si ripresenterà più intenso e il sintomo  da un'altra parte del corpo.
 Il nostro corpo dovrà essere curato o riequilibrato a  livello totale, ogni cellula del nostro corpo incorpora le informazioni di tutte le altre cellule.(DNA)

 Perciò il nostro corpo non si cura pezzetto per pezzetto ma nella sua totalità !!!

 Raymond Bard.  
Studente Ricercatore e Istruttore del Benessere Totale

Creare una formazione professionale adatta a far emergere individui particolari dotati di molta memoria e di poca genialità - di Raymond Bard


Le multinazionali del profitto hanno creato dei meccanismi raffinati.

La formazione

Creare una formazione professionale adatta a far emergere individui particolari
dotati di molta memoria e di poca genialità, cioè individui che leggono e ripetono
a memoria come dei pappagalli senza saper interpretare il profondo significato
tra le parole o trovare il tempo di porsi numerose domande ..
Cioè particolari individui che leggono imparano ed esercitano i protocolli di
lavoro come una Bibbia... senza discutere o  porsi neanche domande.
Perchè gli individui iperattivi difficilmente occupano posti di prestigio?
Immaginate come soffrono quei pochissimi medici geniali  quando si trovano dentro
questi meccanismi.
A quanti di voi, è capitato di vedere persone in ambito lavorativo che sono degli
emeriti idioti ?  Vi siete mai chiesti perchè le teste vuote comandano quelli più perspicaci?
Chi detta i parametri di istruzione e formazione scolastica e professionale?
Pensate che ciò che vi circonda non sia già stato pianificato e meccanizzato?
Questo mondo per questione di ordine deve essere guidato da persone affidabili,
prevedibili e obbedienti.(i geniali non sono ammessi) .

 Argomenti per approfondire:
http://www.raymondbard.com/search?q=robot

http://www.raymondbard.com/2013/04/un-mondo-tutto-al-contrario-dove-gli.html

http://www.raymondbard.com/search/label/TOP%20SECRET%20LE%20VERIT%C3%A0%20NON%20DETTE


Boswellia sacra - problemi degenerativi alle articolazioni - infiammazioni locali - miglioramento delle capacità motorie



Boswellia (Boswellia spp.)

Tratto da:http://www.erbe-officinali.com/boswellia.html

DESCRIZIONE BOTANICA
Denominazione botanica:  Boswellia serrata Roxb.
Famiglia: Burseracee
Sinonimi: sanscrito - Shallaki; Indù - Salai, Salai guggal (gommoresina di Boswellia)
Tempo balsamico: novembre-giugno
Parti usate: gommoresina ottenuta per incisione della corteccia -

Indicazioni della boswellia- problemi degenerativi alle articolazioni
- infiammazioni locali
- miglioramento delle capacità motorie

Descrizione
Il genere Boswellia della famiglia delle Burseracee è diviso in una quindicina di specie.
È originario del Golfo Persico nell’Oceano Indiano. Alcune specie di Boswellia sono utilizzate per produrre l'incenso impiegato in diverse funzioni religiose, tra cui quelle della chiesa cattolica che la utilizza miscelata ad altre piante, ma tra tutte le specie la più usata è Boswellia sacra.
Altre specie sono utilizzate nella medicina tradizionale e ayurvedica.
Boswellia sacra cresce nel Sud dell'Arabia (sultanato dell'Oman e nello Yemen), ed è la specie più conosciuta e più diffusa. Due specie importanti crescono in Somalia, la Boswellia carterii, che è chiamata localmente "moxor", e Boswellia frereana o "jagcaar", che è quella più preziosa e più costosa. Boswellia serrata invece è coltivata in India dove la sua resina, di qualità variabile è chiamata "salate guggul". La Boswellia è coltivata in numerosi paesi come l' Etiopia, l' Eritrea, il Sudan e il Kenia.
Quest'albero a foglie caduche di un'altezza dai due agli otto metri presenta solitamente uno o più tronchi. La corteccia ha una struttura che ricorda la carta e si sfoglia facilmente. Le foglie composte sono raccolte in ciuffi al termine dei rami. I piccoli fiori di un bianco giallastro si presentano in racemi, e cioè i fiori sono collegati tra loro ed attaccati su di un lungo asse.
Il frutto è una capsula di circa un centimetro di lunghezza. I giovani rami sono coperti di una specie di peluria. Quest'albero tollera le situazioni molto esposte, è spesso appeso sulle pendenze rocciose e nei burroni, fino ad un'altitudine di 1200 metri. Preferisce il suolo calcareo. Solo l'albero maschile produce una resina derivata da un'essudazione naturale o da un’incisione, che viene raccolta con un coltello a due lame. Una lama serve ad intaccare la corteccia e l'altra a raccogliere la resina che cola sul tronco. La migliore resina è raccolta in autunno, a seguito di incisioni praticate in estate e produce ciò che viene chiamato incenso bianco per opposizione all'incenso rosso, raccolto in primavera dopo incisioni nel corso dell'inverno. È da questa gomma oleoresinosa che si estrae con distillazione al vapore acqueo a pressione bassa l'olio essenziale di Boswella carterii, chiamata generalmente olio essenziale d'incenso o Oliban.
USO POPOLARE
Sebbene la boswellia sia nota per l'incenso che ne viene estratto, alcuni studi hanno dimostrato che un integratozione di Boswellia serrata ha proprietà benefiche per le articolazioni.
Queste azioni agirebbero attraverso diversi meccanismi, tutti dovuti agli acidi boswellici, principio attivo della pianta.
Gli acidi boswellici hanno manifestato capacità di bloccare la migrazione dei leucociti polimorfonucleati, attraverso l' inibizione della produzione o del rilascio di fattori chemotattici in grado di richiamarli verso il luogo dell'infiammazione.
I polimorfonucleati si rendono attivi localmente liberando elastasi, un enzima proteolitico che si è dimostrato responsabile della distruzione del collagene e dei tessuti che sono coinvolti nel processo infiammatorio.
L'attività stessa dell'elastasi e di altre idroglicolasi vengono inibite dagli acidi boswellici con una globale prevenzione nella degenerazione articolare.
Gli acidi boswellici si sono dimostrati anche capaci di inibire selettivamente la 5-lipossigenasi bloccando così la sintesi dei leucotrieni che sono mediatori chimici del processo flogistico in diverse situazioni infiammatorie. Non presentano gli effetti collaterali gastrolesivi tipici dei salicilati.
Incenso
L'incenso a base di Boswellia è utilizzato da migliaia di anni in diverse cerimonie religiose.
Gli Egiziani, i Romani, i Greci, gli Assiri e altri popoli se ne servirono come medicina, prodotto cosmetico oltre che a produrre l'incenso.
All’olio essenziale si riconoscono varie proprietà, in particolare l'incentivazione delle difese dell'organismo, l’effetto tonificante, energizzante, espettorante (ha un ruolo nella prevenzione delle ipersecrezioni, proprietà utile in caso di bronchite, di sinusite o di asma).
Titolata in acido boswellico, la pianta ha un effetto anti-infiammatorio che contribuisce ad attenuare i dolori muscolari ed articolari. L'olio essenziale di Boswellia carterii ha anche un'attività anti-elastasica molto interessante sulla pelle impedendo la rottura delle fibre elastiche e prevenendo i danni creati dai raggi UVB. I soggetti nervosi, ansiosi e tesi trovano sollievo respirando l’essenza di Boswellia perché permette loro di rilassarsi ed equilibrare le loro funzioni biologiche.
L'olio essenziale d'incenso avrebbe un effetto sulla ghiandola pineale o epifisi che controlla i ritmi biologici (tra l'altro permette il coordinamento dei ritmi tra il giorno e la notte).
Questa ghiandola situata nel cervello è anche chiamata “il terzo occhio atrofizzato”.
Questi effetti sono conosciuti fin dall'antichità. Dioscoride scriveva nel 1°sec. che la Boswellia rende pazzi. Nel Talmud (religione ebrea), la resina di Boswellia è citata come pozione che veniva messa nel vino e data ai prigionieri condannati a morte per stordire i sensi.
 In Etiopia, dove la Boswellia cresce naturalmente, si utilizza come medicinale tranquillante, sedativo e ansiolitico. In passato serviva a trattare i reumatismi e a curare le ferite, questo emerge in particolare da scritti di Hippocrate e Dioscoride. Nel Medioevo c’era anche chi se ne serviva contro la tosse, il vomito, la dissenteria e per un certo numero di malattie della pelle.
Nella medicina tradizionale indiana, l'Ayurveda, Boswellia è utilizzata da secoli contro la tosse, i dolori articolari, la diarrea e la “pazzia”. Nella medicina moderna, Boswellia è utilizzata per trattare l'asma, i reumatismi ed alcuni disordini intestinali.
EVIDENZE SCIENTIFICHE
La composizione degli oli essenziali differisce in gran parte in funzione del clima, della posizione geografica e dalla modalità di raccolta della resina. L' olio d'incenso era già conosciuto nel secolo XVI° nelle farmacie sotto il nome di "oleum thuris". Nel 1788, Johann Ernst Baer ne fa il primo studio chimico. I costituenti chimici vengono studiati nel 1840 da J. Stenhouse. Ma è a partire dagli anni 1930 che vengono intrapresi studi più dettagliati. Più tardi, negli anni 60-70, altri studi chimici più specifici vengono a completare le conoscenze sui componenti di questa pianta e si suoi oli.
L' olio di Boswellia sacra contiene una forte proporzione di monoterpeni (95%) cui E-ß-ocimene ed limonene sono le costituenti principali. Il resto è composto da sesquiterpeni.
Altri studi mostrano che l' a-pinène è la costituente principale, ci sono probabilmente forti variazioni dovute ai fattori esterni già citati.
La Boswellia carterii è la specie il cui olio è stato più studiato. La sua resina è chiamata " Eritrea", e l' olio è costituito al 60% d' acetato d' octyle. Si riporta anche la presenza di numerosi diterpeni.
L'incensole acetato presente nel Boswellia carterii ha dimostrato possedere un forte potenziale ansiolitico e antidepressivo, oltre alla sua attività anti-infiammatoria. Si tratta di un potente attivatore del recettore TRPV3 del Sistema Nervoso Centrale.
Anche l’olio essenziale di Boswellia serrata è stato a lungo studiato. Viene chiamato anche "Aden". Il componente principale è l' a-pinène che rappresenta circa il 45% dell' olio. I  Menon e Kar dell’Indian Institute of Science riportano che l' estratto di resina di Boswellia serrata ha un'attività analgesica e calmante sui ratti, benché i componenti responsabili di questo effetto non abbiano potuto essere isolati.
Il Sallaki è una preparazione fitofarmaceutica indiana (Ayurveda) fatta con acidi boswellici estratti del Boswellia serrata per trattare i problemi infiammatori. La Boswellia frereana ha una composizione tipicamente monoterpenoide il cui il p-Cymene è il componente più abbondante dell' olio.
CONSIGLI DI PRUDENZAÈ molto probabile che i fumi inalati durante le cerimonie religiose, in particolare da parte del capo della cerimonia, siano sufficienti a produrre effetti psicoattivi e partecipare all' esaltazione spirituale di questi momenti. Per questo motivo si consiglia un uso sotto controllo medico; inoltre esiste uno studio che dimostra che la combustione dell'incenso libera HAP (idrocarburi aromatici policiclici) che sono cancerogeni.

Incenso (Boswellia Sacra)


Tipologia: RESINA
L'Incenso viene estratto mediante incisione dalle piante Boswellia e precisamenteBoswellia PapyriferaBoswellia Sacra o Carteri, Boswellia Serrata. Quest'ultima tipologia si trova principalmente in India e zone limitrofe, ed è la meno pregiata. La Boswellia Papyrifera cresce principalmente in Etiopia, la Boswellia Sacra o Carteri è originaria dello Yemen, Oman e parte della Somalia. Queste due varietà di incensi presentano molte similitudini e l'unica piccola differenza tra le due riguarda il profumo della Boswellia Sacra che risulta maggiormente secco e meno citrato. L'Incenso è la resina comunemente bruciata nelle Chiese Cristiane durante le funzioni religiose. E' un valido supporto per qualsiasi tipo di consacrazione e purificazione, propizia la meditazione stimolando la volontà e le facoltà psichiche. 

Altro....
più noto con il semplice termine di "Incenso" è la resina bruciata comunemente durante i rituali sacri (è per es. anche quella bruciata nelle chiese cristiane durante la messa, famoso sempre in ques'ambito il dono dei 3 re magi nella mitologia cristiana rappresentato da oro, franchincenso e mirra) e bruciata come offerta agli Dei. Il suo profumo caratteristico riporta immediatamente i pensieri a qualcosa di Sacro, un po' per l'inevitabile associazione con i luoghi di culto, ma soprattutto per una sensazione di legame con qualcosa di più elevato che non è facile spiegare.

Fin dall'antichità  utilizzato in rituali e cerimonie sacre è un validissimo supporto per qualsiasi tipo di consacrazione e purificazione grazie alle sue incomparabili virt๠magiche. Propizia ogni tipo di meditazione o pratica stimolando la volontà  e le facoltà  psichiche. Facilita le visioni, aiuta la divinazione, la meditazione. Per le sue qualità  universali può sostituire degnamente qualsiasi altra resina o composto vegetale.
Avendo un ottimo potere purificante, si brucia per allontanare le energie negative, purificare lo spazio sacro, spazza via letteralmente  tutte le negatività ;  inoltre aiuta la meditazione, le visioni durante la divinazione, nei lavori per attrarre la buona fortuna e per onorare le divinità  pagane.. Può sostituire qualsiasi incenso, di qualunque influenza. Propizia ogni sorta di incantesimo. Il franchincenso (ossia franco, vero incenso) è utilizzato durante qualsiasi tipo di cerimonie e riti sacri che scandiscono la vita di una persona pagana (Primo Rito del bimbo che è nato, Rito di Pubertà , matrimoni, funerali), durante le celebrazioni di festival stagionali, degli Esbat, delle cerimonie di accoglienza in una congrega, dei riti di iniziazione ecc... Inoltre è messo come ingrediente nei sacchetti per la fortuna e la protezione. PRODOTTO NATURALE. Confezione da 30 grammi.
Informazioni generali: L'incenso viene estratto mediante incisione dalle piante della specie Boswellia. Le tipologie da cui viene estratta la resina sono Boswellia Papyrifera, Boswellia Sacra o Carteri, Boswellia Serrata. L'ultima si trova principalmente in india e zone limitrofe, l'incenso estratto da questa varietà  è quello di qualità  inferiore. Le altre due specie si trovano in Africa e Medio Oriente, per la precisione: Boswellia Papyrifera principalmente cresce in Etiopia; e Boswellia Sacra o Carteri è originaria dello Yemen, Oman e parte della Somalia. Queste due varietà  presentano molte similitudini e la maggior parte dell'incenso in commercio appartiene ad una di queste due specie. Tradizionalmente l'incenso estratto dalla Boswellia Sacra o Carteri dovrebbe essere quello con la qualità  migliore, in realtà  le resine delle due specie sono praticamente uguali e spesso la qualità  della Boswellia Papyrifera è uguale o superiore a qualla della Boswellia Sacra. Da un punto di vista di profumo l'incenso di Boswellia sacra ha un odore leggermente più secco e meno limonato anche se a parità  di qualità  la fragranza è del tutto simile.

Modo d'uso: Si accende il bordo del carboncino con un fiammifero o un accendino, si mette sul braciere o in un  posto apposito  si attende che arroventi completamente (facilitando soffiandoci un pò sopra),  dopo che  si è acceso completamente (tutta la superficie del carboncino) si pone l'incenso da bruciare. Non eccedere mai con le dosi di incenso. Quando si esaurisce è possibile aggiungere altro incenso visto che il carboncino rimane rovente a lungo.
Lascia consumare il carboncino completamente e lascialo raffreddare nell'incensiere. Se per qualche motivo vuoi spegnerlo prima,  (prendendolo con una pinza per evitare di ustionarti) devi immergerlo in un contenitore di acqua fredda.
Acquista più cose insieme, perchè paghi una sola spedizione e quindi più cose prendi più risparmi. Guarda quanti oggetti belli e utili ci sono su www.misticoemagico.com e non avrai che da scegliere, per poter acquistare in tutta sicurezza, comodamente da casa tua, tutto ciò che desideri.
Per ordini di 100euro o più la spedizione te la paghiamo noi, per te è gratis!
Non dimenticare di dare un'occhiata alle offerte! Ottimi prodotti scontati. Approfittane, prima che scadano... la maggior parte delle offerte ha scadenza settimanale!
http://www.misticoemagico.com/index.php?main_page=specials

Clicca su post più vecchi

Clicca          su       post più vecchi

Dona a chi impiega il suo tempo per gli altri con amore e altruismo. dona per alimentare il bene.

ATTENZIONE A TUTTI I SITI INTERNET

COMPRESO QUESTO...
ATTENZIONE Le informazioni contenute in questo sito(anche se selezionate con attenzione) come in tantissimi altri siti internet,sono di carattere informativo e generico, pertanto devono solamente essere usate a scopo didattico e NON per diagnosi su se stessi o su terzi, NON per scopi terapeutici, NON per automedicazione. In NESSUN CASO le informazioni presenti in questo sito si sostituiscono al parere di un medico. Pertanto si esortano i visitatori a rivolgersi IN OGNI CASO al proprio medico per avere dei pareri seri e professionali sul proprio stato di salute e sulle eventuali terapie da adottare. I gestori del sito non si assumono responsabilità per danni, di qualsiasi natura, che l'utente, attingendo le informazioni da questo sito, potrebbe causare a se stesso a o terzi, derivanti da uso improprio o illecito delle informazioni riportate in questo sito, o da errori e imprecisioni relativi al loro contenuto, o da libere interpretazioni, o da qualsiasi azione che l'utente del sito possa intraprendere autonomamente e disgiuntamente dalle indicazioni del proprio medico curante.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.