Come è divisa la ricchezza nel mondo - Un sistema per pochi eletti e distruttivo per tutti gli altri

Ognuno di noi dovrebbe capire il meccanismo ...
Ognuno nel suo piccolo lo alimenta..
Ognuno di noi è complice...
Chi fabbrica le scarpe di marca che tanto desideri?
Chi raccoglie i diamanti che indossi?
Chi ha costruito i tuoi 5 vecchi cellulari che hai nel tuo cassetto?
Ad ogni desiderio superfluo di qualcosa c'è sempre qualcuno che soffre,che muore di fame e che viene sfruttato per il tuo desiderio...
Usa meno possibile il denaro...
Sii altruista e scambia ciò che non usi con altri...
Non regalare ai tuoi figli oggetti costosi ma emozioni...  allora quando sarai vecchio ti ripagherà con il denaro per l'ospizio e non con le emozioni...

Siate più umani e meno robot..
Trattenetevi nel comprare tutto ciò che non serve per gratificarvi...
Date e cercate emozioni e amore..

Raymond Bard Trainer Life

5 commenti:


  1. Pensate un pò quante proprietà e ricchezza vi hanno lasciato i vostri avi...

    vostro padre e il padre di suo padre e i vostri nonni hanno lavorato duramente per le tutte le loro vite.... sono mai riusciti ad accumulare ricchezze?

    In questo vecchio sistema di oltre 2000 anni i ricchi sono rimasti sempre ricchi e i poveri sempre poveri....
    E' un meccanismo perfetto il 95% della ricchezza mondiale è sempre stato e sarà sempre del solito 3% di ricchi..
    Auguri e buon lavoro...
    Ricordatevi che i vostri nipoti o pronipoti non avranno mai in eredità quello che avete conquistato voi....
    Buona vita...

    RispondiElimina
  2. In 4 minuti di video molte cose e magari cambiare il futuro.... Ognuno di noi contribuisce al bene o al male... Anche inconsapevolmente http://www.raymondbard.com/2013/11/come-e-divisa-la-ricchezza-nel-mondo-un.html

    Divulgate per favore fatelo anche per quelli che stanno peggio di noi...
    Perche oggi tocca a loro e domani a chi?

    RispondiElimina
  3. CRISI ?
    SOLO PER I POVERI...
    I RICCHI DIVENTANO SEMPRE PIU' RICCHI...

    Qui, dal 2007 al 2011, la percentuale di cittadini che rientra nella fascia di reddito che va dai 10 mila ai 33.500 euro è diminuita (da 64,7% a 60,7%) mentre aumenta la percentuale di cittadini che dichiara redditi più alti: si passa dal 16 al 18,6% da chi dichiara tra i 33.500 e i 60 mila euro, dal 7 al 7,5% della fascia tra i 60mila-100mila euro e dal 4,3% al 4,9% di chi dichiara oltre 100mila euro.

    RispondiElimina
  4. Guarda il video e in 4 minuti capisci dov'è finito il denaro che scarseggia !!!

    Ti prego di perdere solo 4 minuti della tua vita per capire la verità che ti nascondono...
    Dopo la visione di questo video mi darai ragione e lo condividerai a tutti...

    Grazie per i tuoi 4 minuti spesi bene.....

    RispondiElimina
  5. Il lavoro ...è un meccanismo sbagliato illegale e ingiusto... Il 97 % della popolazione mondiale lavora (retribuita e non retribuita) per il benessere del 3% della popolazione mondiale...

    è da oltre 3000 anni che il 97% della popolazione è schiava sempre delle stesse grandi famiglie o caste o padroni...

    I tuoi antenati in 3000 anni cosa ti hanno lasciato?
    Cos'hai ereditato dopo 3000 anni del loro lavoro?
    A quanto ammonta il tuo patrimonio di famiglia?

    RispondiElimina

Spero che l’articolo che ho scritto ti abbia dato delle informazioni utili.
Ti sei iscritto a questo blog?
Mi farebbe molto piacere ricevere un tuo commento. Mi aiuta nel proseguire il mio lavoro di diffusione di nuovi modi per stare bene e vivere serenamente.
Ti ringrazio inoltre se vorrai iscriverti nel mio blog e condividere questo articolo sui social.
Translate in Italian language.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Clicca su post più vecchi

Clicca          su       post più vecchi

Dona a chi impiega il suo tempo per gli altri con amore e altruismo. dona per alimentare il bene.

ATTENZIONE A TUTTI I SITI INTERNET

COMPRESO QUESTO...
ATTENZIONE Le informazioni contenute in questo sito(anche se selezionate con attenzione) come in tantissimi altri siti internet,sono di carattere informativo e generico, pertanto devono solamente essere usate a scopo didattico e NON per diagnosi su se stessi o su terzi, NON per scopi terapeutici, NON per automedicazione. In NESSUN CASO le informazioni presenti in questo sito si sostituiscono al parere di un medico. Pertanto si esortano i visitatori a rivolgersi IN OGNI CASO al proprio medico per avere dei pareri seri e professionali sul proprio stato di salute e sulle eventuali terapie da adottare. I gestori del sito non si assumono responsabilità per danni, di qualsiasi natura, che l'utente, attingendo le informazioni da questo sito, potrebbe causare a se stesso a o terzi, derivanti da uso improprio o illecito delle informazioni riportate in questo sito, o da errori e imprecisioni relativi al loro contenuto, o da libere interpretazioni, o da qualsiasi azione che l'utente del sito possa intraprendere autonomamente e disgiuntamente dalle indicazioni del proprio medico curante.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.