Mi chiamo Raimondo - Come il nome ti cambia la vita - Vibrazioni e Numerologia

 Il nome Raimondo 

Quando nasciamo l'energia vitale scorre fluidamente nel nostro corpo, successivamente, durante la crescita, se intervengono interferenze di percorso psico-corporeo nella relazione interattiva madre-bambino, si creano alcuni blocchi energetici che promuovono variegati meccanismi di difesa, utili a far sopravvivere rispetto alle difficili dinamiche ambientali.

Tutto questo costruisce una corazza caratteriale del tutto personale provocando problemi del comportamento, sintomi psicologici e organici che si manifestano anche in tarda età.
Tra i fattori che influenzano la formazione della personalità globale interviene anche il nome proprio, spesso prescelto dai genitori prima ancora della nascita del figlio.


E' il nome proprio che ci differenzia dalla famiglia di origine e dagli altri, che ci fa riconoscere, che ci accompagna per tutta la vita ed anche dopo la morte. 


Ogni nome è portavoce di costellazioni storico-religiose, archetipiche e familiari, è anche ricco di vibrazioni sonore che si ricollegano al respiro di chi lo pronuncia. Ogni essere nato radica la sua identità ed il suo respiro anche in rapporto al nome con cui viene chiamato. 

Se il nome anagrafico coincide anche con il nome con cui il bambino viene interpellato, il nome proprio diviene l'identità strutturale stabile ed immutabile su cui la persona ancora il respiro, le vibrazioni sonore e le molteplici costellazioni psicologiche che influenzano le personali azioni, aspettative ed emozioni.


Nel processo d’evoluzione, il nome precede la forma. Non è come se creassimo qualcosa per darle poi un nome. L’intuizione di ciò che sta per essere creato e prende forma è già nel cuore del suo creatore sotto un nome come vibrazione o pensiero che ha scelto la sua espressione futura sotto una forma o un’altra; come potere che dona vita alla forma e la fa esistere.

Ogni nome proprio è composto da sillabe e vocali dell'alfabeto che corrispondono a suoni che hanno una loro peculiare risonanza energetica in specifiche parti del corpo. 

Il suono vocale del proprio nome promuove un'apertura respiratoria che inconsciamente permette risonanze affettive ed energetiche differenti asseconda delle vocali.
Le vocali che toccano gli organi più profondi come " A - O - U " agevolano un'energia connessa alla gioia ed al piacere della vita, le vocali connesse al torace ed alla testa come
" E - I " promuovono energie connesse rispettivamente al coraggio ed alle attività mentali.
In virtù di questi stimoli sia nel pronunciare il nome proprio sia nell'essere interpellati, il corpo riceve vibrazioni che agevolano molteplici emozioni individuali. 


Nome composto da ragin, "consiglio degli Dei", e munda, "protezione", significa "protetto dagli Dei". San Raimondo è festeggiato il 23 gennaio e il 31 agosto.

Raimondo è dotato di determinazione e di forza, poiché in genere ha tutte le qualità necessarie per portare a compimento con successo le azioni intraprese.
Dotato di una personalità magnetica, è capace di trascinare gli altri superando dubbi, vincendo opposizioni, saltando con fermezza eventuali ostacoli.
Deciso, fornito dalla sorte di grandi capacità di sintesi, non spreca niente, né in parole né in azioni.


Possessivo, cerca di ottenere tutto; misurato, evita però di strafare.
L'onestà e l'amicizia rappresentano in questo senso due limiti invalicabili.
Uno dei rari momenti in cui Raimondo rischia di perdere la calma è precisamente quando sente parlar male dei propri amici.
Nel lavoro ha la necessità di mettere a frutto la lenta ostinazione di cui è dotato.
Può essere un ottimo manager perché ha notevole coscienza professionale.
In amore invece potrà incontrare difficoltà perché diffida della propria intuizione e ha qualche problema a comprendere la psicologia femminile.
A volte è eccessivamente prudente, non decide se non dopo aver attentamente vagliato, soppesato, misurato ogni particolare di quella data situazione; senza contare che, una volta partito, può spesso incontrare molte difficoltà a esprimere i sentimenti ed è intimidito
da qualsiasi esplicita manifestazione di affetto.
Quando ama è però capace di un attaccamento così profondo che le sue unioni difficilmente falliscono.
La salute di Raimondo è tendenzialmente buona, inoltre è longevo.



Il nome presenta numerose varianti tra cui Raimondino, Raimundo, Rimondo, Mondo, Mondino, Raimondello, Mondilio, Raimonda, Raimondina.
A queste si affiancano le varianti straniere Ramuncho, Raymond, Ray, Raimond, Raymond, Raymonde.
L'onomastico si festeggia il 7 gennaio in ricordo di San Raimondo di Peñafort, invocato come patrono dei neonati e delle gestanti.

Il nome e la numerologia

Secondo la numerologia, arte divinatoria antichissima, la scelta del nome di un nascituro rappresenta invece un momento determinante della sua vita: infatti, imponendogli un nome, gli si conferisce tutta una serie di caratteristiche espresse dal significato e dall'essenza del nome stesso. Esso infatti esprime principalmente il suo carattere e, secondo gli orientali, il suo karma. Senza contare che l'insieme delle lettere che lo costituiscono ha un suono, una vibrazione, che, analogamente ai "mantra" o ai comandi ipnotici, nasconde una tremenda forza che si manifesta ogniqualvolta ci si presenta.

Ciò che identifica l’essenza più profonda di ognuno di noi è il nome e cognome, quindi con l’ausilio della tabella numerologica Pitagorica che utilizza l’alfabeto latino, tramutate le lettere del vostro  nome e cognome in numeri e sommateli tutti, il totale ottenuto lo dovete sommare nuovamente fino a ottenere un numero da 1 a 9.
A  J  S = 1 ;   B  K  T = 2 ;   C  L  U = 3;   D M  V = 4 ;   E  N  W = 5 ;   F  O  X = 6 ; 
G  P  Y = 7 ;  H  Q  Z = 8 ;   I  R  =  9 
Gli antichi ben conoscevano l’importanza del nome e cognome, come influenza sul singolo individuo. Gli antichi Egizi sostenevano che il nome è la cosa più potente in natura; gli antichi Romani dicevano “ In Nomine Omen “ nel Nome il proprio Destino. Il nome è quindi un’energia talmente potente da contenere in sé le potenzialità, le caratteristiche peculiari caratteriali dell’individuo; il nome ha il potere di farci distinguere tra tutti, anche se non siamo presenti e a infiniti km di distanza. Ci sono dei nomi che già apertamente contengono dei significati, come ad esempio il nome dell’ eroe Salvo D’ Acquisto che ancor prima di esaminarlo numerologicamente contiene in sé un lampante messaggio di salvezza e protezione per il prossimo. Analizziamolo adesso col sistema numerologico:
Raimondo = 9+1+1+4+6+5+4+6 =36 
         3+6= 9
Il significato del numero 9.
In Grecia, questo numero era tenuto in speciale considerazione. DefinitoEnnea, era identificato con la stella a nove punte, creata da tre triangoli equilateri legati tra loro. La stessa mitologia greca porta il Nove in collegamento alle Nove Muse delle quali, Tersicoremusa della danza sacra, è la nona e la più potente.
Simbolo della Luna e di Ecate , è legato alla discesa dell’energia nella materia. Oltre a rappresentare il pieno ciclo della trasmutazione, è l’espressione del giudizio nell’istante della morte. Astrologicamente corrisponde a Marte, signore della guerra e della forza ed è pertanto definito pienamente yang. Un soggetto con numero di nascita Nove denota passione, impulsività e volontà ferra.
Le connotazioni del Nove sono, dal punto di vista morale, integrità e saggezza. Sono questi i valori che un nove evoluto trasmette all’esterno: i nove guidano ed ispirano con il loro esempio. Lo scopo di vita dei Nove,esige da loro una condotta dagli standard elevati. Essendo profondi e carismatici, spesso si trovano a ricoprire posizioni di leadership.
La loro sfida Ã¨ proprio quella di raggiungere la saggezza attraversando, riconoscendo ed elaborando le proprieemozioni. Kabbalisticamente, il Nove è associato alla lettera Tet ( ×˜ ). Tet significa “bastone di comando” e la prova che ci sottopone è quella di imparare a gestire quella parte della nostra personalità che aspira al potere e al comando. Proprio per questa caratteristica, il Nove viene anche definito il “numero della Verità“.

Holter metabolico misuratore del metabolismo e del dispendio energetico


L' HOLTER METABOLICO


Cos'è l'Holter Metabolico?

 E' un rivoluzionario monitor multi-sensore, indossabile a "fascia" sul tricipite destro per tre/cinque giorni consecutivi in posizione molto comoda.
Misura in continuo parametri fisiologici dal corpo e dati di attività fisica, determina il rapporto dispendio energetico/ calorie consumate calcolati grazie ad esclusivi e brevettati algoritmi e di conseguenza fornisce informazioni basilari per diagnosi e terapie di varie patologie e condizioni fisiche come sindrome metabolica, diabete, sovrappeso, anoressia, malnutrizione e patologie infiammatorie,curante per monitorare i programmi di cura proposti a chi segue un percorso dietetico e per gestire al meglio le attività sportive di chi vuole conoscere il proprio fabbisogno energetico.
Viene inoltre utilizzato in ambito sportivo sia professionistico che amatoriale.
L’Holter metabolico Ã¨ uno strumento innovativo, diventato ormai indispensabile per inquadrare lo stato attuale dei pazienti e fornire importanti informazioni (p.e. le calorie consumate) al medico curante per monitorare i programmi di cura proposti a chi segue un percorso dietetico e per gestire al meglio le attività sportive di chi vuole conoscere il proprio fabbisogno energetico.


Uno strumento che è stato ampiamente utilizzato in ambito ospedaliero e per la ricerca scientifica. La sua importanza e utilità in campo medico è stata già confermata attraverso validazioni scientifiche.

Quali sono i Parametri corporei misurati ?





CAMPI DI APPLICAZIONE:
Ideale per tutte le specialità mediche e non, ove si necessiti un calcolo accurato del dispendio energetico, dei tempi e livelli di attività motoria spontanea e/o programmata, durante valutazioni funzionali pre/post intervento terapeutico, prima, durante o successivamente a programmi di riabilitazione, per studi e protocolli clinici anche di larga scala.
Si utilizza per esempio nel Diabete, Endocrinologia, Pneumologia, Cardiologia, Nutrizione, Pediatria, da Dietisti e Dietologi, in Medicina dello sport, Obesità, Disturbi dell'alimentazione, Riabilitazione, Neurologia, Medicina del lavoro, Geriatria, Prevenzione, Ricerca, Fitness/Wellness, etc...

ACCURATEZZA DEL SISTEMA E VALIDAZIONI SCIENTIFICHE:
- Calorie consumate totali sulle 24 ore: errore medi < 10 %
- Minuti totali di attività fisica sulle 24 ore: errore medio < 5 %
Il sistema Sensewear Armband è adoperato e validato dal 2004, ed ha raggiunto ogni accuratezza specifica molto elevata che ne consente l'utilizzo in programmi di ricerca, protocolli e studi clinici, applicazioni in tutti i campi medici e paramedici. E' attualmente utilizzato in migliaia di centri in tutto il mondo con centinaia di pubblicazioni su riviste scientifiche di risonanza internazionale.



Non tutti desiderano il cambiamento - Per alcuni il cambiamento è inaccettabile e pericoloso.

Non perdiamo tempo a convincere chi non è motivato a cambiare...
Molti fanno finta di non capire.....
Sveglieremo solo pecore smarrite mai i lupi vestiti da ingenue pecorelle....

Il cambiamento o l'aggiustamento delle regole da molto fastidio..
Mi riferisco ad ogni campo:

Politica, lavoro, istituzioni, famiglia, giustizia, sanità ecc.

Non a caso ci sono le sentinelle del sistema a bloccare i cambiamenti...

Esempio banale e pratico:
Quante volte gli addetti ai lavori consigliano migliorie o consigli... e quante volte i preposti omettono o insabbiamo le richieste?

Dovete capire che molte volte è il problema a business ...
Senza continui Problemi o Necessità  create nessun intermediario avrebbe motivo di esistere!!!  o di guadagnare titoli o denari.

 Le immagini che vi aiutano a capire!!












Condividere l'auto per risparmio di denaro, emissione nocive, socializzare- Carpooling molti lo fanno già

Condividere l'auto per risparmio di denaro, emissione nocive, socializzare molti lo fanno già !!

Quanti sono coloro che, vuoi per motivi di lavoro, di studio o altro, si spostano in continuazione soli in auto, spesso anche più di una volta nella settimana? Sicuramente moltissimi... Questo è un modo facile per trovare compagni di viaggio, è un punto di incontro fra chi cerca e chi offre passaggi auto per risparmiare, inquinare meno e fare nuove amicizie!

Nel Car pooling uno o più dei soggetti coinvolti mettono a disposizione il proprio veicolo, eventualmente alternandosi nell'utilizzo, mentre gli altri contribuiscono con adeguate somme di denaro a coprire una parte delle spese sostenute dagli autisti. 
Tale modalità di trasporto è diffusa in ambienti lavorativi o universitari, dove diversi soggetti, che percorrono la medesima tratta nella stessa fascia oraria, spontaneamente si accordano per viaggiare insieme.






Mettere a disposizione una piattaforma per la condivisione dell’auto su tragitti medio-lunghi. È l’obiettivo di BlaBlaCar, una comunità virtuale attiva in dieci Paesi europei che conta conta più di 5 milioni di iscritti. «Ci sono talmente tante auto in viaggio con una sola persona a bordo che rappresentano uno spreco dal punto di vista economico e ambientale – ha affermato Olivier Bremer, country manager di BlaBlaCar per l’Italia -. Questi posti liberi hanno valore e vanno messi a disposizione di chi approfitterebbe volentieri di questa opzione ma non conosce questa possibilità. Per questo occorreva un mediatore che raccogliesse tutte le offerte di passaggio degli automobilisti e le mettesse a disposizione dei potenziali passeggeri». 

Olivier Bremer ci tiene a sottolineare la specifità di BlaBlaCar. Non si tratta di “car pooling” bensì di “ride sharing”: «Nel primo caso si tratta di brevi distanze e di spostamenti effettuati soprattutto da pendolari che condividono l’auto per tratte casa-lavoro. Sono spostamenti ripetuti con equipaggi fissi dove l’auto viene solitamente messa a turno dai passeggeri. Il ride sharing, invece, è un fenomeno diverso: si tratta di viaggi lunghi, dai 100 km in su. I passeggeri sono sempre diversi e chi viaggia contribuisce alle spese di viaggio pagando la quota fissata dal conducente».  
Ma quali sono i vantaggi ambientali del servizio? Meno traffico e meno emissioni. Secondo BlaBlaCar in Italia il numero di auto circolanti si attesta a oltre trentasette milioni, con un tasso di occupazione di circa 1,2 persone per veicolo. Questo significa che, ogni giorno, sono disponibili circa cento milioni di posti liberi: un numero che corrisponde a quasi il doppio del totale della popolazione italiana. Se nel nostro Paese si viaggiasse sempre con automobili piene, condividendo i posti liberi, si risparmierebbero ogni anno ben 40 miliardi di tonnellate di CO2. «Tramite la piattaforma BlaBlaCar sono stati già condivisi tre miliardi di chilometri in tutta Europa. In questo modo è stata risparmiata l’emissione di più di 750 mila tonnellate di CO2: una cifra pari al quantitativo complessivo di CO2 emessa in un anno da 110.000 persone» ha affermato Olivier Bremer.  

Un ulteriore aspetto che sta particolarmente a cuore a BlaBlaCar è la sicurezza: «Per salire in macchina con uno sconosciuto occorre che ci si possa fidare – ha aggiunto Olivier Bremer -. Con BlaBlaCar facciamo in modo che i profili siano verificati e che gli utenti siano controllati. Per le donne c’è inoltre il “viaggio rosa”, cioé la possibilità di viaggiare tra sole donne. Si tratta di strumenti di garanzia utili affinché questo tipo di servizio possa decollare». Il portale cerca anche di creare il “clima ideale” per il viaggio: vengono mostrate le preferenze tra fumatori o non fumatori, animali accettati in macchina o meno, ecc. Gli utenti specificano inoltre il loro grado di “loquacità” scegliendo tra “Bla”, “BlaBla” e “BlaBlaBla”: ecco da cosa nasce il nome BlaBlaCar. 


Il carpooling

Perchè il carpooling è così di moda in Europa? Sono più di 5 milioni, infatti, gli utenti registrati che viaggiano in Europa in maniera economica, veloce e divertente, riducendo le emissioni di Co2 e il traffico.
Carpooling è la piattaforma europea nata in Germania che negli ultimi 4 anni si è sviluppata nel resto del continente. Disponibile in 7 lingue, permette di trovare un passaggio verso tutte le destinazioni europee.
Quali sono i fattori che contribuiscono alla crescita del servizio?
  • Affidabile: conducenti e passeggeri posso inserire, trovare e prenotare passaggi, controllando il profilo degli utenti con i quali condivideranno il viaggio
  • Economico e veloce: in meno di 5 minuti è possibile registrarsi gratuitamente, trovare un passaggio e prenotarlo direttamente dal PC, dal tablet o dallo smartphone
  • Semplice e sicuro: nel nostro database vengono inseriti più di 900.000 viaggi al mese, da chi vuole risparmiare sulle spese di viaggio e conoscere persone interessanti con le quali condividere il viaggio

Come funziona il carpooling?

  • Per chi cerca un passaggio:

  • 1. Clicca sul link Cerca passaggio, per trovare le offerte che fanno al caso tuo.

  • 2. Contatta il conducente tramite il nostro sistema o direttamente via e-mail o per telefono.

  •  Se il viaggio prevede la prenotazione online


  • Per chi offre un passaggio:

  • 1. Se vuoi offrire un passaggio, devi iscriverti in modo gratuito cliccando su 

  • 2. Pubblica la tua offerta di passaggio, cliccando su Inserisci viaggio

  •  Se vuoi che i passeggeri prenotino il viaggio online leggi la guida


I migliori siti..

Car SharingCar Pooling o Auto Stop, chiamatelo come volete. Il significato è lo stesso. Condivisione di un'auto e condivisione delle spese di carburante e eventuale pedaggio. All'autostop vecchio stile, pollice alzato sul ciglio della strada, si sostituisce un modo di rimediare un passaggio molto più social e anche più sicuro. 

La maggior parte dei siti che si occupano di Car Sharing prevedono per ogni utente che offre un passaggio un feed back da parte di chi ha già viaggiato con lui. Informazioni sui passeggeri che si ospitano in vettura e la possibilità di comunicare prima del passaggio.  carsharing

Il funzionamento è semplice. Chi offre un passaggio inserisce on line l'annuncio con l'itinerario le date e gli orari della partenza. Potrete ricercare per data il passaggio che vi serve e se non c'è creare un annuncio apposito.

Ma vediamo quali sono i siti migliori per risparmiare in viaggio usando il Car Sharing. Alcuni sono più ferrati in alcune zone d'Europa. Altri vanno bene per viaggiare in Italia.

roadsharing.com - E' probabilmente il sito più usato in Europa. E' facile trovare itinerari anche in Italia. Prevede per ogni utente un feedback, calcolo dei km e delle emissioni di CO2 per viaggio.

carpooling.it
 - E' un portale italiano dove si trovano soluzioni anche per l'Europa ma è molto più ferrato in Italia. Per visionare i giudizi sugli utenti e i feed back dei viaggi bisogna effettuare il log in. Si può prenotare il viaggio solo dopo aver definito telefonicamente tutti i dettagli con l'autista o il passeggero.

youtrip.it - Un altro portale italiano, utilissimo per chi cerca passaggi ricorrenti, per andare a lavoro o per raggiungere i famigliari al weekend. Oltre ai passaggi in auto c'è anche lo share di camper e di moto. Per ogni itinerario è specificato se l'automobilista richiede un'offerta, uno specifico contributo spese, oppure sola amicizia in cambio del passaggio.

postoinauto.it - Anche questo italiano e utilissimo per gli spostamenti ricorrenti, ma non solo. Si può prenotare fino a 24 ore prima del viaggio e leggere una volta loggati il profilo degli utenti.

autostop.it - Non ha certo una grafica allettante ma vale la pena fraci un giro per essere sicuri di trovare un passaggio o che qualcuno colga al volo la nostra offerta. La cosa bella è che ognuno scrive qualcosa di sè con una breve descrizione, utile a un primo screeening dei potenziali compagni di viaggio.

autostop.viavai.com - Ancora grafica non accattivante ma una funzionalità molto comoda per gli scrupolosi. Il viaggio è reso ancora più sicuro dalla garanzia della copia di un documento dei compagni di viaggio.

viaggioeconomico.org - E' un portale multilingua conosciuto in tutto Europa ma ferratissimo e usatissimo nei paesi dell'Est. Una svolta per viaggiare on the road spendendo pochissimo e visitando paesi e cittadine di Ungheria, Polonia, Repubblica Ceca e Slovacchia.

mylifts.com - Molto più social di altri siti simili, è usatissimo, ormai da anni, soprattuto in Gran Bretagna. Da consultare  per un viaggio on the road in Uk.

compartir.org - E' un servizio gratuito e senza finalità di lucro offerto da comuni, città e altri enti spagnoli. Utilissimo per viaggiare spendendo poco e inquinando ancor meno, in tutte le regioni della Spagna. 

drive2day.it - E' un portale multilingua, non proprio usatissimo ma molto utile per chi viaggia in Germania. 

digihitch.com - Da salvare assolutamente tra i segnalibri se avete in programma un viaggio on the road negli States.

Avacar - A metà tra il social network e il sito per carpooling. Anche questo prevede punteggi feed back e la verifica delle identità per tranquillizzare i più diffidenti.










Tratto da:

http://www.lastampa.it/2014/02/02/scienza/ambiente/il-caso/blablacar-condividere-lauto-fa-risparmiare-soldi-ed-emissioni-q18DlUBKR9AIG9wbDlnG9J/pagina.html
http://www.carpooling.it/news/viewNews/942
http://www.zingarate.com/destinazioni/news-lowcost/car-sharing-italia-estero-i-migliori-siti-per-trovare-un-passaggio.html

Scienziati giapponesi hanno identificato una forma di vitamina B-12 che protegge contro le malattie neurologiche e l'invecchiamento

Methylcobalamin: una svolta potenziale in malattie neurologiche



Scienziati giapponesi hanno identificato una forma di vitamina B-12 che protegge contro le malattie neurologiche e l'invecchiamento da un meccanismo unico che si differenzia da terapie correnti.

Alcuni dei disturbi che possono essere prevenuti o trattati con questa terapia vitamina naturale, chiamato metilcobalamina , comprendono stanchezza cronica sindrome, morbo di Parkinson, neuropatie periferiche, morbo di Alzheimer, distrofia muscolare e l'invecchiamento neurologico. Gli americani hanno accesso immediato a questa forma di unico e nuovo di vitamina B-12, e, a differenza dei farmaci da prescrizione, costa pochissimo ed è privo di effetti collaterali. vitamina B-12 è una etichetta generale di un gruppo di composti biologici essenziali sa come cobalamins. Le cobalamine sono strutturalmente legati alla emoglobina nel sangue, e una carenza di vitamina B-12 possono causare anemia. La preoccupazione principale dei medici convenzionali è quello di mantenere un adeguato stato di cobalamina per proteggere contro l'anemia. La forma più comune di vitamina B12 è chiamata cianocobalamina . Tuttavia, negli ultimi dieci anni, una serie di malattie neurologiche centrali e periferiche sono stati collegati ad una carenza di cobalamina molto specifico, la metilcobalamina forma, che è necessario per proteggere contro le malattie neurologiche e dell'invecchiamento. Il fegato converte una piccola quantità di cianocobalamina in metilcobalamina all'interno del corpo, ma sono necessarie maggiori quantità di metilcobalamina per correggere difetti neurologici e proteggere contro l'invecchiamento. studi pubblicati dimostrano che alte dosi di metilcobalamina sono necessari per rigenerare i neuroni e la guaina mielinica che protegge gli assoni dei nervi e dei nervi periferici. CFIDS e B-12 Nel numero estivo 1998 Salute vigilanza , un importante articolo di ricerca ha riportato una nuova affascinante scoperta. Oltre il 60% di CFIDS e fluido spinale "FM pazienti conteneva livelli subnormali di vitamina B-12. D'altra parte, vitamina B-12 livelli nel sangue non si è discostato significativamente da valori normali.Secondo la piramide trattamento del dottor Paul Cheney per la CFS, la vitamina B-12 nella sua forma non cianocobalamina - la [digitare solo allora] commercialmente disponibili - è un potente disintossicante del cervello. Studi recenti suggeriscono che in Europa deve essere somministrato in dosi elevate nella gamma di 10 - 20 mg al giorno, o anche più. Questa integrazione di metilcobalamina potrebbe proteggere la funzione cognitiva dei pazienti con CFIDS prevenendo la morte delle cellule cerebrali. Una causa di morte delle cellule cerebrali è la tossicità del glutammato. Le cellule cerebrali usano il glutammato come neurotrasmettitore, ma purtroppo il glutammato è una spada a doppio taglio nel senso che può anche uccidere le cellule cerebrali. Il rilascio di glutammato dalle sinapsi è un mezzo comune attraverso cui i neuroni comunicano tra loro. comunicazione efficace significa rilascio controllato del glutammato al momento giusto nelle cellule giuste, ma quando glutammato viene rilasciato in quantità eccessive, la comunicazione intercellulare cessa.L'alluvione del glutammato in neuroni ricevono li porta ad iperattività e l'eccessiva attività porta alla degradazione cellulare. La buona notizia è che ora può essere possibile per proteggere le cellule cerebrali dalla tossicità del glutammato prendendo supplementazione methylcobalamin. In uno studio nel Journal of Pharmacology , è stato dimostrato che la metilcobalamina protetti contro glutammato-,-aspartato e neurotossicità nitroprussiato indotta nei neuroni corticali di ratto. ricercatori hanno concluso che la metilcobalamina protegge contro la neurotossicità aumentando la metilazione della cellula cerebrale. Il CFIDS e fibromialgia Salute Resource raccomanda terapie metilazione miglioramento come la vitamina B6, la vitamina B-12, acido folico e trimetilglicina (TMG), prese insieme, per proteggere contro le malattie cardiache, ictus e altre malattie legate all'invecchiamento. Gli scienziati che hanno condotto gli studi metilcobalamina sottolineano che l'assunzione continua di metilcobalamina è necessario per proteggere contro la neurotossicità. Così per metilcobalamina per essere efficace nella protezione contro la malattia neurologica, la supplementazione giornaliera può essere necessaria. Una dose appropriata a proteggere contro l'invecchiamento neurologico potrebbe essere 1-5 mg al giorno sotto la lingua in forma di losanga. utile Un recente studio tedesco appare in Neurofarmacologia ha mostrato Metilcobalamina ridotto la quantità di tempo soggetti dormivano; qualità del sonno era migliore e soggetti svegliò sentirsi riposati, con una migliore attenzione e concentrazione.Parte di questo effetto era apparentemente dovuto alla soppressione della melatonina durante il giorno perché la supplementazione mattina metilcobalamina riduce la sonnolenza, diminuendo i livelli di melatonina durante il giorno. sclerosi multipla Secondo un recente studio condotto presso la Vanderbilt University, chlamydia pneumoniae potrebbe collegare la sclerosi multipla (SM) per CFIDS. Questo rende l'effetto pubblicata del trattamento metilcobalamina sulla MS di grande importanza per coloro che soffrono di CFIDS. Uno studio nel Journal of Internal Medicine ha studiato la somministrazione giornaliera di 60 mg di metilcobalamina per i pazienti con sclerosi multipla cronica progressiva (SM), una malattia che ha una prognosi sfavorevole e funzionalità diffusione lato demielinizzazione nel sistema nervoso centrale. Sebbene disabilità motoria non migliora, ci sono stati miglioramenti clinici in MS disabilità visive e uditive correlate. Lo scienziato ha affermato che la metilcobalamina potrebbe essere una efficace aggiunta al trattamento immunosoppressivo per, SM cronica progressiva. Quelli con forme meno gravi di SM possono considerare di aggiungere metilcobalamina al loro regime di trattamento quotidiano. Gli effetti della metilcobalamina sono stati studiati in un modello animale di distrofia muscolare. Questo studio, pubblicato in Neuroscience Letter guardò degenerazione dei morsetti del motore assoni. Nei topi che ricevevano la metilcobalamina, germogli nervose sono stati più frequentemente osservati e la rigenerazione dei terminali dei nervi motori si sono verificati in siti che precedentemente stavano degenerando. Nervi rigeneranti poche sostanze hanno dimostrato di rigenerare i nervi negli esseri umani con neuropatie periferiche. Tuttavia, uno studio nel Journal of Neurological Science postulato che la metilcobalamina potrebbe aumentare la sintesi proteica e aiutare a rigenerare i nervi.Gli scienziati hanno dimostrato che dosi molto elevate di metilcobalamina producono la rigenerazione dei nervi nei ratti di laboratorio. Gli scienziati hanno affermato che ultra-alte dosi di metilcobalamina potrebbero essere di uso clinico per i pazienti con neuropatie periferiche. L'equivalente umano dose di scienziati impiegati è di circa 40 mg di metilcobalamina sublinguale somministrato quotidianamente. Coloro che soffrono di neuropatie periferiche spesso assumono acido alfa lipoico. Sulla base della nostra nuova comprensione della neuropatia periferica, può essere prudente che chiunque utilizzi l'acido alfa lipoico anche prendere almeno 5 mg al giorno di metilcobalamina sublinguale somministrato per garantire che l'acido alfa lipoico sarà biodisponibile per i nervi periferici.Cancro / funzione immunitaria A studio sulla rivista Oncology ha esaminato gli effetti della metilcobalamina su diversi tipi di tumori nei topi. La somministrazione di metilcobalamina per sette giorni soppressa fegato, polmone e ascite crescita tumorale. I topi che ricevevano la metilcobalamina sopravvissuti più a lungo rispetto ai topi di controllo ha fatto. Nei topi irradiati prima inoculazione delle cellule tumorali, metilcobalamina non migliorava la sopravvivenza. Gli effetti della metilcobalamina sulla funzione immunitaria umana è stata studiata nel Journal of Clinical Immunology . Lo studio ha mostrato che la metilcobalamina dimostrato notevoli effetti sulle cellule migliorando T quando le cellule T sono state esposte a certi antigeni. Gli scienziati hanno anche dimostrato che la metilcobalamina ha migliorato l'attività delle cellule T helper. Gli scienziati hanno concluso che la metilcobalamina potrebbe modulare la funzione dei linfociti aumentando le attività di regolamentazione delle cellule T. americani hanno bisogno di sapere su questa importante terapia naturale che potrebbe prolungare la durata della vita sana umana. Una ricerca della letteratura scientifica rivela 334 studi pubblicati sulla metilcobalamina. Tuttavia, non sarebbe esagerato dire che praticamente nessuna medici sanno di esso o la raccomanda.Methylcobalamin dovrebbe essere considerata per il trattamento di una malattia neurologica. Ad esempio, sulla base di suoi meccanismi d'azione unica, metilcobalamina potrebbe essere efficace nel rallentare la progressione delle malattie "incurabili" come la ALS (malattia di Lou Gerhig). Poiché metilcobalamina non è un farmaco, c'è poco incentivo economico per condurre costosi studi clinici su di esso, quindi potrebbe essere un lungo periodo di tempo prima di sapere quanto sia efficace questa singolare forma di vitamina B-12 è nel rallentare la progressione delle malattie comuni come il morbo di Parkinson.L'assunzione sublinguale di metilcobalamina Ã¨ una terapia naturale accessibile ed efficace, e ha dimostrato anche sicuro quando somministrato in dosi massicce.

Tratto e  poi Tradotto:
http://www.prohealth.com/library/showarticle.cfm?libid=481

Lavoro - Ammalarsi per molto stress psico -fisico

Stress Lavoro Correlato


Non è normale lavorare oltre l'orario di lavoro, non è normale avere carichi di lavoro eccessivi o doversi recare in un ambiente lavorativo stressante, lo dice la legge.

L'azienda ha l'obbligo di garantire un contesto di lavoro sereno, altrimenti abbiamo diritto ad un risarcimento in denaro, per lo "stress lavoro correlato". Di quanti soldi stiamo parlando?

Quali sono i sintomi dello stress lavoro correlato, come riconoscerlo e quale via possiamo intraprendere al fine di tutelarci e ottenere il denaro che ci spetta?

Quante delle aziende in cui ognuno di noi, ogni giorno, spreca la sua vita, applica realmente soluzioni per evitare lo stress da lavoro correlato? E' più probabile invece che ci vengano imposti ritmi di lavoro assurdi, al fine di arricchire i vertici aziendali, nella più totale noncuranza dello stato di salute dei lavoratori. Quello che accade poi, è che, mentre noi ci ammaliamo di stress, per portare a casa pochi soldi, chi sta sopra di noi agisce snobbando quest'obbligo, nel nome del denaro, della follia produttiva e del più totale menefreghismo nei confronti della salute delle persone.


La Legge Sullo Stress Lavoro Correlato

Lo - stress lavoro correlato - viene disciplinato della legislazione italiana, tramite un'ampia e precisa normativa, che chiarisce bene gli obblighi che l'azienda ha nei confronti del lavoratore.

La prima legge, che risale al 1994 (D lgs 626/94) definiva sostanzialmente le condizioni di presenza o assenza del rischio sul posto di lavoro, poi nel 2002 (articolo 4 del D lgs) il decreto legislativo è stato modificato e furono incluse tutte le tipologie di rischio, così, nel 2008 (n.81/2008), anche il rischio legato allo stress lavoro correlato viene incluso.

Leggendo i primi 3 articoli di legge, scopriamo che ogni azienda, in tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro, è tenuta a:

a) La valutazione di tutti i rischi per la salute e sicurezza, compreso lo stress lavoro correlato.

b) La programmazione della prevenzione.

c) L'eliminazione dei rischi.

In parole povere quindi, non solo ad ogni azienda è vietato porre sotto stress il lavoratore con carichi di lavoro insopportabili o richiedendo straordinari, ma deve anche attuare una prevenzione costate, al fine di evitare che si manifestino casi di stress lavoro correlato.

Qualora il lavoratore, a causa di condizioni di lavoro non conformi alla legge (art. 2087), manifesti sintomi da stress lavoro correlato, ha diritto ad essere risarcito del danno subito, con una somma in denaro che dipende da diversi fattori.

E' importante specificare subito che, secondo recenti sentenze, anche se (per esempio) gli straordinari o il carico di lavoro eccessivo, erano stati preventivamente concordati con il datore di lavoro, i soldi del risarcimento ci spettano comunque, proprio perché la prevenzione del rischio, prescinde dalle decisioni e dagli accordi tra lavoratori.

Quanti casi di Stress Lavoro Correlato in Italia?

A partire dal 2011 l'INAIL (Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) ha stabilito che i casi accertanti di denuncia per stress lavoro correlato, sono oltre 500, a fronte di circa 4000 domande presentate, e nel dettaglio:

Al 64% dei casi è stato riconosciuta un'indennità in denaro;
Al 9 % una rendita fissa nel tempo;
Al 27% un indennizzo per inabilità temporanea al lavoro;

In realtà le denunce sono molto inferiori ai casi reali, lo rivelano una serie di questionari anonimi sottoposti ad un largo campione di lavoratori, che ha portato alla luce un fenomeno ben più vasto, dimostrando come si tratti solo del 30% del totale, delle potenziali situazioni di "stress lavoro correlato".

La difficoltà nel determinare la reale vastità di questo fenomeno, deriva sia dal fatto che lo stress non rientra nel panorama delle classiche malattie professionali, sia dal timore, da parte del lavoratore, di entrare in conflitto con l'impresa, per una condizione alla quale spesso si da poca importanza o si ritiene dipenda più da una debolezza personale, che da condizioni lavorative disumane.


Quanti Soldi ci Spettano per lo Stress Lavoro Correlato

L'INAIL stabilisce gli indennizzi che spettano ai lavoratori che subiscono danni da stress sul posto di lavoro e, nello specifico:

Un indennizzo in capitale per il danno biologico, cioè inteso come danno alla salute ed all'integrità fisica della persona.
Una rendita fissa derivante sia dal danno biologico, che dalle conseguenze che questo ha sulla vita privata della persona e sulla sua possibilità di continuare a lavorare.
Che somma ci spetta per lo stress arrecato?
L'ammontare della somma in denaro dipende naturalmente dal grado di stress che la situazione lavorativa arreca, le sentenze in merito sono varie, si va da poche migliaia di euro per i casi più lievi, a risarcimenti di anche 250.000 euro per le situazioni di comprovata negligenza da parte del datore di lavoro, con evidente conseguenze sulle condizioni psicologiche del lavoratore, e nette ripercussioni sulla vita famigliare.

Leggi su Google anche: Quanti Soldi Spettano dalla Disoccupazione

Come Agire per Denunciare lo Stress Lavorativo

Prima di tutto va chiarito che non è sempre necessario muoversi per via legali, anche perché i tempi, in questo caso, potrebbero dilatarsi enormemente; può infatti essere inoltrato un semplice documento all'ufficio personale, nel quale si denuncia la condizione di stress lavoro correlato, in cui si versa. L'azienda, in questo caso, potrebbe optare per un indennizzo in denaro al lavoratore, al fine di evitare di andare per vie legali, soprattutto se la faccenda rischia di trovare eco sulla stampa locale.
In questo caso la denuncia deve essere trasparente e comprensibile, devono essere riportati fatti e date verificabili, vanno accuratamente evitate opinioni confuse o sfoghi emotivi. Il documento deve essere redatto come una sequenza precisa e chiara di episodi e situazioni che incentivano lo stress sul posto di lavoro.
Le vie legali spesso comportano un notevole dispendio di energie e di tempo, in questo caso il modo più efficace di agire è quello di affidarsi ad un avvocato del lavoro, e vanno rispettate alcune regole:

Scegliere sempre un avvocato del lavoro, che abbia già avuto esperienza in casi simili.
Evitare assolutamente gli studi che possono essere, in qualche modo, collegati con l'azienda o coi datori di lavoro.
Accertarsi continuamente che il nostro caso di stress lavoro correlato, venga seguito con serietà e dedizione, verificando sempre il lavoro svolto dall'avvocato. Mai fidarsi ciecamente del suo operato.
Decidere, prima di iniziare il percorso legale, gli obiettivi da raggiungere, cioè il tipo di risarcimento a cui s'intende mirare e quale margine di contrattazione è accettabile.
Stabilire anticipatamente la cadenza degli incontri con il legale stesso.
Fornire al legale tutto il materiale raccolto in ordine cronologico.

Stress Lavoro Correlato: Con la Crisi Aumenterà

Con la recente crisi economica, i tagli che alcune aziende hanno dovuto effettuare, rischiano di aumentare il carico di lavoro, cui sono soggetti i dipendenti che hanno invece mantenuto la propria posizione. E' molto facile infatti che, in periodo di crisi, si cerchi di mantenere il personale sottodimensionato, in modo da dover affrontare meno spese.

Complice l'incertezza in cui viviamo, le persone sono più propense a sopportare condizioni lavorative inaccettabili, proprio per la paura di perdere il posto di lavoro. La pressione a cui i lavoratori sono sottoposti, mista ad un carico di lavoro esagerato, aumenta vertiginosamente la possibilità che si verifichino casi di stress lavoro correlato.

Contemporaneamente, i tagli alla sanità pubblica e la diminuzione del potere di acquisto delle famiglie (giunto ormai ai minimi storici), incidono pesantemente sulla possibilità di curarsi da eventuali patologie derivanti da stress lavoro correlato, rendendo la situazione ancora più critica.

 Segni o sintomi di stress da lavoro possono essere fisici, psicologici e comportamentali.

I sintomi fisici includono:
Fatica
Tensione muscolare
Mal di testa
Palpitazioni cardiache
Disturbi del sonno, come l'insonnia
Disturbi gastrointestinali, come diarrea o costipazione
Disturbi dermatologici.
I sintomi psicologici sono:
depressione
Ansia
Scoraggiamento
Irritabilità
Pessimismo
Sensazioni di essere sopraffatti e incapaci di far fronte agli impegni
Difficoltà cognitive, come la ridotta capacità di concentrarsi o prendere decisioni.

I sintomi comportamentali comprendono:
Un aumento dei giorni di malattia e assenteismo
Aggressività
La diminuzione della creatività e delll'iniziativa
Un calo nelle prestazioni di lavoro
Problemi con le relazioni interpersonali
Sbalzi d'umore e irritabilità
Diminuzione della tolleranza alla frustrazione e impazienza
Disinteresse
Isolamento.

Quali sono i principali fattori di stress legati al lavoro?
Tutti i seguenti problemi sono stati identificati come potenziali fattori di stress nei luoghi di lavoro. Un approccio di gestione del rischio identificherà quali esistono nel vostro luogo di lavoro e ciò che li provoca. Essi includono:
Organizzazione della cultura
Pratiche di cattiva gestione
Contenuto del lavoro e richieste
Ambiente di lavoro fisico
Le relazioni sul posto di lavoro
Gestione del cambiamento
Mancanza di sostegno
Conflitto di ruolo
Trauma.

Le cause di stress lavoro-correlato
Alcuni dei fattori che comunemente causano stress da lavoro sono:
Lunghe ore di lavoro
Pesante carico di lavoro
I cambiamenti all'interno dell'organizzazione
Tempi stretti
Modifiche ai premi e ai bonus
Precarietà del lavoro
Mancanza di autonomia
Lavoro noioso
Competenze insufficienti per il lavoro
Supervisione eccessiva
Ambiente di lavoro inadeguato
La mancanza di risorse adeguate
Mancanza di attrezzature
Poche opportunità promozionali
Molestia
Discriminazione
Scarsa qualità del rapporto con i colleghi o con i capi

Motivi di stress negli ambienti lavorativi

Ambiente e Attrezzature: Condizioni fisiche di lavoro (illuminazione, rumore, clima, ecc.), problemi inerenti l’affidabilità, la disponibilità, l’idoneità, la manutenzione, l’obsolescenza o la riparazione di strutture ed attrezzature di lavoro, condizioni di sicurezza rispetto ai vari rischi esistenti;
Disegno del compito lavorativo: Lavoro ripetitivo, lavoro frammentato, mancata definizione di competenze e conoscenze necessarie a svolgere il lavoro, sottoutilizzo delle competenze individuali mancata conoscenza di scopi e processi;
Carico e ritmo di lavoro: Sovraccarico o sottocarico di lavoro, mancanza di controllo sul ritmo, tempo insufficiente per eseguire il compito, scadenze pressanti;
Orario di Lavoro: Lavoro a turni, orari di lavoro rigidi, imprevedibili, eccessivamente lunghi o che alterano i ritmi sociali, assenza di pause.
Contesto lavorativo
Organizzazione del lavoro: carenze di comunicazione, bassi livelli di sostegno per la risoluzione di problemi e lo sviluppo personale, mancanza di definizione degli obiettivi organizzativi;
Rapporti interpersonali: Isolamento fisico o sociale, rapporti limitati con i superiori, leadership non efficace, conflitti interpersonali, mancanza di supporto sociale;
Ruolo nell’organizzazione: Ambiguità e conflitto di ruolo, responsabilità non definite, scarso valore sociale attribuito al lavoro;
Sviluppo di carriera: Incertezza o blocco della carriera,bassa retribuzione, precarietà dell’impiego;
Controllo e Libertà decisionale: Partecipazione ridotta al processo decisionale, carenza di controllo sul lavoro (il controllo, specie nella forma di partecipazione rappresenta anche una questione organizzativa e contestuale di più ampio respiro);
Interfaccia Casa-Lavoro: Richieste contrastanti tra casa e lavoro, straordinario eccessivo, feie non godute, scarso appoggio in ambito domestico, problemi di doppia carriera, difficoltà di conciliazione tra vita privata e vita lavorativa.

Clicca su post più vecchi

Clicca          su       post più vecchi

Dona a chi impiega il suo tempo per gli altri con amore e altruismo. dona per alimentare il bene.

ATTENZIONE A TUTTI I SITI INTERNET

COMPRESO QUESTO...
ATTENZIONE Le informazioni contenute in questo sito(anche se selezionate con attenzione) come in tantissimi altri siti internet,sono di carattere informativo e generico, pertanto devono solamente essere usate a scopo didattico e NON per diagnosi su se stessi o su terzi, NON per scopi terapeutici, NON per automedicazione. In NESSUN CASO le informazioni presenti in questo sito si sostituiscono al parere di un medico. Pertanto si esortano i visitatori a rivolgersi IN OGNI CASO al proprio medico per avere dei pareri seri e professionali sul proprio stato di salute e sulle eventuali terapie da adottare. I gestori del sito non si assumono responsabilità per danni, di qualsiasi natura, che l'utente, attingendo le informazioni da questo sito, potrebbe causare a se stesso a o terzi, derivanti da uso improprio o illecito delle informazioni riportate in questo sito, o da errori e imprecisioni relativi al loro contenuto, o da libere interpretazioni, o da qualsiasi azione che l'utente del sito possa intraprendere autonomamente e disgiuntamente dalle indicazioni del proprio medico curante.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.