19 dicembre 2013

Con altruismo si indica la qualità (morale) di interessarsi al benessere dei propri simili.








Con altruismo (dal latino alter let. altro) si indica la qualità (morale) di interessarsi al benessere dei propri simili. Questo concetto è applicabile sia nella biologia che nella psicologiasociologiaantropologia e filosofia. Il concetto opposto è l'egoismo.
In generale con questo termine viene espresso l'interesse dimostrato nel benessere, sia nel senso della sopravvivenza che in quello della qualità della vita, dei membri della propria specie o perfino di altre specie. Normalmente questo viene considerato come una qualità chiaramente positiva, perché migliora indirettamente le proprie possibilità di sopravvivenza e benessere. Se applicata agli umani viene considerata una qualità morale.
L'altruismo può esistere tra pari, in forma di collaborazione per un mutuo vantaggio, ad esempio nella caccia, o può essere gerarchico, prendendo una forma simile al paternalismo, ad esempio genitori che nutrono e crescono i figli.
Spesso però viene considerato vero altruismo solo quello disinteressato, che non si basa sul principio del do ut des ("do affinché sia ricambiato"). Applicato agli umani in contesto morale, viene inteso soprattutto in questo secondo senso. Ad esempio, gli aiuti umanitari sono una forma di altruismo.
Secondo alcuni sociologi non esiste un altruismo totalmente disinteressato, in quanto un beneficio (non materiale) del donatore potrebbe sempre essere individuato: si pensi alla gratificazione, alla cessazione da empatia, all'autorealizzazione e all'appagamento del senso di giustizia.
http://it.wikipedia.org/wiki/Altruismo

Altruismo

Dizionario di Medicina (2010)
altruismo Meccanismo di difesa per cui il soggetto affronta i conflitti emotivi o i fattori stressanti dedicandosi a soddisfare i bisogni del prossimo. A differenza del sacrificio – spesso acuto – di sé stessi che caratterizza talora la formazione reattiva (➔), nell’a. il soggetto riceve una gratificazione e un miglioramento della stima di sé o in modo sostitutivo (ossia rinunciando a un desiderio vissuto come angoscioso o inaccettabile e sostituendolo con l’autogratificazione che deriva dal dimostrare abilità e competenze non comuni necessarie nell’aiutare gli altri, o nel condividere le loro difficoltà, ecc.), o tramite la risposta che riceve dagli altri.

Nessun commento:

Posta un commento

Questo post ti ha dato informazioni utili ?
Un tuo commento mi aiuta a migliorare e nel proseguire la mia Mission.
Ti ringrazio inoltre se vorrai iscriverti nel mio blog e condividere questo articolo nei tuoi social.

Clicca su post più vecchi

Clicca          su       post più vecchi

Dr. David Cardano - Come eliminare pensieri e emozioni negative, il qui e ora

COME ELIMNARE I PENSIERI E LE EMOZIONI NEGATIVE Ho conosciuto e incontrato centinaia di persone nel mio lavoro e ad oggi come dottore in psi...

Macrolibrarsi

Scrivi a Raymond Bard @: raymondbard@hotmail.it

Nome

Email *

Messaggio *