19 gennaio 2014

IL senso della meraviglia, un forte stimolo all'apprendimento - La catena della meraviglia di Raphaël Seth Taylor

La catena della meraviglia di Raphaël Seth Taylor
Perché l'esperienza abbia rilevanza didattica, è necessario riflettere sul rapporto tra la sorpresa e la spinta all'indagine scientifica.
L'illusionismo può essere considerato una forma di ingegneria della meraviglia. Questa emozione viene innescata da uno stimolo che viola le aspettative, e nasce quando assistiamo a qualcosa che appare incoerente con il nostro modello di realtà.
A seconda del contesto in cui tale violazione avviene, le reazioni possono essere diverse: un animale che spunta all'improvviso mentre stiamo guidando di notte ci farà paura, mentre una festa a sorpresa produrrà più probabilmente sensazioni positive; la reazione immediata è legata al valore emotivo della violazione.
A sua volta, la durata della meraviglia è proporzionale alla rilevanza dell'esperienza stuporosa nel contesto delle nostre credenze: se è poco rilevante, può indurre un sentimento di apatia, mentre se è in gioco qualcosa di più importante, le sensazioni possono andare dalla semplice curiosità al vero interesse, fino all'ossessione.
Trascorso l'attimo di stupore, è spontaneo che la nostra mente si attivi per "risolvere" razionalmente la violazione: tale attivazione dà il via a un percorso di riflessione per cui si dovrà mettere in conto un più o meno grande sforzo intellettuale.
Questa "catena della meraviglia" ricalca un modello proposto da Raphaël Seth Taylor, che ha usato una serie di frecce per descriverlo:
Lo stimolo iniziale può generare percorsi ad altezze diverse e produrre risultati differenti, che vanno dalla mera frustrazione a un vero e proprio "cambio di paradigma". Come scrive Taylor:
Figure diverse mirano a percorsi diversi attraverso questa catena. I prestigiatori puntano ad accompagnare gli spettatori dalla violazione di un'aspettativa fino alla meraviglia, disinteressandosi dei passaggi successivi. Il loro obiettivo è di indurre tale emozione e aiutare a esperirla. Al contrario gli insegnanti sono concentrati sull'obiettivo dell'apprendimento, e a volte addirittura sull'indurre un cambio di paradigma. Per raggiungerli, è necessario calibrare il giusto grado di rilevanza con il giusto livello di sforzo richiesto: uno sforzo troppo modesto potrebbe non essere sufficiente a lasciare traccia nella memoria degli studenti, e al contempo la richiesta di uno sforzo eccessivo potrebbe ostacolarli nel processo di apprendimento. L'obiettivo è di condurre gli studenti attraverso il percorso della meraviglia violando le loro aspettative attraverso esperienze interessanti. (1)
Altri divulgatori hanno individuato, nel senso della meraviglia, un forte stimolo all'apprendimento; non a caso uno dei maggiori divulgatori matematici del XX secolo è stato Martin Gardner, scrittore prolifico ma anche affermato illusionista.
Tratto da:http://www.marianotomatis.it/blog.php?start=156

Nessun commento:

Posta un commento

Questo post ti è stato utile?
Mi aiuteresti a far Crescere questo Blog ?
Puoi Commentare , Condividere e anche fare una piccola Donazione


Clicca su post più vecchi

Clicca          su       post più vecchi

VEDI TUTTO IN VERSIONE WEB

VEDI TUTTO IN VERSIONE WEB

INTEGRATORI

BENESSERE

Macrolibrarsi

Scrivi a Raymond Bard @: raymondbard@hotmail.it

Nome

Email *

Messaggio *

POST PIÙ POLOLARI DEGLI ULTIMI 7 GIORNI