Visualizzazione post con etichetta SESSO. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta SESSO. Mostra tutti i post

27 settembre 2012

Come stimolare il testosterone naturalmente senza farmaci inutili


Principi attivi ad attività stimolante la secrezione  del testosterone
In natura esistone alcune sostanze capaci di agire nel nostro organismo stimolando e ottimizzando la produzione di testosterone.
In maniera perfettamente naturale grazie alle sostanze che tra poco vi spiegherò si potrà ottenere svariati vantaggi sia per quanto riguarda la costruzione muscolare e la performance fisica, non chè particolari vantaggi dal punto di vista sessuale…………
Tribulus Terrestris
Il Tribulus Terrestris è un estratto vegetale utilizzato fin dall’antichità per le sue  proprietà afrodisiache, sia per l’uomo che per la donna.
Il principio attivo di questo vegetale si chiama protodioscina, una saponina steroidea di tipo furostanolico, che viene  convertito nell’organismo in DHEA (dehydro-epi-androsterone)
I principali effetti sono rappresentati dall’importante incremento nella produzione endocrina di alcuni ormoni strategici ai fini dell’aumento della massa muscolare e del desiderio sessuale: l’ormone luteinizzante (LH) ed il testosterone. L’LH ha la caratteristica di incrementare direttamente i livelli endogeni sia del testosterone che dell’ormone della crescita (GH).
Naturalmente questa aumentata produzione endogena, realizzata in maniera naturale, degli ormoni non ha lo stesso effetto di una loro supplementazione farmacologica, ed è totalmente priva dei loro pericolosi effetti collaterali.

Sintetizzando brevemente le proprietà del Tribulus Terrestris , si sono notati sperimentalmente i seguenti effetti:

  • aumento della produzione di spermatozoi
  • aumento dei numero delle cellule del Sertoli
  • aumento dei tempo di sopravvivenza degli spermatozoi
  • aumento della libido
  • aumento dell’LH
  • aumento del testosterone

Per potenziare l’effetto positivo sul testosterone è certamente utile proporre una sinergia tra vari elementi che ne stimolino sia la secrezione sia il veicolamento.
Perciò ci aspetteremo i migliori risultati se insieme con il Tribulus Terrestriscureremo l’alimentazione e forniremo al corpo gli altri strumenti del metabolismo, come ad esempio lo zinco, il fieno greco, estratti vasoattivi ed arginina.

     Acetil l-carnitina (ALC)
 E’ il derivato acetilato dell’aminoacido L-Carnitina.
E’ una forma di carnitina più attiva, è assorbita più efficacemente. Passa più facilmente attraverso le membrane cellulari ed è utilizzata nei mitocondri in modo più efficiente.
  • Mantiene efficace il metabolismo cellulare
  • Migliora le capacità cognitive
  • Riduce i sintomi da depressione
  • Ritarda la degenerazione cognitiva in pazienti malati di Alzheimer
  • Migliora la circolazione cerebrale
  • Ottimizza la produzione naturale di testosterone
  • Ha proprietà anticataboliche 
Se ALC viene assunta insieme all’acido R-lipoico, secondo tre studi recentemente pubblicati dal Dr Ames e una équipe di ricercatori dell’università di California-Berkeley, questa combinazione ringiovanisce i ratti anziani e potrebbe avere gli stessi effetti su gli esseri umani che invecchiano. Dopo un mese di supplementazione, i vecchi ratti letargici erano divenuti pieni di brio. Questo equivale a fare sì che una persona dai 75 agli 80 anni agisca come una persona di età inferiore.

Diversi studi hanno dimostrato che l’ALC ha incrementato la concentrazione di GnRH nell’ipotalamo (l’ormone rilasciante le gonadotropine) di ratti in vivo, ma non in vitro, incrementando conseguentemente il rilascio di LH (ormone luteinizzante) . Uno studio in particolare ha investigato questo meccanismo di azione neuroattiva sottoponendo alcuni ratti a 2 diversi tipi di stress per un periodo di 10 giorni integrando la loro alimentazione con 10mg/day di ALC; al termine sono stati analizzati i valori di GnRH, beta-endorfina e testosterone. Nei ratti che avevano assunto l’ALC si è riscontrato un minor calo di testosterone che di GnRH e una diminuzione dei livelli di beta-endorfina ipotalamica, prevenendo l’effetto antiriproduttivo di entrambi gli stressor 11 . Il meccanismo è presumibilmente attivato dal gruppo acetilico che, una volta staccatosi dalla L-carnitina, va a legarsi agli oppiodi endogeni (betaendorfina e simili) inattivandoli. È noto che alti livelli di betaendorfina inibiscono il rilascio di GnRH. Gli oppiodi sono però essenziali da un lato a contenere a livello celebrale il senso di appagamento, resistenza alla fatica e il dolore, dall’altro un loro eccesso induce senso di frustrazione e ottundimento (e quindi minor resa cerebrale e quindi anche sportiva, nel senso di “determinazione”).
Da un altro studio è emerso che la somministrazione di ALC (2 g/day) per 6 settimane a pazienti affetti da amenorrea ipotalamica ha indotto un considerevole aumento della secrezione di LH; 20 soggetti sono stati inizialmente suddivisi in due gruppi a seconda dei loro valori di LH plasmatici, 10 ipogonadotropici, LH < 3mIU/ml e 10 normogonadotropici LH > 3mIU/ml. Al termine dello studio i pazienti ipogonadotropici hanno mostrato un significante incremento dei livelli di LH, da un minimo di 0.9mIU/ml ad un massimo di 3.5mIU/ml, insieme ad un incremento dei valori di estradiolo e PRL (prolattina, un altro ormone ipotalamico). Meno marcate invece, per non dire nulle, le differenze riscontrate nei pazienti normogonadotropici, che dopo 6 settimane di somministrazione di ALC non hanno ottenuto alcuna variazione della concentrazione plasmatica di ormone luteinizzante.
Questi studi sembrano dare un senso ancora diverso all’utilità dell’ALC in quanto è noto che allenamenti molti intensi generino inequivocabilmente alti livelli di cortisolo e quindi possibili cali del rapporto testosterone/cortisolo; tengo a precisare che il rapporto tra questi due ormoni (T/C) è di fondamentale importanza per valutare lo stato di un atleta proprio nei periodi più duri d’allenamento dove lo stress psicofisico è al massimo: in questi frangenti l’ALC potrebbe metterci una pezza, assicurando un pieno recupero nei tempi previsti e un vantaggio, come detto poco sopra, anche di tipo “mentale”.

Zinco
 Lo zinco è un minerale essenziale presente in tracce nel nostro organismo; si trova in tutti i tessuti, ma la maggior parte dello zinco presente nel nostro corpo è localizzata nelle ossa e nei muscoli. Svolge diversi ruoli, infatti, oltre 60 enzimi richiedono lo zinco per essere attivati.
Le fonti principali di questo elemento sono i frutti di mare (in particolar modo le ostriche), carne, pesce, funghi, cacao e il tuorlo d’uovo; l’assorbimento intestinale mediamente non supera il 30%, ma alcune sostanze (presenti in particolar modo negli alimenti ricchi di fibre) possono addirittura impedirlo.
La presunta efficacia della supplementazione di zinco per gli sportivi parte dal presupposto che lo stress può alterare il suo metabolismo e quindi indurne carenza. È anche utilizzato per l’attività immunostimolante . La carenza di zinco si manifesta con diminuzione dei linfociti e lesioni della pelle con infezioni secondarie. Se poi la carenza diventa cronica, si hanno disturbi dell’accrescimento e della sessualità.

È coinvolto in diverse funzioni corporee:

  • Aumenta la fertilità
  • Promuove la salute della prostata
  • Ritarda l’invecchiamento
  • È efficace contro il diabete.
  • Aumenta l’energia sessuale
  • Migliora le difese immunitarie

Lo zinco gioca un ruolo fondamentale per l’apparato riproduttore; basti pensare che l’uomo perde circa il 20% del contenuto totale di zinco nell’organismo con il liquido seminale.
In alcune indagini condotte per identificare le cause di infertilità maschile, tra i fattori considerati è stata evidenziata la carenza di specifici micronutrienti, tra i quali lo zinco.
Tra i sintomi clinici di carenza di zinco sono stati osservati la riduzione della spermatogenesi e distrubi della fertlità.
Studi clinici:

In alcuni studi condotti la supplementazione di zinco ha mostrato la capacità di incrementare la conta e la motilità spermatica nei soggetti trattati.
Gli effetti della carenza di zinco, furono testati in otto soggetti maschi.
Questo studio ha dimostrato che la resistenza muscolare e la totale capacità di lavoro, declinano rapidamente con una carenza di zinco ed il grado di declino è correlato alla riduzione della concentrazione plasmatica di questo minerale.
Altri studi hanno dimostrato invece che:
Esami ed analisi effettuate su un campione significativo di persone, hanno rilevato che solitamente l’organismo (soprattutto negli atleti), ha scarse quantità di zinco e che la supplementazione di zinco può elevare del 30% il livello del testosterone.


Andropique  (Fieno greco)

Nella tradizione indiana il Fieno Greco è utilizzato, oltre che come alimento e come spezia, anche a scopo curativo; la pianta, infatti, è nutriente, ricostituente e stimola la digestione.
A tutto ciò si aggiungono oggi anche altri impieghi nel campo più specificamente fitoterapico.
Le proprietà biologiche delle saponine furostanoliche contenute nei semi del Fieno Greco ne fanno un ottimo adattogeno e anabolizzante naturale. I suoi componenti possono essere particolarmente utili nei momenti in cui l’organismo va incontro a cambiamenti anche profondi, come ad esempio la menopausa, l’andropausa e la convalescenza.
Il fieno  greco e’ costituito da saponine che sono dei complessi glicosidici presenti in diversi tipi di piante commestibili e non commestibili.
Ogni saponina è costituita da uno zucchero e da una parte chiamata sapogenina,che rappresenta l’aglicone.
La sapogenina può essere uno steroide o un triterpene e la parte zuccherina può essere glucosio, galattosio, un pentoso o un metilpentoso.
La presenza di particolari sostanze steroliche nei semi di Fieno greco fu evidenziata per la prima volta nel 1919 e successivamente confermata da diversi studi successivi, che misero in luce la presenza di diosgenina, gitogenina, e di tracce di tigogenina.

Le saponine furostanoliche:

  • Sono potenzialmente utili nell’aumento della massa magra durante l’accrescimento,
  • Possono fornire un valido supporto nutritivo nell’alimentazione dei pazienti diabetici,
  • Gli effetti anabolici delle saponine furostanoliche possono essere sfruttati per aumentare la massa e la forza muscolare, con conseguente miglioramento della performance.
  • Le saponine titolate contenute nel Andropique esercitano un effetto rinvigorente e stimolante la secrezione del testosterone

In uno studio clinico una preparazione ricca in saponine furostanoliche ha dimostrato proprietà immunostimolanti e stimolatoria dell’ormone luteinizzante (Luteinizing Hormone LH), con aumento dei livelli di testosterone e della spermatogenesi.

Maca Andina (Lepidium Meyenii)

La maca (Lepidium meyenii) è un tubero originario della regione delle Ande Peruviane. Grazie alle sue carattestiche nutrizionali ( ricchezza di aminoacidi e vitamine) e alla sua capacità di crescere alle altitudini, lo hanno reso una fonte molto importante di sostentamento per le popolazioni andine.
Inoltre fin dall’antichità è stata utilizzata come rimedio fitoterapico a numerose patologie.
Nel maca, inoltre, sono contenute altre sostanze, di tipo alcaloide, che sono in grado di agire a livello dell’asse ipotalamo-ipofisi. Questo giustificherebbe l’azione stimolante sulle ghiandole surrenali attribuita al maca ed il relativo effetto energizzante e stimolante.
Secondo alcuni recenti studi sembra che il maca sia inoltre in grado di stimolare nelle gonadi ( ghiandole sessuali) ed in altre ghiandole la produzione di ormoni, oltre ad esercitare un effetto regolatore sugli organi interni di secrezione, quali il pancreas, l’ipofisi, ed appunto, le ghiandole surrenali. Le popolazioni andine, hanno da sempre attribuito al maca proprietà da noi oggi definite come “adaptogene“, vale a dire migliorative nei confronti dell’adattabilità del nostro corpo nei confronti delle differenti situazioni di stress. A tal proposito, il maca può venire in aiuto del nostro organismo nei momenti di difficoltà, al fine di ripristinare quella condizione di equilibrio tipicamente definibile col termine di “omeostasi”.
Le proprietà che hanno di recente reso famoso il maca anche nel mondo occidentale rimangono comunque quelle rivolte all’incremento della resa durante la prestazione sessuale. Queste sembrano derivare dalla capacità degli steroidi contenuti nel maca di normalizzare la presenza degli ormoni steroidei prodotti naturalmente dal nostro corpo (testosterone, progesterone) ed anche degli estrogeni, prevenendo in tal modo tutti i graduali cambiamenti e gli squilibri che intercorrono con il progredire dell’età.
Tali proprietà furono per la prima volta empiricamente osservate dai colonizzatori spagnoli quando, in epoca successiva al loro sbarco, venne notato un decremento della fertilità dei cavalli purosangue importati dall’Europa. Questo problema fu ottimamente risolto somministrando agli animali, assieme alla normale razione giornaliera, anche delle radici di maca.
Sperimentazioni cliniche condotte su animali in epoca recente hanno più volte dimostrato come nei ratti, nelle cavie, nei maiali, negli ovini e nei bovini la somministrazione di maca si accompagni ad un miglioramento della fertilità nonché ad un incremento del volume di sperma prodotto e del numero di spermatozoi in esso contenuto. Sono attualmente in corso numerosi studi per verificarne il meccanismo d’azione e per attestare se l’effetto sull’uomo sia da considerarsi conseguenza dell’azione degli steroli, degli isotiocianati o dei glucosinolati. Un’ipotesi possibile, ma ancora da dimostrare, potrebbe comprendere un’azione rivolta al miglioramento della circolazione a livello dei vasi responsabili della risposta erettile. Più semplicemente, l’effetto potrebbe essere dovuto ad un generale incremento dell’energia, della vitalità non accompagnato da un parallelo aumento di nervosismo (nel maca non sono presenti, ad esempio, sostanze quali la caffeina), aspetto questo che potrebbe avere una certa influenza sulla libido e sul livello delle prestazioni sessuali.

23 agosto 2012

AUMENTARE IL DESIDERIO FEMMINILE IN POCHE MOSSE

Aumentare il desiderio sessuale Femminile



Ecco alcuni consigli per sollevarsi da questo problema purtroppo molto diffuso:


 


-    Novità nel rapporto sessuale, nuovi stimoli, giochi, complicità.
-    Sforzo mentale nel ritrovare il desiderio
-    Utilizzo di integratori naturali per aumento libido
-    Aiuto da parte del partner senza rendere la situazione troppo stressante e non sforzare il rapporto


Novità nel rapporto sessuale, nuovi stimoli, giochi, complicità


Il modo migliore per far tornare il desiderio sessuale è quello di trovare nuove emozioni e nuovi stimoli. Qui occorre molta complicità con il partner e voglia di fare qualcosa di nuovo. Prova a comprare qualche giocattolo erotico, o a studiare qualche posizione nuova. Esistono molti siti con diversi consigli interessanti. Bisogna far funzionare la fantasia e trovare qualche idea piccante nuova.


Sforzo mentale nel ritrovare il desiderio


Bisogna aver voglia di cambiare le cose per cambiarle veramente. Non arrendersi, sforzarsi mentalmente, seguendo il primo punto che abbiamo appena trattato.


Utilizzo di integratori naturali per aumento della libido


Specifichiamo integratori naturali, e non farmaci. Molti integratori in commercio possono aumentare la libido femminile. I più famosi e più efficaci sono composti da erbe conosciute per l’effetto afrodisiaco nella donna e sono:
Il  la Maca il Tribulus ,l'epimedium  il ginseng  sono molto efficaci per l’aumento della Libido femminile. 
Queste erbe si trovano nelle migliori erboristerie.

Aiuto da parte del parner


Il partner deve aiutare la propria compagna senza costringere o rendere stressante una situazione già di per se delicata. Il desiderio sessuale non va ricercato con forza, ma con amore e pazienza. I cali di desiderio sono normali nella donna.


Modificare lo stile di vita:

 1. Il primo e più importante è avere un sonno adeguato almeno 8 ore, e che dà il corpo il tempo di recuperare, riparare se stesso,produrre ormoni.

2. Idratazione cellulare: Bere almeno 8 bicchieri al giorno, è una delle migliori fonti di energia che ti rende attiva tutti i giorni così come contribuirà a rendere il bagliore della pelle. 


3. Assumere erbe naturali  per aumentare le prestazioni  psicofisiche e sessuali
4. L'esercizio fisico (personalizzato e calibrato)è utile in quanto rende efficiente  la circolazione sanguigna,aumenta gli ormoni sessuali, la contrazione vaginale,la tonicità,l'autostima e la libido


5. La meditazione è anche una cosa che si può prendere. Ciò contribuirà a calmare il sistema nervoso ed è utile per migliorare le prestazioni in tutti i settori della vita.

 

21 luglio 2012

COME SCOPRIRE LA LUNGHEZZA DEL PENE DI CHI VI STA' DI FRONTE... AUTOREVOLE STUDIO CON IL COMMENTO DEL RICERCATORE SVEGLIO RAYMOND BARD

misure
  Vi presento ancora una volta  un grande studio  pubblicato in famosi giornali.
Le solite mezze verità !!!! 
Certamente i poco informati credono a tutto!!!
Alcuni ricercatori sudcoreani sostengono di aver finalmente scoperto il metodo per intuire le misure maschili del pene: si tratta del rapporto che lega la lunghezza delle dita della mano destra. Un nuovo studio pubblicato sull'Asian Journal of Andrology dice che il pene è tanto più lungo quanto più è corto l'indice rispetto all'anulare.
 
"Secondo i nostri dati ... quanto più è corto il vostro indice (il secondo dito della mano partendo dal pollice) rispetto all'anulare (il quarto dito), tanto più è lungo il vostro pene in erezione" ha scritto Tae Beom Kim del dipartimento di Urologia del Gachon University Gil Hospital presso Incheon, Corea del Sud, rispondendo alla Reuters.
 
I ricercatori della Gachon University di Incheon hanno studiato 44 adulti sopra i 20 anni sottoposti a chirurgia urologica. Un ricercatore ha misurato l'indice e l'anulare della mano destra di ogni paziente. Un altro ricercatore ha quindi misurato la lunghezza a riposo e in erezione del pene di ogni paziente.
 
I ricercatori "suggeriscono che il rapporto tra le dita può predire la dimensione del pene in età adulta e inoltre che i livelli del testosterone prenatale possono in parte spiegare le differenze nella lunghezza del pene in età adulta".
 
Probabilmente il primo effetto di questo è che molti uomini passeranno la giornata a guardare la propria mano destra.

Conclusioni di Raymond ricercatore scientifico: 
1) lo studio è stato effettuato solo su 44 persone.
2) le persone si trovavano all'interno di un reparto urologico per problemi o anomalie sessuali.
3)I soggetti campioni erano della stessa razza.
4) Il testosterone,la quantità di massa magra,l'etnia, di ogni uomo ha effetti più marcati sulle dimensioni dei genitali.
Mi sorprendo come alcuni giornali autorevoli pubblichino alcuni studi!!!
Raymond Bard coach life

Consigli per avere successo e fare conquiste senza sforzi con l'altro sesso

L’estate è la stagione degli amori lampo e delle avventure passionali e poco durature.

 Uomini e donne, ormai, non percepiscono più negativamente il flirt estivo e quasi più nessuno giudica moralmente sconveniente l’abbandonarsi ad una passione fugace per puro divertimento, senza pensare al futuro e alla nascita di una storia seria.
 
Spensieratezza, divertimento e godimento delle gioie della vita sono le parole d’ordine dell’estate. Se anche voi partite per le vacanze con la mente aperta verso nuovi incontri e verso possibili amori spensierati, ecco 10 consigli per avere successo e fare conquiste senza sforzi.
 
  1. Il Sorriso. Il sorriso è un cenno di apertura verso l’altro che ci fa entrare immediatamente in contatto con chi ci sta di fronte. Ragazzi e ragazze: sorrisi a volontà!
     
  2. L’occhiolino. Come il sorriso, anche l’occhiolino è un modo simpatico di entrare in contatto con l’altro. Abusatene pure, ma sempre comunicando simpatia e mai volgarità.
     
  3. Lo sguardo. Se siete in spiaggia e qualcuno vi “intriga”, puntate sullo sguardo e sul contatto occhi-negli-occhi.
     
  4. I complimenti. Sia le ragazze che i ragazzi amano essere “corteggiati” con complimenti e parole dolci. Cercate però di non essere troppo smielati e di non fare i simpatici a tutti i costi.

  5. La prima mossa. Non è detto che debbano essere i ragazzi a fare la prima mossa. Ragazze, siate intraprendenti e non sentitevi in imbarazzo! Un flirt può iniziare anche da una chiacchierata in spiaggia o da un drink insieme al bar.
     
  6. La spontaneità. Essere se stessi è la regola da non dimenticare mai: la spontaneità premia sempre.
     
  7. Il contatto fisico. Il contatto fisico è qualcosa che viene naturalmente, senza forzature, in modo da non creare imbarazzi o fraintendimenti.

  8. La voce. Flirtare è un’arte e non tutti sono degli esperti nel campo. Uno dei trucchi più efficaci è l’uso strategico della voce. Sussurri, approccio sicuro, dolcezza, ogni cosa ha il suo tempo e le sue ragioni.
     
  9. Il divertimento. In estate il divertimento deve essere il vostro primo pensiero. Uscite, andate in spiaggia, bevete un drink, fate sport: la “preda” giusta potrebbe essere dove meno ve lo aspettate.
     
  10. No allo stress. Non imbarcatevi in situazioni pesanti e difficili da gestire ma prendete tutto alla leggera... se proprio sono rose, fioriranno comunque!

Lucia D'Addezio

06 giugno 2012

WILHELM RIICH L'ENERGIA VITALE ESISTE

WILHELM RIICH  L'ENERGIA VITALE ESISTE

Le ricerche di Wilhelm Reich sono state essenziali per la comprensione delle caratteristiche della Forza Vitale o Energia Psichica. Egli riconobbe che questa Forza od Orgone, come la chiamò, segue i principi dell'entropia negativa. Prima di proseguire chiariremo cosa è l'Entropia. Questo termine appartiene alla Fisica. I fisici hanno osservato che due sistemi energetici di differente potenziale, una volta messi a contatto, tendono a bilanciare il loro potenziale, a renderlo uguale. Questo processo è noto come: bilanciamento dell'entropia. Per capirci, se mettiamo un oggetto caldo in contatto con un freddo, dopo un po' di tempo tutti e due avranno la medesima temperatura, uno si raffredderà, mentre l'altro si scalderà. L'Energia Vitale agisce nel modo opposto. Se poniamo un oggetto carico di Forza Vitale a contatto con uno che ne scarseggia, quest'ultimo ne verrà ulteriormente impoverito. La seconda osservazione che fece Wilhelm Reich fu la seguente: la materia organica attrae e conserva l'Energia Vitale o Energia Orgonica, mentre i metalli la attraggono e subito dopo la rilasciano. In base a questi due principi costruì i suoi accumulatori orgonici. Un accumulatore orgonico è una scatola con al suo interno strati alternati di materiale organico e materiale metallico. Lo strato più esterno è composto da materiale organico, quello più interno da materiale metallico. Come conseguenza abbiamo un flusso continuo di energia orgonica dall'esterno verso l'interno di esso. La Forza Vitale all'interno dell'accumulatore diviene sempre più potente e ciò è misurabile con un termometro, che mostra un innalzamento della temperatura interna. Questo fatto contraddice la Legge dell'Entropia. In base alla Seconda Legge della Termodinamica, l'interno dell'accumulatore dovrebbe avere la medesima temperatura dell'esterno. Sempre il Reich fece un'altra importante osservazione: un elettroscopio si scarica più velocemente in un ambiente saturo di Energia Orgonica e ciò gli permise di misurare la potenza di questa energia. Se mettiamo insieme le caratteristiche dell'Energia Vitale e il fatto che l'interno dell'accumulatore è più caldo dell'esterno, dobbiamo postulare che esiste un'interfaccia tra lo Spazio - Tempo che descrivono i fisici e l'Energia Vitale. Wilhelm Reich era un medico. Fu normale che usasse l'Energia Orgonica per guarire la gente. Si attirò così le ire dei tradizionalisti, con le solite conseguenze. Egli usò anche le sue scoperte per costruire macchine che chiamò: " Togli Nuvole ". Le usò per influenzare il tempo meteorologico creando o distruggendo le nuvole. ( Spiegazione e disegno della macchina ). Scoprì un tipo di Energia Orgonica che definì : Stagnante. La chiamò: Energia Esaurita ( Deadly Orgone DOR in inglese ). Usò questa macchina per distruggere nuvole di DOR ostili all vita. Nei 40 anni seguenti non accadde nulla di nuovo nel campo della scienza orgonica. Maghi come Israel Regardie capirono che la comprensione della scienza orgonica sarebbe stata utile negli studi di magia. Raccomandò infatti, nell'introduzione al manuale della Golden Dawn ( una società misterica inglese ), di studiare il lavoro del Reich. Aveva avuto una buona intuizione ma, essendo un tradizionalista, fu incapace di accettarne le conseguenze, non riuscendo a liberarsi dalla cappa impostagli dai suoi stessi principi tradizionalisti. La stragrande maggioranza dei seguaci del Reich poi si accontentò di costruire accumulatori orgonici e cancella nuvole, non riuscendo a capire i nuovi campi di azione creati dal genio del medico tedesco.

Ansia da prestazione - L'uomo in difficoltà

Ansia da prestazione - L'uomo in difficoltà


ansia da prestazione
 
 
Ormai è stata rimpiazzata dall’ansia da super-prestazione che colpisce il 40% degli italiani. Ecco quello che emerge dai recenti studi discussi durante il XIV Congresso europeo della Society for Sexual Medicine in corso in questi giorni a Milano.
Insomma sembra che l’ansia da prestazione non solo si sia aggravata ma che colpisca anche sempre più uomini: il 35% degli italiani è convinto che siano le donne oggi a guidare le relazioni e il 40% non si sente adeguato a rispondere alle aspettative di chi lo vuole contemporaneamente marito perfetto, amante straordinario e padre premuroso.
Il professor Francesco Montorsi, docente ordinario di Urologia all’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano ha spiegato: “La sessualità è profondamente cambiata proprio perché è il risultato di una complessa interazione tra fattori biologici, psicologici, socio-economici, culturali, etici e religioso/spirituali. I ruoli di genere non sono più chiaramente definiti e si è modificato l’equilibrio delle relazioni”.

I dati sono emersi da un’indagine internazionale che è stata svolta su un campione di 4.409 volontari dai 18 ai 75 anni. Lo studio ha coinvolto Italia, Germania, Canada e Brasile e ha tenuto conto degli aspetti climatici, geografici e sociali dei diversi paesi.

Secondo i 2.000 esperti riuniti al Congresso, uno dei problemi più gravi che affligge la sessualità ‘moderna‘ è la banalizzazione dei disturbi sessuali che sempre con maggiore frequenza colpiscono gli uomini. Il professor Montorsi ha dichiarato: “Le difficoltà di ordine psicologico riguardano soprattutto i più giovani e possono dare origine a un problema permanente. Non dobbiamo banalizzarle ma intervenire per evitare che diventino croniche”. Durante il Congresso europeo si è discusso in particolare del problema sessuale più diffuso: la disfunzione erettile. Nel mondo, infatti, sono oltre 152 milioni le persone che soffrono di questo problema sessuale e più di 3 milioni solo in Italia. Il professor Montorsi ha commentato: “I farmaci rappresentano una delle opzioni a disposizione, ma la percentuale di uomini che affronta l’argomento con il medico per cercare una soluzione resta scarsa: in Italia solo il 17% si rivolgerebbe allo specialista dopo un episodio di disfunzione erettile”.

COME FARE SESSO AL MASSIMO - Esercizi di Kegel, cosa sono e come si fanno

COME FARE SESSO AL MASSIMO - Esercizi di Kegel, 

cosa sono e come si fanno





Ecco un'altra piccola chicca per rendervi professionisti del sesso! siete davvero certi di sfruttare al meglio le potenzialità del vostro corpo? Se sì, conoscerete sicuramente gli esercizi di Kegel. Arnold Kegel, un ginecologo di Los Angeles, ideò inizialmente questa serie di esercizi con l'obiettivo di tonificare la zona pelvica, sia maschile che femminile, per eliminare o alleviare i problemi di incontinenza. Effettivamene questi esercizi rendono più tonico e forte il muscolo pubococcigeo, principale responsabile della minzione. Ma, indovinate un po'? Le donne a cui venivano prescritti gli esercizi, in particolar modo le donne, oltre a riscontrare miglioramenti nella patologia di cui soffrivano, tornavano dal dottor Kegel a ringraziarlo, spiegandogli che esercitando quelle fasce muscolari erano riuscite a raggiungere una maggior consapevolezza della forza della propria vagina e che attraverso la contrazione del muscolo pubococcigeo era possibile raggiungere orgasmi più intensi ed in minor tempo. E' proprio vero che non si finisce mai di imparare! Il controllo delle contrazioni vaginali durante il rapporto sessuale, è poi in grado di provocare grande piacere all'uomo, perchè offre la possibilità di alternare la sensazione di penetrare una vagina molto stretta alla sensazione di essere accolto in profondità con il proprio membro senza alcuna resistenza. Inoltre lei, quanto più riuscirà a stringere il pene che la penetra tanto più sarà in grado di sentirlo intensamente dentro di sè. Insomma, una donna che conosce la propria vagina è una donna che gode di più, ma anche che fa godere di più! Ma andiamo per gradi. Le contrazioni in cui consistono questi semplici esercizi sono, nella donna, le stesse che intervengono durante l'orgasmo. Per chi dovesse avere maggiori difficoltà ad individuare il pubococcigeo, e questo vale sia per i maschietti che per le femminucce, è sufficiente contrarre il muscolo che si usa quando si vuole trattenere la pipì. Fatto? Bene, quello è il muscolo da allenare, il muscolo dell'amore! Esercitarvi quotidianamente (potete ripetere le serie di contrazioni mentre siete in macchina, mentre fate la spesa, o nella sala d'attesa del dentista...ovunque) vi permetterà di far impazzire in vostro uomo e di padroneggiare in modo strabiliante i vostri orgasmi. Ma non è tutto! Cari maschietti, pensavate di averla scampata!
Ma la palestra dell'amore gioverebbe anche a voi! Le contrazioni di Kegel, infatti, rafforzando in muscolo pubococcigeo, aiutano l'uomo a trattenere e ritardare l'eiaculazione. Dunque, quanti di voi soffrissero di eiaculazione precoce o desiderassero offrire alla propria partner delle lunghe, lunghissime notti di fuoco dovrebbero iniziare subito ad allenarsi! Non è un bluff, contraendo e rilassando ripetutamente il muscolo in questione, che è lo stesso che usate per muovere il vostro pene quando è eretto, riuscirete a renderlo più forte ed ad aumentare il controllo sul vostro orgasmo...vedrete che non rimarrete delusi, e che anche la vostra donna noterà il cambiamento.
Come si fa un esercizio di Kegel?

Allenarsi è molto semplice.

PER LEI: il modo più banale di esercitarsi è contrarre la vagina, quindi rilassarla ripetendo il gesto per almeno 50-100 volte al giorno (ovvio che più ne fate e maggiori risultati otterrete). Quando ci si allena non si devono usare i muscoli dell'addome, delle gambe o i glutei.
Mettete la mano sull'addome quando contraete il muscolo pelvico. Se sentite che l'addome si muove, allora state usando anche questi muscoli. I muscoli delle gambe e quelli del sedere devono rimanere rilassati. Potete allenarvi in qualunque momento ed in qualunque luogo: sull'autobus, davanti alla TV, guidando, o, perchè no, durante un rapporto sessuale (contraete il muscolo pelvico per afferrare il pene del partner quindi rilassate). Un'altra tecnica d'allenamento, un po' più impegnativa, è quella del ranocchio: molto utile per fortificare il muscolo che circonda la vagina. Sdraiatevi sul pavimento con le gambe nella "posizione del ranocchio" (ginocchia piegate e le piante dei piedi l'una contro l'altra) e lasciate che i vostri muscoli addomiali e vaginali si rilassino. Immaginate poi le due pareti interne della vagina e cercate di farle avvicinare contraendo proprio come se doveste interrompere il flusso dell'urina. Non dovreste usare gli addominali, nè fare sì che le natiche si comprimano l'un l'altra. Per cominciare a riscontrare dei risultati vi dovrete allenare con continuità. In genere i primi cambiamenti si cominciano a rilevare dopo circa 3 settimane.

PER LUI: l'esercizio è praticamente identico. E' sufficiente contrarre il muscolo che va dal pene all'ano e che serve a trattenere la pipì o a muovere il pene quando è in erezione. Ripetere l'esercizio 50-100 volte al giorno. Vedrete che i vostri rapporti dureranno molto, molto di più...Buon lavoro!!!Se volete saperne di più vi consigliamo il libro della dottoressa Barbara Keesling "Come fare l'amore tutta la notte".

COME Individuare il Punto G - SAI COS'E' VERO ?

COME Individuare il Punto G  

Mentre la donna giace sul dorso, inserite uno o due dita nella vagina in modo da tenere il palmo della mano rivolto verso l’alto. Successivamente piegate leggermente le dita. Come detto in precedenza la parete sulla quale si trova il Punto G è una superficie rugosa, proseguite tra la vescica e la pelvi, li si trova un’area molto sensibile. Trovarlo è semplice, è di forma tondeggiante, è come una ghiandoletta, e se non lo trovi fai in modo che sia Lei (la diretta interessata) a guidarti. Non eccedere nella ricerca perchè è possibile che alla vostra partner la pressione esercitata dia fastidio, quindi cambiare stimolazione e rimandare alla prossima volta la ricerca del Punto G.
E un’avventura sessuale divertente e più piacevole da praticare….
Bene giunti a questo punto non posso fare altro che augurarvi una buona caccia al tesoro più ricco e godereccio che ci sia.
Come si può stimolare il punto G dalla propria partner durante il rapporto?
Per la maggior parte delle donne il punto G è collocato nella parete anteriore della vagina ad una profondità di circa 4-5 cm proprio dietro la localizzazione esterna della clitoride.
Il motivo per cui dico "la maggior parte delle donne" è che per alcune può essere differente.
Il punto G è grande appenaquanto una piccola monetina e quando stimolata propriamente si dilata un po' e cambia leggermente struttura.
Alla maggior parte delle donne sono necessari lunghi preliminari e  stimolazione sessuale prima che il punto G possa loro procurare piacere. Per alcune donne la stimolazione del punto G non è veramente un granché mentre per altre può condurre ad un orgasmo intenso l'intero corpo e perfino a stati alterati della coscienza.
E poi ci sono quelle donne che hanno eiaculazine femminile con la stimolazione del punto G.
Per tutto ciò la chiave sembrano essere preliminari prolungati ed una lunga stimolazione sessuale od un lungo rapporto. Quindi questo significa che devi essere capace di durare tanto a lungo quanto è necessario alla partner per avere un orgasmo del punto G durante il rapporto!
Le migliori posizioni a questo scopo sono quelle da dietro con lei sul suo stomaco (in questa posizione tu vuoi puntare il tuo pene contro la parete anteriore della sua vagina), lo stile a capretta (con te leggermente sopra di lei), lei sopra (lasciare che faccia lei) e con te inginocchiato e lei seduta con le sue gambe intorno alla tua vita, mentre tu l'afferri all'anca e la tiri mentre la penetri (il pene deve entrare con un angolazione all'insù per colpire il punto G).

Una variante per chi ha muscoli d'acciaio, e' quella con l'uomo disteso sulla schiena, e la donna inginocchiata di tergo, che si siede sul pene dell'uomo. Il punto G , verra' stimolato dalla unta del pene ad ogni colpo.

Guardare il sesso in coppia fa bene?

Guardare il sesso in coppia fa bene?
 
Ad unirci è stata l’attrazione fisica, l’empatia, una chimica inspiegabile che non ci faceva stare mai lontani. Assieme ci sembrava di spaccare il mondo e ci sembrava che lo stesso mondo ci invidiasse: per noi non c’erano regole se non quella di amarci liberamente.
Ci si chiede perché, poi, ad un certo punto, la coppia “standardizzi” i propri comportamenti in clichè scontati e a volte abitudinari. E’ chiaro che non si può vivere sempre una storia al massimo, come se fosse il primo giorno ma è altrettanto vero che diventare poco trasgressivi non giova alla salute della coppia. Siete “condannati” a casa tutte le sere perché il bimbo è piccolo e va a dormire alle nove? Piuttosto che stancarvi davanti a giornali e tv, per poi andare a letto senza salutarvi, provate a guardare assieme un film erotico in salotto.
Troppo trasgressivo? Bene, allora può fare al caso vostro: avete bisogno di una scrollata e magari un po’ di sesso libero e selvaggio può farvi risvegliare un po’ di passione sopita. I film erotici insistono molto- non avendo dei contenuti proprio “impegnati”- sull’aspetto visivo e magari, in questo momento, è proprio quello che vi manca.
Una coppia che guarda il sesso in un film può essere stimolata e la naturale eccitazione che vi deriverà dalla visione potrebbe farvi fare l’amore in modo travolgente. Chi l’ha detto che bisogna sussurrarsi sempre dolci parole e promettervi di amarvi all’infinito? Quello è scontato, mentre invece, la sorpresa del sesso è la mela del peccato da mangiare volta per volta, gustando ogni “morso” del vostro partner! 
 

Curiosita’ su costumi e pratiche sessuali nel continente africano

Curiosita’ su costumi e pratiche sessuali nel continente africano


I Boscimani (Africa australe atlantica) si differenziano dalle altre etnie africane per la conformazione anatomica del loro pene, che invece di essere lungo e cadente, caratteristica comune alle popolazioni africane, è corto e piccolo e anche quando non è in stato di erezione, è sempre dritto, come se in effetti lo fosse. Quando poi sono in attività sessuale, il loro pene diventa molto più grosso e turgido.

Le donne Bulungo (popolkazione di derivazione egizia) di questa setta si muovono solo se trasportate a spalla dagli uomini e toccano la nuda terra solo quando hanno voglia di accoppiarsi con qualche confratello che appartiene alla loro setta, il quale non ha alcuna possibilità di rifiutare la richiesta. Con grande arroganza esse allargano le gambe e ordinano agli uomini di possederle. Ogni confratello della setta ha come assistente una fanciulla, chiamata la vergine dei rimedi che diventa tale dopo una lunga cerimonia che prevede, tra l’altro, l’introduzione nella sua vagina di un amuleto che deve contenere due vermi prelevati da un cadavere in decomposizione. In questo modo essa assume poteri magici che userà con la preparazione di ogni genere di amuleti che diverranno operativi dopo che saranno entrati in contatto con i suoi organi genitali.

I giovani Cabrai (Togo) sono costretti a dimostrare un coraggio e una ferocia incredibili, prima di sottoporsi alla circoncisione. Durante la loro fanciullezza hanno avuto affidato un cucciolo di cane che cresce insieme a loro. Esso diventa il compagno di gioco e di avventura e li segue in tutti i momenti della loro vita. Si viene così a creare tra il cucciolo e il bambino un rapporto di solidissimo affetto. Raggiunto il tempo in cui i ragazzi devono dire addio a tutte le cose della loro fanciullezza, li si costringere ad uccidere il cane, compagno fedele della loro vita. E’ una prova di una crudeltà atroce ma non vi è nulla da fare, se il ragazzo Cabrai vuole passare alla nuova classe di età, deve per forza strangolare il cane, poi squartarlo, prendere il suo sangue e raccoglierlo in una pentola, dove verrà in seguito messa a cuocere la carne che dovrà essere mangiata dagli iniziandi senza alcuna esitazione.

La popolazione Cagga (pendici del Kilimangiaro) è famosa per la loro potenza sessuale; si dice di loro che in una sola notte riescono ad avere un enorme numero di rapporti con relativi orgasmi. I ragazzi circoncisi hanno un’ampia libertà sessuale ma devono prima sottoporsi ad una iniziazione crudele che comprende la resistenza al fuoco, al morso micidiale delle formiche e, qualche volta, alla legatura del pene e dei testicoli con una corda a cui vengono dati forti strattoni.

In Alto Volta le donne sposate possono avere tutti i rapporti adulterini che vogliono con i loro numerosi amanti, a patto però che questi si sottopongano ad una specie di lavoro forzato per il marito della donna infedele.

Le ragazze di Fon (Dahomey) hanno l’uso, a giorni alterni, di allungare le labbra della vagina. La pratica ha inizio a nove anni e continua fino a quindici. L’operazione viene eseguita dalla madre o dalle sorelle maggiori che cospargono le labbra della vagina con l’ugname che agevola l’allungamento che, alla fine può raggiungere anche i tre centimetri. La vagina così manipolata, produce, durante l’accoppiamento, un godimento più intenso perchè le labbra, allungate stringono il pene dell’uomo saldamente, facendo impazzire di piacere la coppia che è così portata ad avere molti rapporti sessuali

Nell’alta valle del Nilo, tra i Ganda, quando avviene la nascita di una coppia di gemelli, a differenza di altre popolazioni, il padre ne è felice e viene ammirato da tutti. Dopo la nascita ha luogo la cerimonia che prevede la rimozione di un fiore di banano, inserito nella vagina della donna che ha partorito i gemelli. Il marito deve riuscire, davanti a tutti, a far uscire il fiore dalla vagina soltanto con il suo pene in erezione. Se vi riesce è segno di grande augurio e deve accoppiarsi con la moglie che nel frattempo si è eccitata, davanti al villaggio plaudente.

Gli uomini della popolazione Kikuyu (Africa Orientale), una delle più importanti dell’Africa, sono rinomati per la soddisfazione sessuale che sanno dare alle loro donne. La causa è determinata dal loro pene che è circonciso soltanto nella parte superiore del prepuzio, mentre quella inferiore viene lasciata crescere pendente e ciò fa sembrare da lontano che il Kikuyu abbia due membri. Questa stranezza fa si che quando un uomo in quello stato, deve deflorare una donna, stenti parecchio ad infilare il pene nella vagina, che quando è dentro, fa impazzire di gioia la fortunata ragazza.

Usata un tempo, in Polinesia, questa pratica contemplava l’inserimento di piccole pietre, frammenti di conchiglie, corallo o metalli preziosi, nelle piaghe formatesi dopo aver procurato delle incisioni sul pene. Questi oggetti si inserivano sotto la pelle del pene in modo da restarvi incorporati per sempre, lasciando che la pelle vi si rimarginasse sopra. I Birmani, nel tentativo forse di produrre un suggestivo effetto sonoro, hanno introdotto come variante l’inserimento di campanellini di bronzo intorno al glande.
Ancora in uso oggi in Indonesia la pratica del Kampiong. E’ formato da una barretta di rame argento e oro, che ha generalmente uno spessore di 2 mm e alle estremità sono applicate delle palline o protuberanze.Viene posizionato attraverso un foro nel glande che viene tenuto sempre aperto per mezzo di piuma di piccione ben oliata. E’ lungo circa 5 cm, ma le donne di queste tribù sembrano non considerarlo appropriato per una buona stimolazione in quanto, sostengono, ne servirebbero almeno due…..

Africa occidentale: spesso accade che una ragazza che era stata promessa in moglie quando era bambina non voglia più sposare il fidanzato perchè nel frattempo si è innamorata di un altro. In questo caso potrà andare con l’uomo che ama, però è obbligata, a titolo di risarcimento, a convivere per tre mesi con il vecchio fidanzato che durante il lungo fidanzamento ha lavorato per la famiglia della ragazza, sacrificandosi a lavorare per tanto tempo a favore dei suoceri. Durante questi tre mesi, d’inverno, quando la pioggia cade fortissima e tutti gli uomini e gli animali non escono dalla foresta, il fidanzato cercherà di far recedere la ragazza dalla sua insana decisione e cercherà con tutti i mezzi a sua disposizione di farle dimenticare l’uomo del quale si è innamorata, ma se non vi riesce, allo scadere del tempo, dovrà lasciarla libera di fare quello che vuole.

A Bidjogo in Guinea le ragazze di questa tribù, dove solo gli uomini hanno l’obbligo di fedeltà, hanno l’abitudine di dichiarare il loro amore all’uomo prescelto ponendo una ciotola di riso davanti alla sua abitazione. Se l’uomo è d’accordo mangia il riso e si ritrova nel letto con la ragazza che, se lo ritiene un valido amante, all’indomani ripete l’operazione del riso e se questi l’accetta ancora si ritrova ufficialmente sposato. L’uomo che rifiutasse la ciotola di riso, verrebbe disprezzato da tutta la comunità femminile e non troverebbe più nessuno con cui sfogare i propri istinti sessuali perchè verrebbe respinto da tutte le ragazze della tribù. Sempre in questa tribù le donne, oltre che scegliersi il marito, hanno molti altri diritti tra i quali quello di poterlo lasciare in qualsiasi momento e per qualsiasi ragione. Se la moglie infatti decide di andare a letto con un altro uomo, non deve fare altro che buttare il marito fuori della capanna che è di sua proprietà e dirgli che da quel momento il matrimonio è sciolto.
Infine, sempre in questa mitica tribù, spesso la moglie, anche se vuole avere un rapporto occasionale con un uomo che le piace, può anche non dare al marito alcuna spiegazione, ma basta fargli trovare i suoi pochi stracci davanti alla capanna e il disgraziato capisce di essere ritornato celibe!

A Bobo in Alto Volta, le donne sterili, ma facoltose, possono sposare, al pari degli uomini, fanciulle in tenera età. Le regole del matrimonio vengono rispettate nei minimi particolari e si procede persino alla consegna della dote. Naturalmente queste donne-marito provvedono a far accoppiare le loro mogli bambine con ragazzi nerboruti che vivono nella stessa casa. Alle orge partecipa sempre la donna-marito che assiste agli amplessi e che, in ogni caso ha rapporti omosessuali con la moglie-bambina. A volte, per rendere più vero il rapporto, la donna sterile fa accoppiare segretamente la moglie-bambina per farla procreare. Essa assiste a tutte le fasi; dal coito fino a quando la fanciulla è incinta e fino alla nascita del bambino e si sente padre a tutti gli effetti, come se il figlio fosse veramente suo. L’uomo che si è prestato al gioco, non ha alcun diritto nè nei confronti della ragazza, nè nei confronti del bambino. [Ricerca by www.magnaromagna.it]



COME PERDERE PESO FACENDO L'AMORE - RAYMOND BARD

PERDERE PESO FACENDO L'AMORE             
Sperate che diete dell’ultimo minuto o tardive iscrizioni in palestra vi possano rimettere in forma per l’estate? 
Fate più sesso. E’ il consiglio di una nota rivista statunitense che ha pubblicato un divertente studio sul rapporto tra performance amatoria e perdita di calorie. 
Se durante un amplesso normale e un po’ banalotto (10 minuti nella posizione del missionario) si bruciano dalle 200 alle 300 calorie, la passione sfrenata e l’attenzione ad alcuni particolari possono aiutarvi a unire l’utile al dilettevole, trasformando i vostri incontri d’alcova in veri e propri allenamenti mangia-grassi. Vediamo in dettaglio alcune mosse e la loro efficacia dietetica.

Slacciarle il reggiseno: 12 cal

Slacciarlo con una mano sola: 47 cal.

Spogliare completamente la partner passiva: 80 cal

Spogliare completamente il partner passivo: 95 cal

20 minuti di preliminari (per lui) : 107 cal

20 minuti di preliminari (per lei): 87 cal.

10 minuti di rapporto sessuale (missionaria): 250 cal

10 minuti di rapporto sessuale (lei sopra): lei 300 cal, lui 130

10 minuti di rapporto sessuale (da dietro): lei 200, lui 350 più benefici

agli addominali

10 minuti di rapporto sessuale in piedi: 600 calorie e probabile colpo della

strega per lui

Sigaretta sul letto dopo il rapporto: 12 calorie

Rivestimento in fretta e furia e discesa dalla tromba delle scale

per arrivo del legittimo/a consorte: 110 cal

Nota bene: per tutte le voci, aggiungere un 15% se si pratica con l’amante, sottrarre un 15% se con moglie o marito.

UN CONSIGLIO PER LUI: A parte di scherzi, accanto a tenerezza e dolcezza, provate a stupire la vostra partner con un amplesso più vigoroso e “fisico” del solito.

UN CONSIGLIO PER LEI: Non siate troppo passive col partner. Prendete l’iniziativa anche fisicamente per equilibrare lo sforzo dell’amore.

Buona serata e ricordate che “in tutti i tipi di unione, ciascuno dovrebbe comportarsi secondo la sua naturale inclinazione”.

SESSO E LIBIDO COINVOLGIMENTO CON LA PERSONA AMATA -

SESSO E LIBIDO 
CON LA PERSONA AMATA
Il sesso con la persona amata modifica il cervello
Il desiderio si auto-alimenta grazie a un maggior coinvolgimento

Essere innamorati produce effetti positivi anche sul sesso. L'esperto americano David Shnarh è convinto che avere rapporti sessuali con la persona amata influisca sulle dinamiche cerebrali e determini un aumento del desiderio e una sua persistenza sul lungo periodo.
Shnarh definisce il livello di coinvolgimento raggiunto in queste condizioni dai due amanti un “incontro sensomotorio”, nel corso del quale “la relazione in generale diventa più stabile e l'attrazione per una persona cara è più forte".
In sostanza, come altri fenomeni intensi della vita anche il sesso stimola la neuroplasticità cerebrale, ovvero la capacità del cervello di modificarsi in base all'esperienza vissuta. Nel sesso, secondo Shnarh, l'effetto neuroplastico è assicurato dal contatto visivo dei due partner nel corso del rapporto, momenti che il sessuologo statunitense definisce di “apertura emozionale”. Sembra ...
(Cont
un atto di cooperazione e non un modo per soddisfare il desiderio attraverso il corpo di un'altra persona”.
Uno studio firmato dal neuroscienziato Knut Kampe, del resto, aveva dimostrato in maniera scientifica che il piacere aumenta quando si guarda il partner, in particolare nel momento dell'orgasmo. Ciò è dovuto ad una ottimizzazione della produzione di dopamina, ormone fondamentale nei meccanismi che sottintendono al piacere e al concetto di ricompensa.

SESSO ..... LO SAPEVATE ? - IO DICO DI NO !

SESSO .....  LO SAPEVATE ?


*. La prima erezione dell'uomo si verifica nell'ultimo trimestre di gravidanza quando è ancora un feto.



*. Nell'antica Babilonia, il codice di Hammurabi puniva la donna vittima di violenza. Se una donna sposata veniva violentata veniva considerato adulterio, lei e l'uomo colpevole di violenza venivano uccisi.



* Fino al 1972 negli Stati Uniti l'omosessualità era considerata una malattia mentale. Povia allora è un dilettante...



* Fino al 1884 una donna in Inghilterra poteva essere arrestata se negava un rapporto sessuale al marito.



* In Indonesia la masturbazione viene punita col taglio della testa.



* Nello stato americano del Maryland, le macchinette dispensatrici di preservatici sono illegali. Cessano di esserlo solo se si trovano "in luoghi dove si vendono bevande alcoliche da consumare sul posto".



* A Hong Kong, una moglie tradita può uccidere il marito adultero, la legge glielo consente; ma può farlo solo a mani nude. Mentre può uccidere come più le aggrada l'amante del marito.



* La pena per l'adulterio nell'antica Roma era l'amputazione di una narice.



* Sempre nell'antica Babilonia, gli uomini potevano dare in pegno le proprie mogli nel caso in cui fossero costretti a chiedere un prestito. Alla faccia delle donne-oggetto!



* La lunghezza media del pene di un uomo varia tra i 12,7 cm e i 15,6 cm, mentre il pene di una balena azzurra raggiunge i 3,6 METRI.



* L'anatra lacustre argentina è lunga 40 cm, ma il suo pene può raggiunge al massimo dell'estensione il mezzo metro. Quando non serve, questo portentoso organo a forma di cavatappi rientra nell'addome del pennuto.



* Nel Bahrein, la legge consente a un medico di sesso maschile di fare una visita ginecologica a una donna, ma non di guardare direttamente i suoi genitali. Può soltanto vederli riflessi in uno specchio.



* Ai musulmani è proibito guardare i genitali di un cadavere, e questo vale anche per gli impresari di pompe funebri; gli organi sessuali dei defunti devono sempre restare coperti da un mattone o un pezzo di legno per tutto il tempo.



* A Guam ci sono uomini il cui lavoro a tempo pieno consiste nel girare per le campagne e deflorare giovani vergini che pagano per il privilegio di stare con un uomo per la prima volta. Il motivo: La legge dell'isola stabilisce a chiare lettere che una donna vergine non può sposarsi. Ecco un buon posto dove trasferirsi e magari cercare un lavoro...



*. A Cali, in Colombia, una donna può avere rapporti sessuali soltanto col marito, e la prima volta che ciò accade, nella stanza deve essere presente anche la madre di lei.



* secondo il Kinsey Institute,
il più grande pene eretto misurato è di 33 cm! (auguri!);
* il più piccolo invece è di
4,4 cm (poveretto!)


* la fantasia più ricorrente è quella di fare il sesso orale passivo (in poche parole: uomo ed anche donne,ebbenesì, sognano spesso di riceverne uno!)



* l'8% delle coppie ha regolarmente rapporti anali (ahia!);



* il 60% degli uomini ed il 54% delle donne hanno avuto avventure di una notte sola (hmm...e voi..?)



* le donne comprano il 40% di tutti i preservativi venduti (i maschietti si rivelano sempre più negligenti o magari se ne vergognano, vergona a chi non lo fa!)

* nel 1609 un dottore di nome Wecker ha trovato a Bologna
un cadavere con 2 peni, da allora ci sono stati altri 7 casi simili documentati;


* gli uomini pensano che la misura media del membro maschile sia di 20 Cm, le donne 10 cm...la verità? Mistero! ;



*
l'orgasmo femminile è un potente antidolorifico, dato che provoca il rilascio di endorfine (buono a sapersi...giù quei martelli!!!);


* il 56% degli uomini ha fatto sesso al lavoro (con...?);



* su alcune isole della Polinesia, le coppie giovani fanno sesso in media 3 volte a notte, fino ai trent'anni. Successivamente la media si abbassa a 14 volte la settimana (chiamali scemi!);



*
una persona su tre ha tradito il proprio partner


* la velocità massima alla quale le sensazioni viaggiano dalla pelle al cervello in un rapporto mai misurata è di 251 Km all'ora! ;



* in America muoiono ogni anno fino a 500 persone per
asfissia, nell'atto di trattenere il respiro per indurre un orgasmo più potente (forse ne vale la pena!);


* Il re Inglese Edward Settimo, che era notevolmente grasso, si fece costruire un tavolo speciale per poter avere più comodamente rapporti sessuali (ah, questi nobili!);



* il 29% delle persone arrivano
vergini al matrimonio (... quello che raccontano);


* la durata media di un'intera esperienza sessuale, ovvero approccio, preliminari, penetrazione e rilassamento è di 39 minuti (siete nella media?);



* Al 58% delle persone piace parlare "sporco" durante i rapporti sessuali (str****!);



* Il 22% delle persone ha affittato film porno almeno una volta;





COME ALLUNGARE IL PENE - ESERCIZI E CONSIGLI



 COME ALLUNGARE IL PENE

Per la felicità di alcuni porcelloni che si preoccupano delle dimensioni del loro pene o delle loro scarse prestazioni sessuali vi voglio fare questo piccolo regalo, vi svelo gratuitamente il segreto degli esercizi per allungare il pene.

I pochi fortunati che possono leggere questi esercizi sono pregati di farsene una copia e di passarli agli amici.



JELQING o Milking

Con il termine Jelqing o Milking mungitura (mungitura del pene), si intende una serie di esercizi per aumentare le dimensioni del pene (sia la lunghezza che lo spessore). Questi esercizi sono tramandati in Arabia, da padre in figlio, quando i figli stanno per avere i loro primi rapporti sessuali (Su altri siti ho letto invece che derivano dai rituali delle tribù africane antiche (Della mungitura del pene se ne parla anche nel libro Tao del Sesso autore Stephen Chang, Edizioni mediterranee, in questo libro si parla in particolar modo della tecnica per cambiare forma al pene, cioè anziché avere un pene con il glande a forma di matita, si parla di come modificare il glande affinchè assuma la forma a fungo che soddisfa meglio le donne). Gli esercizi sono in pratica dei massaggi che vengono praticati sul pene.

I risultati del Jelqing sono permanenti.

Il pene sarà più grosso e lungo sia in stato di flaccidità che in erezione, ma i risultati si noteranno maggiormente in stato di erezione.

Gli esercizi sono benefici e non dannosi, migliorano la salute e la forza del pene, sempre che venga rispettata la norma di non eseguire mai gli esercizi in piena erezione. I risultati non si possono ottenere fintanto che non si ha una semi erezione. Dopo aver eseguito questo esercizio, il pene appare più lungo e più spesso. Dopo parecchi mesi di esercizio continuo, il pene apparirà enorme, questo è dovuto all'aumento dell'afflusso di sangue nei tessuti del pene. Scegli UNO di questi esercizi e includilo nel tuo allenamento.

Devi usare un lubrificante per questi esercizi. (personalmente stò usando il Johnson's baby olio gel con camomilla è 10 volte più idratante di creme e lozioni).

E' consigliabile vedere almeno una volta come si praticano correttamente gli esercizi, nel sito

http://www.jelq-italiano.com/downloads/ ci sono alcune video clips che mostrano alcuni esercizi di jelqing per mezzo di un loro dispositivo il Power-Jelq. Con la scusa che gli esercizi sono faticosi (in effetti sono un po' stressanti)

hanno creato un dispositivo per fare gli esercizi con meno fatica. In ogni caso viene mostrato anche l'esercizio della Tecnica 1 variante dell'esercizio B, per mezzo delle video clips:

power-jelq.com.penis.enlargement.hand.jelq.side.mpeg

e power-jelq.com.penis.enlargement.hand.jelq.front.mpeg

inoltre viene presentato l'Esercizio (D) Flacid penis stretching (Stretching con il pene flaccido) (Step 4-6): per mezzo del video power-jelq.com.penis.enlargement.stretch.mpeg anche se nel video viene utilizzato lo strumento power-jelq, si capisce bene come poter fare l'esercizio utilizzando solo le mani.



ESERCIZI JELQING



Il programma di esercizi si basa su questi passi:

Esercizio (A) Jelqing warm up (Riscaldamento del pene) (Step 1)

Esercizio (B) Jelqing for Penis Length (Allungare il pene) (Step 2)

Esercizio (C) Jelqing for Penis Girth (Aumentare lo spessore-circonferenza del pene) (Step 3)

Esercizio (D) Flacid penis stretching (Stretching con il pene flaccido) (Step 4-6)

Esercizio (E) Erect penis stretching (Stretching con il pene eretto) (Step 7-9)

Esercizio (F) KEGEL exercise (Esercizio KEGEL) (Step 10)

IMPORTANTE: Tutti gli esercizi vanno eseguiti in sequenza.



Esercizio (A) Jelqing warm up (Riscaldamento del pene) (Step 1):

Il pene è formato da tessuti spugnosi chiamati (spongiosum) che possono essere manipolati per poter tenere più sangue e così provocare un ingrandimento del pene. Usando questa tecnica il pene sarà più grande sia in stato di flaccidità che in stato di erezione. Gli allenamenti quotidiani di jelqing durano dai 20 ai 30 minuti.

La via più semplice per eseguire l'esercizio di (warm up), è quello di farsi una doccia calda, oppure se per qualsiasi motivo non si vuole o non si può fare una doccia calda allora si riscalderà il proprio pene manualmente avvolgendolo su un tovagliolo pulito e caldo (non troppo caldo) per circa 5 minuti. Oppure si può riscaldare il pene usando un tovagliolo bagnato con acqua calda, per alcuni minuti quindi massaggiare il pene e ripetere finchè non l'avete riscaldato bene (ma senza esagerare). L'idea è quella di aumentare l'afflusso di sangue al pene. Questo migliorerà l'efficacia degli esercizi jelqing. Dopo aver riscaldato il pene si possono iniziare i veri e propri esercizi di jelqing. Per evitare danni al pene gli esercizi di jelqing non devono mai essere praticati quando il pene è in piena erezione, ma dovrebbe avere una semi erezione diciamo intorno al 50%-75%.

Esercizio (B) Jelqing for Penis Length (Allungare il pene) (Step 2):

Dopo aver riscaldato il pene si deve utilizzare un lubrificante. Si deve applicare al proprio pene una moderata quantità di lubrificante distribuendolo uniformemente su tutta la lunghezza del pene, bisogna ricordarsi però che il pene deve trovarsi in uno stato di semi erezione tutto ciò per prevenire danni al pene. Quindi bisogna stringere la base del pene con il pollice e l'indice racchiusi come quando con la mano si fa OK; bisogna stringere in modo da far affluire il sangue verso il glande comunque la stretta non deve essere troppo esagerata da dare fastidio, non bisogna avere alcun disagio, se si è a disagio si provi ad rilassare un po’ la presa. Usando l'altra mano afferrare il pene subito dopo la presa dell'altra mano. Ad es. se si è afferrata la base del pene con la mano destra, utilizzare la mano sinistra per afferrare il pene subito dopo la presa della mano destra (afferrare il pene con la mano sinistra esattamente come lo si è afferrato con mano la destra), quindi si lascia la mano destra ferma che stringe la base del pene, la mano sinistra invece stringe il pene ma non resta ferma perché la si deve far stroking (stroking = remare, accarezzare, scorrere) in avanti (lentamente) sempre stringendo il pene facendo in modo di far affluire più sangue verso il glande.

Continuare a pompare sangue verso il glande, con la mano sinistra per 5 minuti. Ricordiamo ancora una volta che bisogna tenere il pene in uno stato di semi erezione durante l'intero procedimento. Se durante il procedimento vedi che la tua erezione sta aumentando fino a diventare un piena erezione, allora ti devi fermare finché non ottieni nuovamente uno stato di semi erezione, oppure se perdi la tua erezione stimola il tuo pene finché non ottieni uno stato di semi erezione. L'esercizio jelqing per allungare il pene deve essere fatto SOLAMENTE UNA VOLTA AL GIORNO E NON DI PIU', non pensare che più è meglio. RICORDA DEVI ESEGUIRE QUESTO ESERCIZIO UNA SOLA VOLTA AL GIORNO PER 5 GIORNI ALLA SETTIMANA, 2 GIORNI SONO DI RIPOSO.

Esiste una variante di questo esercizio ed è la seguente:

L'autore di un articolo sul Jelqing dice che la sua tecnica preferita e la Tecnica 1 e con essa dice di aver avuto i migliori risultati nello sviluppo del pene.

Tecnica 1.

Questo semplice esercizio se praticato per 5 giorni alla settimana, può far ottenere ad un uomo che ha un pene che misura 6 pollici di lunghezza ( circa 15,24 cm) un incremento di lunghezza da 1 a 3 pollici (1 pollice equivale a circa 2.54 cm) quindi si raggiungeranno dai 17,78 cm ai 22,86 cm circa nei primi mesi; il pene crescerà in proporzione alla circonferenza. Nel primo mese non ci saranno grossi risultati potrebbe verificarsi o meno una minima crescita; migliori risultati si notano tra il secondo e terzo mese, in cui si nota una crescita di 2 o più pollici di lunghezza.



1 Quando il tuo pene si trova in uno stato di semi erezione, fai il segno dell'OK con l'indice e il pollice della mano sinistra. Con questa mano afferra la base del tuo pene.

2 Ora iniziando dalla base, tira il pene dolcemente ma fermamente. Allungalo verso il basso esternamente. Ricorda che il tuo pene deve trovarsi in uno stato di semi erezione. Sii sicuro di toccare tutto il tuo pene dalla base fino al glande. Sul glande si avrà un aumento del flusso sanguigno.

3 Cambia mano, usa la destra e fai lo stesso movimento. Alterna entrambe le mani con un moto che liscia, munge e tocca ogni zona dell'asta del pene fino alla base del glande.

Passa energicamente la mano 200-300 volte al giorno per la prima settimana (10 minuti).

La settimana successiva passa a 300-500 volte (15 minuti).

In seguito passa ad oltre 500 ripetizioni, usando un bel po’ di forza con ognuna delle mani(20 minuti).

Ricordati che il pene deve trovarsi in uno stato di semi erezione e non deve mai avere una piena erezione. ATTENZIONE: Se si fa questo esercizio con il pene in piena erezione si possono causare danni al pene. Se hai perso la semi erezione e il pene si è inflacidito, puoi far affluire maggior sangue al pene, schiaffeggiando su e giù il pene per 25-50 volte.



Fai questo esercizio per 5 volte alla settimana. Se senti che devi eiaculare, smetti di mungere il pene finché il desiderio di eiaculare non è scomparso.

Esercizio (C) Jelqing for Penis Girth (Aumentare lo spessore-circonferenza del pene) (Step 3):



Dopo aver eseguito gli esercizi di riscaldamento ed allungamento del pene ora siete pronti ad eseguire gli esercizi che ne aumentano lo spessore. Come per gli esercizi di allungamento, è vivamente consigliato l'uso di un lubrificante. Ricordiamo ancora che dovete raggiungere uno stato di semi erezione, quindi procedete come nell'esercizio per l'allungamento del pene solo che questa volta la mano sinistra dovrà stringere l'asta del pene (sempre con l'indice e il pollice che formano un OK) appena sotto la testa del pene (cioè sotto il glande) quindi la mano scende verso il basso (sempre stringendo l'asta del pene) in direzione della base del pene, in direzione della mano destra, eseguendo il movimento verso il basso, far affluire il sangue verso i lati esterni dell'asta del pene, dopo alcuni secondi ripetere il procedimento circa un pollice (1pollice = circa 2.54 cm) più lontano giù verso l'astabisogna fare in modo di  del pene, mi spiego meglio in sostanza dovete ripetere il procedimento stringendo questa volta non sotto il glande ma dovrete stringere a circa 2,54 cm sotto il glande e far scendere da quel punto la mano sinistra. Ripetere il procedimento afferrando l'asta ogni volta sempre più in basso finchè si raggiunge la base. QUESTO ESERCIZIO SI ESEGUE UNA SOLA VOLTA AL GIORNO PER 5 GIORNI ALLA SETTIMANA CON 2 GIORNI DI RIPOSO.



Esercizio (D) Flacid penis stretching (Stretching con il pene flaccido) (Step 4-6):

Serve per allungare il pene.

Il tuo pene inizia all'interno del tuo corpo, esso è sospeso dall'osso pubico da una serie di legamenti. Dunque metà del tuo pene si trova all'interno del tuo corpo. Come tutti i legamenti del tuo corpo anche questi legamenti col tempo diventano meno elastici e si allungano fuori. Il risultato è che la maggior parte del tuo pene interno diviene disponibile. La chirurgia dell'ingrandimento del pene si basa sul separare questi legamenti in modo da avere più pene all'esterno del tuo corpo. Ma senza ricorrere alla chirurgia tu puoi manualmente manipolare questi legamenti provocando l'allungamento del tuo pene. Prima di iniziare ricorda che questo esercizio non dovrebbe provocare alcuna pena o dolore. Se stai soffrendo vuol dire che stai andando troppo forte, devi essere dolce, delicato, l'idea è quella di stretch (stretch = tendere, allungare) non lacerare ne strappare. Comincia col prendere la base del tuo pene flaccido con la tua mano e dolcemente delicatamente tiralo fuori cosicché il legamento alla base sia lentamente allungato (stretch). Ricorda che devi tirare lentamente, gradualmente e delicatamente il tuo pene, ricorda che stai facendo stretching con il tuo pene. Ricorda che non devi provare nessuna pena. Tieni lo stiramento per circa 10 - 15 secondi. Quindi lascia il pene e fallo riposare per più di 15 secondi. Ripeti questo stiramento per 3 volte. PUOI FARE QUESTO ESERCIZIO 3 VOLTE AL GIORNO E 5 VOLTE ALLA SETTIMANA CON 2 GIORNI DI RIPOSO. Ogni ripetizione è uno step (step = passo) della serie di esercizi jelqing la prima ripetizione equivale a (step 4), la seconda ripetizione equivale a (step 5), la terza ripetizione equivale a (step 6).



Esercizio (E) Erect penis stretching (Stretching con il pene eretto) (Step 7-9):

Anche per questo esercizio ricorda che esso non deve causare nessuna pena, se stai soffrendo vuol dire che stai lavorando troppo duramente. Devi essere dolce, delicato, l'idea è quella di stretch (allungare, stirare) non strappare ne lacerare. Per iniziare questo esercizio devi ottenere una piena erezione. Quindi dopo aver ottenuto una piena erezione tira in maniera gentile per 5 secondi il tuo pene verso la tua destra per un confortevole stretching. Ripeti il procedimento a sinistra per altri 5 secondi, quindi ripeti il procedimento tenendo il pene dritto di fronte a te sempre per 5 secondi. Quindi fai una pausa di 20-30 secondi e ripeti l'intera sequenza per 3 volte.

Devi essere sicuro di avere una piena erezione per ciascun esercizio (E). QUESTO E’ l’UNICO ESERCIZIO DI JELQING CHE SI FA IN PIENA EREZIONE E SI FA 1 VOLTA AL GIORNO E 5 VOLTE ALLA SETTIMANA CON 2 GIORNI DI RIPOSO.

Non masturbatevi dopo gli esercizi di Jelqing, aspettate alcune ore.

Velocemente vi dico che se volete erezioni d'acciaio e volete bloccare l'eiaculazione, esercitate il muscolo pc (pubococcigeo) cercate su internet ci sono lezioni gratuite anche in italiano. Inoltre imparate le contrazioni dell'ano anch'esso aiuta ad avere erezioni d'acciaio e a bloccare l'eiaculazione.

Un'aiuto dalla natura lo offre l'erba Muira Puama, è migliore della Yohimbina e se presa a piccole dosi non procura effetti collaterali.

Infine se durante gli esercizi di Jelqing la pelle del pene diventa gommosa non vi preoccupate e tutto ok.

I risultati ci sono ma dopo molti mesi, bisogna perseverare.

______________

I testi sono stati liberamente tratti da

http://www.rigimax.com/penis-enlargement-exercises/

http://thechillspot.tripod.com/jelq.html

La traduzione è stata cura di : Angelxxx

nota: Voglio soltanto segnalare che non sono un'esperto di questi esercizi, sono solo un principiante che ha tradotto i testi originali dall'inglese all'italiano e che stà mettendo in pratica gli esercizi, se funzionano, bene, altrimenti va bene lo stesso. Non fatemi domande, ho già scritto che non sono un esperto. Io mi alleno in questo modo:

Riscaldo il pene masturbandomi un pò senza venire, quindi eseguo la Tecnica 1, poi passo all'esercizio D. L'esercizio E lo faccio di solito quando mi masturbo. L'esercizio C per il momento non lo stò praticando, lo praticherò quando avrò raggiunto alcuni risultati notevoli.

L'esercizio F non serve per l'allungamento, ma è consigliabile praticarlo.

Voglio soltanto segnalare che non sono un'esperto di questi esercizi, sono solo un principiante che ha tradotto i testi originali dall'inglese all'italiano e che stà mettendo in pratica gli esercizi, se funzionano, bene, altrimenti va bene lo stesso. Non fatemi domande, ho già scritto che non sono un esperto. Io mi alleno in questo modo:

Riscaldo il pene masturbandomi un pò senza venire, quindi eseguo la Tecnica 1, poi passo all'esercizio D. L'esercizio E lo faccio di solito quando mi masturbo. L'esercizio C per il momento non lo stò praticando, lo praticherò quando avrò raggiunto alcuni risultati notevoli.

L'esercizio F non serve per l'allungamento, ma è consigliabile praticarlo.



Vuoi andare oltre?


Clicca su post più vecchi

Clicca          su       post più vecchi

VITAMINA C e ZINCO tutto quello che pochi sanno

  CERCA LE MIE PUBBLICAZIONI A RIGUARDO  DAL 2010 A OGGI  https://www.google.com/search?q=vitamina+C+Raymond+Bard&gs_ivs=1 Vitamina C Pu...

Macrolibrarsi

Scrivi a Raymond Bard @: raymondbard@hotmail.it

Nome

Email *

Messaggio *